Alessandro Pagani, commozione e speranza in casa Assigeco: “Aspettiamo che si svegli, preghiamo per lui”

Alessandro Pagani, commozione e speranza in casa Assigeco: “Aspettiamo che si svegli, preghiamo per lui”

Commenta per primo!
Stefano Costa – Foto Sport Lodigiano

Ci sono momenti nella pallacanestro dove si vince o si perde per un punto all’ultimo secondo.

Quando si perde, il mondo sembra crollarti addosso e pensi e ripensi a come sarebbe potuta andare se quell’ultima azione fosse stata gestita in modo diverso… se decisioni diverse avrebbero potuto cambiare il destino della gara…nella vita spesso non va così, il destino non lo puoi cambiare, lo devi accettare e la battaglia, la tua partita inizia solo in quel momento.

Ieri sera a Manerbio il nostro Alessandro Pagani si è trovato suo malgrado a giocare la partita più importante della sua giovanissima esistenza ed è arrivato a quella situazione di punto a punto con i secondi sul tabellone della vita che si sono fermati. Il suo giovane cuore si è inspiegabilmente fermato facendolo accasciare sul parquet di Manerbio dove Ale e suoi compagni affrontavano in finale di Torneo il Brescia.

La prontezza di chi ha capito da subito la gravità della situazione, il massaggio cardiaco effettuato in modo corretto, la presenza “miracolosa” di un defibrillatore gli hanno di fatto salvato la vita.

In questi attimi il nostro Ale è ancora in prognosi riservata ed è volutamente tenuto sotto sedazione. I medici non si sbilanciano e l’unica cosa che trapela è che le sue condizioni sono stabili.

Fino a quando Ale non verrà svegliato non sapremo le sue reali condizioni.

Non ci resta che attendere senza dare peso a tutta quella ridda di voci che in queste ore stanno circolando in rete.

Aspettiamo con fiducia perché sappiamo che Ale è un leone, uno che non molla mai.

Aspettiamo stringendosi con immenso affetto ad Ale e alla sua famiglia in questo momento così difficile…la famiglia Assigeco prega per uno dei suoi figli.

FORZA ALESSANDRO!!!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy