Affrico all’esame Mantova: l’arrivo degli Stings tasta già il polso dei leoni di casa.

Affrico all’esame Mantova: l’arrivo degli Stings tasta già il polso dei leoni di casa.

Commenta per primo!

Siamo solo alla terza giornata, ma è già tempo di verifiche in casa fiorentina. Dopo la sfavillante vittoria del primo turno contro una delle favorite del campionato, Matera, i bianco blu hanno invece sofferto, e non poco, la difesa bergamasca della Remer Treviglio (tutti e quattro i tempi in svantaggio, solo nel secondo parziale avanti di un punto). Quindi quale migliore occasione per riprendere un trend positivo se non una gara casalinga?

Due però le perturbazioni in vista su tale previsione; innanzitutto gli affricani non scenderanno sul parquet del Mandela. Infatti, dopo la gara di Eurolega giocata dalla Mens Sana a Firenze (nuova sede delle gare casalinghe europee dei bianco verdi), l’impianto di casa sarà inagibile causa concomitante evento extrasportivo (quattro giorni di concerto del famoso cantante Renato Zero). Così stavolta toccherà ai gigliati trasferirsi domenica in quel del PalaEstra di Siena. Scambio di cortesie fra le due società!

L’altra nube perturbatrice è l’avversario; gli Stings, la Pallacanestro Mantovana. In estate i virgiliani hanno cambiato denominazione; abbandonata quella di Pallacanestro Primavera Mirandola dopo aver perso i playout contro Chieti di DNA, ma comunque venendo ripescati In Lega Due Silver. Ma non solo il nome; anche il roster è stato stravolto.

Solo due i giocatori confermati rispetto all’anno precedente.  I bolognesi Jordan LOSI, play di esperienza (classe 80) e di rendimento (secondo miglior assist man dello scorso campionato, ma anche ottimo “steeler”, recupera palloni, e realizzatore con 14 punti di media a gara). Quinta stagione per lui con gli Stings. E Luca PIGNATTI, ala da 12 punti a partita. Tre invece le stagioni in maglia bianco-rosso-blu.

Vincere non sarà quindi impresa facile;  gli ospiti vengono si da una sconfitta casalinga, ma nella prima giornata invece hanno espugnato Bari rifilando all’avversario quaranta punti di scarto. Ottima anche la loro pre season; importanti vittorie contro squadre di categoria superiore da esporre in vetrina!  Difficile dare un giudizio sulla squadra avversaria, verrebbe da definirla come mina vagante del campionato, in grado di innescarsi e diventare pericolosa per chiunque dovesse incontrarla.

Ma vediamo gli altri giocatori del roster mantovano. Nuovo il coach, quell’Alberto MOREA l’anno passato alla guida della Mobyt Ferrara nella sua prima esperienza da capo allenatore dopo tanta gavetta.

Nuove la guardie; innanzitutto Alex RANUZZI, anch’esso bolognese classe ’86, esploso ad Ozzano, poi Forl’ ed Eagles, quindi l’anno passato protagonista di Castelletto Ticino con la quale ha vinto la Coppa Italia Dilettanti come compagno degli odierni avversari Pazzi e Simoncelli. Ottimo giocatore, 13 punti e 6 rimbalzi di media per lui nell’ultimo campionato.

Poi Mirza ALIBEGOVIC, atleta classe’ 92 ex Pistoia e Brindisi l’anno passato, giovanissimo ma giocatore di rango sia come curriculum che come genia, ricordato in città anche per aver rifiutato il trasferimento in prestito la scorsa stagione in maglia Brandini.

Capitolo americani. Due centroni per “elevare” talento e centimetri della squadra; Johndre JEFFERSON, classe ’88, 17 punti e 14 rimbalzi nella seconda serie israeliana.Sempre dal campionato ebraico arriva l’altro USA; Ramon CLEMENTE, classe ’85, 200 cm e alte medie anche per lui nell’ultima stagione (18 punti e 10 rimbalzi).

Altro USA, anche se munito di passaporto italiano, è il play guardia Mike NARDI; esperienza pluriennale in Italia per lui (Montecatini, Pavia e Forli in LegaDue, Milano, Pesaro e Milano in A1, c.v. di rispetto!).

L’ultima stagione il classe ’85 originario del New Jersey ha avuto medie di 12 punti e 5 rimbalzi nella prima lega olandese. Sembrerebbe un lusso per la categoria, siamo curiosi di vederlo all’opera.

Capitolo under.Dalla Pallacanestro Reggiana arrivano gli interessantissimi Giovanni ALLODI, ala/centro classe ’94, e Francesco VECCIA, play/guardia classe ’94 nativo di Sassari ma formatosi in terra emiliana, dove ha anche raggiunto la maglia azzurra delle nazionali under 16 e 18. Infine l’ala Giovanni SISSA, classe ’95 nativo della città virgiliana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy