UFFICIALE: Matera, “ritorno di fiamma” con Gianni Cantagalli

UFFICIALE: Matera, “ritorno di fiamma” con Gianni Cantagalli

Commenta per primo!

Per il prossimo campionato nazionale di Basket, di serie A2 – girone Est – la Bawer Olimpia Matera ha annunciato oggi di aver ingaggiato il livornese Gianni Cantagalli, ruolo guardia, classe 1988 per 194 centimetri di altezza. E’ la sesta acquisizione per la società sportiva materana, dopo quelle di Diego Corral, Ji?í Hubálek, Giani Zaharie, Daniele Mastrangelo e Jacopo Valentini. Cantagalli non è nuovo al Palasassi, avendovi giocato nel campionato 2011/2012 sotto la guida di Ciccio Ponticiello: vi ritorna con il coach Giulio Cadeo, con cui ha condiviso, sia pure in stagioni diverse, l’esperienza cestistica a Ruvo di Puglia. Nella sua carriera Cantagalli ha inoltre giocato nella sua Livorno (in A), a Latina (A2), Trapani (B1), Recanati (B1), Martina Franca (B2), Lugo (B2) ed Empoli (Playoff di C1).
“Posso giocare come guardia, ma anche da play e da ala piccola” – testimonia il giocatore, che vanta un buon livello tecnico, tiro piazzato con alte percentuali, e piena presenza nel pick and roll.  “Sono molto contento di tornare a Matera, una città in cui mi sono trovato bene a livello umano e cestistico. Non appena mi è stata prospettata l’opportunità di tornare nella città dei Sassi sono stato felice di accettare, ho tutte le migliori intenzioni di fare bene: la città, i tifosi, la società sportiva hanno dimostrato di rappresentare gli ingredienti preferiti della mia ricetta di gioco, proprio come avvenne tre anni fa. Il campionato che ci aspetta sarà duro, ma la squadra si sta formando con gente giovane che vuole lottare: sarò ben lieto di dare il mio contributo.”
Per quanto riguarda i nuovi compagni e l’allenatore, Cantagalli aggiunge: “Non ho mai giocato in squadra con nessuno di loro; invece, li ho affrontati tutti come avversari – spesso molto tenaci. In particolare, ricordo un campionato in cui mi sono battuto contro Valentini per ben sette volte, tra regular season e playoff. Anche coach Cadeo evoca il ricordo di tantissime partite giocate contro, l’idea che ho di lui è di una buonissima persona e di un allenatore esperto, farà certamente esprimere al massimo il nostro collettivo.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy