Bondi Ferrara, priorità al reparto lunghi

Bondi Ferrara, priorità al reparto lunghi

Cuccarolo e Chillo sono i nomi sul taccuino di Tony Trullo

Commenta per primo!

Dopo la firma di Mastellari che sta ben figurando con la nazionale under 20, la Pallacanestro Ferrara vuole completare la parte del roster legata ai giocatori italiani. Il nodo playmaker è stato risolto con la conferma di Matias Ibarra al quale è stato rinnovato il contratto lo scorso anno. Qui coach Trullo pur preferendo altri profili ha dovuto far buon viso a cattivo gioco visto che l’italo argentino non aveva praticamente mercato.  Questo ha fatto si che Sylvere Bryan non potesse essere il cambio del centro, essendo anch’egli passaportato, di fatto il trentacinquenne si è già accasato a Mantova. Come riporta la ‘Nuova Ferrara’ un nome spendibile come cambio del pivot potrebbe essere quello di Gino Cuccarolo, nelle ultime due stagioni in forza alla Virtus Bologna. Un giocatore imponente dall’alto dei suoi 222 centimetri, decisamente diverso da un altro nome accostato alla Bondi ovvero quello di Matteo Chillo. Ala forte classe 93′ ma già con esperienze importanti ad Imola e Biella, sarebbe decisamente più duttile potendo anche fare il ‘cinque’ tattico in caso di quintetti piccoli. Rimane sempre sullo sfondo l’opzione Soloperto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy