Trieste, il punto: arriva Javonte Green (ma non solo…)

Trieste, il punto: arriva Javonte Green (ma non solo…)

Se il mercato poteva rappresentare un problema per la Pallacanestro Trieste 2004, in pratica non lo è. Infatti, nel giorno dell’insediamento di Gianluca Mauro (in nome di Alma) come azionista di maggioranza del sodalizio biancorosso (conferenza stampa questa mattina alle ore 11.00 al Palatrieste), il roster sembra essere completato sulla carta.

Commenta per primo!

Di Raffele Baldini

Se il mercato poteva rappresentare un problema per la Pallacanestro Trieste 2004, in pratica non lo è. Infatti, nel giorno dell’insediamento di Gianluca Mauro (in nome di Alma) come azionista di maggioranza del sodalizio biancorosso (conferenza stampa questa mattina alle ore 11.00 al Palatrieste), il roster sembra essere completato sulla carta.

La parte più succosa ovviamente è quella relativa al secondo “straniero”: sarà Javonte Green, 22enne proveniente dalla Spagna (il corrispettivo della Silver nostra). Giocatore atletico e con ottima propensione al gioco spalle a canestro, con un educato semigancio; discreto tiro da fuori (seppure con una meccanica un po’ lenta), presente a rimbalzo. Quello che è certo è che con Jordan Parks, potrebbe rappresentare la coppia più divertente della serie A2, veleggiando spesso sopra il ferro. Certo, è una scommessa, ma anche Parks lo era…

Nel reparto lunghi si va verso il matrimonio dopo anni di corteggiamenti: Matteo Da Ros, ex Verona, lungo milanese di 204 centimetri, sembra finalmente cedere alle lusinghe di coach Dalmasson. Ultima stagione sotto tono (come tutti quelli in maglia scaligera), Da Ros conserva caratteristiche di duttilità tattica, essendo uno che gioca bene “faccia a canestro” e in area pitturata. A chiudere il roster, per ora, un giovane talento proveniente dalla Reyer Venezia, Alessandro Simioni, classe 1998, uno capace di segnare 26 punti nella finale scudetto U18 (poi vinta dalla Reyer Venezia).

Si continua quindi a preferire la “green-line”, ed è anche giusto così per coerenza, anche se l’impressione è che ci si tenga un colpo eventuale nel reparto esterni, anche in base alle decisioni di Roberto Prandin.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy