A2 Playoff, Ottavi G1 – Agrigento scappa e resiste alla rimonta di Mantova, espugnato il PalaBam

Agrigento firma un superbo primo quarto (24-8), solo dal 10′ Mantova si sveglia. Ma le partite sono fatte per durare 40′, e in volata è la Moncada ad avere più garra con Martin. Fondamentali nel colpaccio anche Eatherton, ma soprattutto il terzetto tutto italiano Evangelisti-Saccaggi-Piazza.

Commenta per primo!

Il PalaBam di Mantova è lo scenario della prima gara in assoluto degli Stings ad un playoff di Serie A2. Opposta ai biancorossi, che hanno terminato la regular season al terzo posto  nel girone Est con due sconfitte consecutive, c’è Agrigento qualificatasi come sesta del girone Ovest e reduce da tre sconfitte di fila. Curiosità per i nuovi volti in campo: Ferguson e Udanoh da una parte e Chris Mortellaro dall’altra.

L’avvio degli Stings è tutt’altro che entusiasmante con Agrigento che ad ogni azione ferisce la fragile difesa mantovana con Eatherton (suoi i primi 8 punti dei siciliani). E’ Udanoh a sbloccare la Dinamica con un tiro sotto canestro, ma per il resto è un monologo della squadra ospite, sostenuta anche da una decina di supporters giunti dalla Sicilia. Sul -8 Martelossi chiama timeout per vederci chiaro e al rientro in campo Di Bella firma il -5 con una bomba. Evangelisti e ancora Eatherton continuano a tagliare come il burro la difesa mantovana e ogni attacco di Agrigento è un pericolo che si concretizza per lo spaesato quintetto mantovano che paga la brutta serata al tiro (11/12 nel primo quarto per gli ospiti, 3/12 per Mantova). Il divario si allarga sempre di più fino all’8-24 con cui si chiude il primo quarto.

E’ Saccaggi da sotto che apre il secondo periodo sul +18. Gergati prova ad aprire un break che sembra non arrivare mai per Mantova e Agrigento risponde colpo su colpo ai tentativi offensivi dei virgiliani mantenendo percentuali fantascientifiche. Quando Evangelisti e Saccaggi sbagliano i primi tiri, Mantova comincia a prendere fiducia arrivando fino al -11 coi due liberi di Amici. Ferguson ci prova in tutti i modi ma la palla quando lascia le sue mani sembra non voler entrare e la Moncada riprende la fuga sempre coi soliti Evangelisti e Saccaggi terminando il primo tempo sul 43-26.

Pronti, via e Udanoh con una violenta schiacciata a due mani fa capire ai 2500 del PalaBam che l’intensità dei suoi sarà ben diversa nel secondo tempo. In effetti la Dinamica prende fiducia azione dopo azione anche per via dei diversi errori al tiro e nella gestione della palla da parte della Moncada. Udanoh è scatenato e segna tutti i primi 6 punti del secondo tempo. Con la tripla di Amici è -10 Dinamica (35-45 al 25′). La scalata continua con Ndoja e Ferguson che finalmente si sblocca da tre punti portando sul 42-45 gli Stings e facendo esplodere la gioia del pubblico mantovano. Evangelisti fa terminare l’emorragia di punti per Agrigento con una bomba, ma risponde subito ancora Ferguson. Nel finale di quarto la Moncada torna a +6 (aiutata anche da un incredibile autocanestro di Di Bella) sul 48-54 grazie al tocco da sotto di Kelvin Martin.

L’ultimo quarto è aperto dalla sfuriata di Agrigento che con un break di 7-0 annulla di fatto il terzo periodo di Mantova portandosi sul 61-48. Sono Gergati e Ndoja a suonare la carica e a sbloccare gli Stings avvicinando la squadra di coach Ciani sul -6. Dopo un elastico a 5 e 8 punti di distacco, Amici fa 3/3 dalla lunetta e porta a -2 gli Stings. A 100 secondi dalla fine Gergati acciuffa definitivamente Agrigento sul 68 pari. Timeout di Ciani e alla ripresa due liberi di Piazza riportano gli ospiti sul 68-70. Udanoh (termina con 14 punti e 14 rimbalzi) pareggia di nuovo, ma ad un secondo dalla fine Martin trova il canestro al termine di un’azione insistita di Agrigento. Sull’ultima rimessa della partita Amici sbaglia la tripla del sorpasso e Agrigento porta così a casa il punto nella serie con Mantova.

DINAMICA GENERALE MANTOVA – MONCADA AGRIGENTO 70-72

PARZIALI: 8-24; 26-43; 48-54

MANTOVA: Ferguson 6, Ndoja 11, Alviti ne, Fumagalli ne, Moraschini, Di Bella 3, Gandini 4, Amici 18, Battistini ne, Gergati 14, Udanoh 14. All.: Martelossi.

AGRIGENTO: Mascolo 2, Vai, Evangelisti 18, De Laurentiis 2, Saccaggi 10, Martin 13, Morciano ne, Visentin, Piazza 10, Eatherthon 17. All.: Ciani.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy