UFFICIALE – Bakery Piacenza, innesto di lusso: biennale con Andrea Crosariol

UFFICIALE – Bakery Piacenza, innesto di lusso: biennale con Andrea Crosariol

Bakery Piacenza, ingaggio biennale per Andrea Crosariol.

di La Redazione

La Pallacanestro Piacentina è lieta di annunciare l’ingaggio, con contratto biennale, dell’atleta Andrea Crosariol, lo scorso anno alla Pallacanestro Cantù in Serie A.

LA CARRIERA – Centro di 212 centimetri nato l’11 novembre 1984, Crosariol muove i primi passi cestistici nel Petrarca Padova, per poi passare a Treviso nel 1999. Quindi, un’esperienza negli Stati Uniti con la maglia degli FDU Knights nel torneo NCAA. Al rientro in Italia nel 2006 è Treviso la sua nuova meta, la prima della carriera professionistica che lo porta ad indossare le maglie anche di Virtus Bologna, Virtus Roma, Avellino e Pesaro, oltre a quella azzurra della Nazionale con cui esordisce in amichevole nel 2006. Nel 2013 la prima esperienza all’estero, precisamente in Germania con l’Oldenburg, per poi tornare nel Belpaese sul finale di stagione con la Reyer Venezia. Włocławek e Reggio Calabria sono le due mete successive, nel 2016 quindi il ritorno in Serie A con Pistoia e, nella passata stagione, Cantù: due annate più che positive che gli valgono la nuova chiamata per l’azzurro nel novembre 2017 in occasione delle qualificazioni ai Mondiali 2019. In totale, sono 67 le presenze in maglia Italia, con 249 punti messi a segno.

«Il Presidente Beccari e la sua voglia di avermi in squadra mi hanno convinto», spiega Crosariol. «Anche il colloquio con coach Coppeta mi è piaciuto: ha compreso bene la mia situazione, entrambi sanno cosa posso dare alla squadra anche in termini di esperienza. È una bella sfida arrivare sì in una neopromossa, ma con belle ambizioni e una buona società dietro, due aspetti non scontati viste le difficoltà di questi tempi. Sono contento ed entusiasta di iniziare questa nuova avventura».

Uff.Stampa Bakery Piacenza

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy