A2 Est: Fortitudo a Brescia per trovare fiducia anche lontano da casa

A2 Est: Fortitudo a Brescia per trovare fiducia anche lontano da casa

Commenta per primo!

Sulla carta, per la truppa di Boniciolli, è forse una delle tre o quattro partite più dure di questo campionato, il tutto condito dall’assenza di Jonte Flowers.
Come sostiene però il diesse Lamma, intervistato dal Resto del Carlino, questa assenza deve essere vista dai giocatori come una occasione in più per avere minutaggio e per fare bene.
Lo stesso Lamma ha poi cercato di spiegare come sia possibile la differenza di rendimento tra casa e trasferta, sostenendo come il doppio salto di categoria ha portato molti giocatori a trovarsi in un campionato mai disputato prima, con responsabilità maggiori e ritmi diversi. Il tutto sommato al fattore PalaDozza, che come sempre da una mano (forse due) alla causa. Bisogna quindi rendersi conto che oltre all’impegno servono tempo e pazienza, i risultati arriveranno.

FORTITUDO BOLOGNA: L’assenza di Flowers (lesione alla fascia plantare del piede destro), che resterà out almeno un mese, porterà Montano, Sorrentino e Raucci a un ruolo extra. Nonostante la guardia americana sia il miglior realizzatore offensivo fin’ora, i biancoblù hanno comunque dimostrato di poter trovare un apporto di punti anche dagli altri giocatori: la partita di domenica con Treviso ne è la dimostrazione. In settimana poi, Boniciolli ha provato nuove soluzioni da mettere in campo sabato.

LEONESSA BRESCIA: Squadra solida e talentuosa che sta raccogliendo ciò che è stato seminato nelle ultime stagioni, confermando i giocatori chiave e inserendo innesti mirati e di qualità. Viene da una buona serie di gare, in cui ha vinto e convinto, è infatti prima in classifica con 12 punti (6 vittorie su 8). Coach Andrea Diana conta su un reparto esterni di grande spessore: i due playmaker sono Marco Passera e Juan Fernandez, il primo ha dalla sua una grande rapidità, ball-handling e capacità di alzare i ritmi nonostante i 33 anni compiuti; il secondo è forse la vera arma in più dei lombardi, giocatore fuori categoria con grande visione di gioco e capacità realizzative (è il miglior realizzatore dei biancoazzurri). La guardia titolare è lo statunitense Reginald Holmes, 28enne di 193cm capace di crearsi il tiro in qualunque situazione, ottimo tiratore da 3 punti, l’altra guardia è l’albanese Bushati, ex Imola, buon tiratore e difensore. Le ali sono: Damian Hollis, americano naturalizzato ungherese, atleta esplosivo e verticale, buon realizzatore sia vicino che lontano da canestro e Mirza Alibegovic, figlio dell’indimenticato eroe del 2 aprile 1992 Teo, non ha però il suo talento, è comunque un buon giocatore per la Legadue. I due pivot sono due vecchie conoscenze del popolo fortitudino, Davide Bruttini (sì, adesso gioca sotto canestro, non più ala piccola) e il capitano Alessandro Cittadini che non ha bisogno di presentazioni. Dalla panchina danno una mano alla causa i giovani Speronello e Piantoni.

La gara è fissata per sabato 21 alle ore 20.30 al PalaGeorge di Montichiari, palazzetto già frequentato dai bolognesi nella passata stagione, dove tra l’altro è stato staccato il pass per le final four di Forlì. La terna arbitrale è composta da Ursi di Livorno, Bongiorni di Pisa e Bianchini di Firenze.
Sarà trasmessa su Radio Nettuno, Nettuno Tv (canale 99 dt) e in streaming sul sito di Radio Nettuno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy