UFFICIALE: Nord Barese, primo innesto con Niccolò Petrucci

UFFICIALE: Nord Barese, primo innesto con Niccolò Petrucci

Commenta per primo!

Il Basket Nord Barese comunica di aver ingaggiato il giocatore Niccolò Petrucci, proveniente dai Roseto Sharks. Guardia di 193 centimetri, Petrucci nelle ultime due stagioni ha vestito la canotta rosetana, nell’ultima ha raggiunto la finale per la promozione in LegaDue Silver incontrando proprio la Bnb, da oggi la sua nuova squadra.
COSA DICE COACH CADEO – “E’ un giocatore in ascesa, sta scalando categorie dimostrando di poter esserci in ogni categoria in cui approda. A lui è richiesto un ulteriore salto, deve cancellare quello che ha fatto finora e deve lavorare, con l’umiltà che lo ha contraddistinto, per ottenere un ottimo risultato. Punti nelle mani ed esplosività: l’obiettivo sarà canalizzare questa sua forza all’interno di un sistema, usando la sua fisicità anche per la fase difensiva che sarà determinante. Da parte mia cercherò di stimolare quello in cui può migliorare e questo sarà il leit motiv per il gruppo: non fermarsi a quello che si sa fare, tutti possono avere ampi margini di miglioramento.”
CHI E’ – Niccolò Petrucci è nato il 4 novembre 1989 a Roma. Il suo cammino nei campionati nazionali parte da lontano e avviene a Bassano con la canotta della Fiorese: a diciassette anni Niccolò mostra tutte le sue qualità nei campionati giovanili e dimostra di tenere il campo anche con la prima squadra (B2 gir. B.) Il suo minutaggio raddoppia nella stagione successiva, sempre a Bassano (10.6 minuti a gara.) Nella stagione 2010/2011, la guardia di Ostia scende di categoria e si trasferisce ad Airola: la buona stagione trascorsa agli ordini di coach Parrillo vale la chiamata dell’ambizioso Roseto che crede fortemente in Petrucci. E ha ragione. Sotto la guida di Ernesto Francani la guardia laziale comincia a vedere il campo e il canestro con più continuità senza avvertire la pressione di una maglia storica e di un ambiente parecchio esigente. La corazzata Agrigento sbarra la strada ai sogni di gloria rosetani ma Petrucci si guadagna la riconferma a suon di punti e prestazioni importanti. La stagione della consacrazione lo attende, Francani prima e Melillo poi incentrano su di lui il gioco perimetrale: ripaga con giocate da urlo nonostante un fastidioso infortunio alla mano che ad inizio stagione ne rallenta la preparazione. Impiega poco per tornare in quintetto e lo fa a modo suo: va sempre in doppia cifra e si esalta quando vede “orange”. La Bnb, scherzo del destino, è la sua vittima preferita: in regular season ne segna 16 al PalaColombo in 23 minuti di utilizzo, al ritorno incornicia la sua miglior prestazione stagionale. Otto triple su undici (di cui una da metà campo allo scadere), 28 punti e 32 di valutazione. La stagione regolare si chiude con 397 punti totali a una media di 13,6 punti e 11,2 di valutazione in 30,1 ad allacciata di scarpe.
Petrucci ha una marcia in più anche nei play-off (viaggia ad una media di 12,3 punti in 35,3 minuti di utilizzo), protagonista anche in finale: in gara 1 realizza 19 punti risultando tra i migliori dei suoi. In gara 2 non brilla particolarmente ma ha la freddezza di sparare la bomba della perfetta parità con annesso il boato di un PalaMaggetti in versione bolgia.
Il treno della LegaDue Silver arriva in ritardo di qualche mese ma Petrucci è lesto nel saltarci su: benvenuto a bordo, Niccolò!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy