UFFICIALE: Chieti conferma Raschi e ingaggia Matt Shaw

UFFICIALE: Chieti conferma Raschi e ingaggia Matt Shaw

Commenta per primo!

La Proger Chieti comunica con soddisfazione che è stato raggiunto un nuovo accordo con l’ala Andrea Raschi (200 cm), che dunque vestirà la maglia biancorossa anche per la stagione 2013/2014. Il trentaquattrenne sanmarinese è alla terza stagione consecutiva con le Furie, dopo l’esperienza del 2010/2011 a Bisceglie in A Dilettanti (30 presenze, 32.0 minuti 13.8 punti e 4.5 rimbalzi). In precedenza Raschi in terza serie ha vestito anche le maglie di: Ozzano, Virtus Siena, Senigallia, Treviglio e Perugia. Ma per lui ci sono anche le due importanti esperienze tra A1 e A2 a Rimini: sei stagioni tra il 1996 ed il 2002, disputando due volte anche i playoff scudetto, ed un’altra più di recente nel 2007/2008. Nelle ultime due annate a Chieti ha sempre fornito un ottimo apporto in fatto di cifre, ma soprattutto di sostanza, chiudendo la stagione 2011/2012 con 32 presenze, 31 minuti di media sul parquet, 12 punti (54% da2 e ben il 41% da3) e quasi 5 rimbalzi, e quella appena conclusasi con 39 presenze tra regular season e playout, 31.4 minuti, 13.5 punti (37% da3) e 4.1 rimbalzi.
Un nome importante quello di Andrea Raschi per la Lgeadue Silver, che va a aggiungersi di nuovo al roster biancorosso, che acquisisce così un’altra bella dose di credibilità e maggiore competitività. Una conferma che la Società ha voluto fortemente anche per fare un regalo al pubblico del PalaTricalle, visto il feeling che Raschi ha con la piazza teatina.
“Sono contentissimo – commenta Andrea Raschi dopo il rinnovo dell’accordo con la Proger – di continuare la mia storia professionale a Chieti. Visti i due anni che abbiamo già alle spalle, è un progetto che prosegue e questo per me è uno stimolo ancor maggiore. Soprattutto perché, da come si erano messe le cose, ormai non ci credevo più e
questa cosa mi dispiaceva molto. Invece, le nuove forze economiche arrivate con il nuovo sponsor Proger e la solita disponibilità del presidente Di Cosmo, hanno fatto si che l’avventura continui. E speriamo che arrivino ancora grosse soddisfazioni come in queste ultime due stagioni”.

La Proger Chieti userà il secondo visto extracomunitario a sua disposizione per mettere sotto contratto il californiano Matt Shaw. L’accordo con il venticinquenne statunitense è stato siglato la notte scorsa dalle parti.
Shaw gioca nella posizione di ala-forte, è alto 204 centimetri per 108 chilogrammi di peso ed è uscito tre stagioni fa dall’Università del Nevada di Las Vegas, con la quale ha disputato la carriera NCAA. Nella prima stagione (2006/07) gioca 4.3 minuti in 20 presenze, ma cresce da sophomore con oltre 19 minuti di media in 30 gare e quasi 7
punti a partita. Nel 2008/09 è stato costretto a star fermo per un’operazione al ginocchio, dalla quale si è ripreso perfettamente per disputare la sua ultima annata del torneo NCAA, sempre con la casacca dei UNLV Rebels, chiusa con 7 unti, 2.8 rimbalzi in oltre 15 minuti.
Nell’annata 2010/11 gioca nella minor ABA con i SoCal Swish, ma è nel 2011/12 che sbarca in Europa approdando in Estonia, dove veste 29 volte la maglia del Tallinna Kalev, “fatturando” 14.1 punti (44% da3) e 7.4 rimbalzi in 30.5 minuti di impiego. La scorsa stagione si è spostato in Ungheria, dove ha giocato nella massima serie ed in EuroChallenge con il Kormend. In campionato ha chiuso con 28 giocate, oltre 34 minuti di
impiego medio, 18.5 punti (40.7% da3) e 7.1 rimbalzi; nella competizione continentale con 37 minuti di media sulle tavole, 21.3 punti (36.8% da3) e 6.6 rimbalzi, con un high di 33 punti contro i rumeni del Timisoara. Ad aprile di quest’anno è volato in Svizzera per accasarsi alla Benetton Friburgo e giocare 6 partite di playoff, chiuse con una media di
9.3 punti (38.9% da3), 4.2 rimbalzi in 23.7 minuti di media per gara.

“Stavamo cercando un giocatore – riferisce coach Marzoli dopo la firma dell’americano – che avesse già esperienza europea e che sapesse giocare bene sia fronte che spalle a canestro. Tra i tantissimi filmati che abbiamo visionato in questi giorni, Matt era quello più adatto alle nostre possibilità che avesse tutte queste caratteristiche. Il ragazzo prima di
accettare la nostra proposta ha voluto parlare con me per avere chiarimenti sulla mia idea tattica e sul ruolo che avrebbe rivestito in squadra. Pertanto, ho preso il telefono e l’ho chiamato, dicendogli che cercavo proprio uno come lui. Si è convinto subito, anche perché mi ha confidato che ha grande voglia lavorare per fare bene e mettersi in mostra per cercare una conferma nel campionato italiano anche per l’anno prossimo. Con l’innesto di un 4-5 come Matt, possiamo dire che il nostro quintetto è completo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy