A2 Playoff, Ottavi G4: Trieste asfalta Tortona e si prende Gara 5

L’Alma vince una partita mai stata realmente in discussione e va a giocarsi la bella a Casale Monferrato.

Commenta per primo!

Gara-4, Trieste si presenta con le spalle al muro nella tipica situazione da “win o go home” come direbbero in America. Tortona dal canto suo è più tranquilla dopo la rimonta vittoriosa di gara-3; certa che, anche in caso di una sconfitta, si giocherebbe la decisiva gara-5 tra le mura amiche. Gli alabardati apportano una modifica al quintetto di gara-3 schierando Nelson al posto di Baldasso e Landi al posto di Pipitone e confermando invece Parks, Bossi e Pecile. Gli orsi tortonesi replicano con Spissu in cabina di regia, Simoncelli, Marks, Ianilli e Brooks. Partita che risulta essere molto vivace sin dalle prime battute; con Brooks a sbloccare il match in favore degli ospiti a cui replicano prima Parks, con un’affondata, Pecile con un jump dalla media e Bossi con un tripla per il 7-2 a favore dei padroni di casa. Dopo questo inizio scoppiettante però le difese hanno la meglio sugli attacchi e per più di due minuti il risultato non si sblocca. Landi, con un libero, porta i giuliani sul +6 (8-2), ma due disattenzioni difensive permettono a Brooks e Simoncelli di accorciare sul 8-6. Landi allunga con una coppia di liberi a cui risponde Brooks con una fortunosa tripla di tabella. Il n°24 ospite rimane un grattacapo irrisolvibile in questi primi minuti e firma il primo vantaggio ospite sul 11-10. La gara continua sul filo dell’equilibrio e nessuna delle due squadre riesce a prendere un margine consistente. Pecile firma il nuovo sorpasso sul 12-11, ma subito dopo Garri con due liberi riporta i suoi in vantaggio (12-13). Bossi prova ad accendere la partita con la tripla del 15-13; l’azione successiva Reati risponde con la stessa moneta per il 15-16 tortonese. Sul finire del quarto sale in cattedra Nelson che da solo firma un parziale di 7-0 e porta i padroni di casa sul 24-19, punteggio con cui si conclude il primo quarto.

La seconda frazione si apre subito con un recupero difensivo di Bossi, convertito poi con due punti facili in contropiede. La difesa di Trieste in questo momento risulta essere impenetrabile per gli ospiti che incassano la tripla di Baldasso che aggiorna il punteggio sul 29-19. Coach Cavina si vede così costretto a richiamare i suoi in panchina ed usare il primo time-out a sua disposizione. Rientrati in campo e viene subito fischiato un tecnico a Pipitone che incendia il pubblico di casa. La mano di Spissu però non trema dalla linea della carità e riduce lo svantaggio alla singola cifra sul 29-20. A metà del quarto Marks viene sanzionato col tecnico per inutili proteste, però Prandin non ne approfitta sbagliando il libero successivo. Poco dopo però lo stesso Prandin si fa perdonare e con 2 punti apre il break di 20-5 in favore degi alabardati che portano il risultato sul 49-25. Protagonisti di questo parziale sono Canavesi, Prandin e Pecile con 5 punti ciascuno a cui Nelson ne aggiunge altri 4. Tortona perde letteralmente la testa, non riuscendo più a reagire e a proporre nessuna trama di gioco in attacco. Il quarto si conclude con un libero di Pecile, dopo un fallo tecnico sanzionato a Brooks, che porta il risultato sul 50-25.

Terzo periodo che vede in campo Landi, Canavesi, Nelson, Bossi e Pecile per Trieste, Tortona invece decide schiera sul parquet Marks (gravato di 3 falli), Bianchi, Spissu, Garri e Reati. La vera notizia che però fa più temere i tifosi triestini è quella dell’infortunio patito da Parks a fine del secondo quarto che lo terrà in panchina per il resto della partita ed in dubbio per la possibile gara-5. Tortona accenna una timida reazione con un parziale di 5-1 con i canestri di Marks e Spissu per il 51-30. Lo stesso play tortonese però poco dopo perde banalmente un pallone calpestando la linea laterale e frustato da tale persa sfoga la sua rabbia scagliando la palla contro il tavolo. Gli arbitri decidono per il fallo tecnico che Pecile converte nel 52-30. La gara viene spesso inframezzata da continui fischi degli arbitri e le squadre raggiungono velocemente il bonus ed andando così più volte in lunetta. Gli unici canestri che si vedono dal campo in questa frazione sono un jump dalla media di Nelson ed uno step back di Landi lungo la linea di fondo.
Reati però non ci sta ed in penetrazione riscrive il meno 20 sul 57-37. Trieste però non vuol dare la minima chance a Tortona e con un nuovo parziale di 10-2 allunga sul +28 (67-39).

L’ultimo quarto comincia col parziale ospite di 14-2 con cui provano a riaprire la partita per il 69-53. Ci pensa però “Sunshine” Pecile con un canestro dei suoi a rimettere 18 punti di differenza tra le due squadre (71-53). Marks aggiunge due punti al suo tabellino arrivando così in doppia cifra (71-55). Il punteggio rimane bloccato per alcuni minuti su questo risultato e Dalmasson decide di dar ampio spazio a tutto il suo roster e schierando anche i giovani Ferraro, che ripaga la fiducia del suo coach con 5 punti a referto, e Gobbato autore degli ultimi due punti dei suoi. Trieste vince quindi per 85-64 e si conquista la decisiva gara-5 di giovedì al PalaFerraris di Casale Monferrato.

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste – Orsi Tortona 85 – 64

Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste: J. Parks 4, S. Bossi 12, A. Coronica (K) 2, E. Gobbato 2, R. Nelson 20, M. Ferraro 5, A. Pecile 13, L. Baldasso 3, A. Landi 8, R. Prandin 9, V. Pipitone 2, M. Canavesi 5. Tiri da 2 22/39, Tiri da 3 9/29, Tiri liberi 14/19 Coach E. Dalmasson
Orsi Tortona: M. Spissu 3, D. Reati 8, S. Bianchi 3, D.M. Marks 12, A. Simoncelli (K) 17, L. Garri 6, L. Antonelli 0, A. Iannilli 4, D.B. Brooks 11, F. Maghet 0, N. Markus 0. Tiri da 2 9/28, Tiri da 3 9/23, Tiri liberi 19/22 Coach D. Cavina

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy