ArcAnthea – Viola: si festeggia la Silver, si lotta per i due punti

ArcAnthea – Viola: si festeggia la Silver, si lotta per i due punti

Quante emozioni in questa DNA, ed è un peccato essere arrivati quasi alla fine. Presentatasi da matricola su questo nuovo palcoscenico, l’Arcanthea Lucca del gruppo e dei tanti confermati si è guadagnata sul campo il rispetto di tutti, affrontando e superando molte difficoltà, ma sempre mantenendo una grande etica ed umiltà.

Del resto erano queste le chiavi che Coach Russo aveva chiesto ai suoi ragazzi fin dall’inizio. Negli occhi ci sono ancora le grandiose rimonte con Castelletto e Treviglio, ma in generale anche quest’anno in casa i biancorossi non hanno deluso il loro pubblico, al quale va un caloroso plauso. La battuta a vuoto più dolorosa è stata il derby con Firenze, ma c’è da dire che, da lì in poi, Santarossa e compagni si sono guardati negli occhi ed hanno cambiato passo, diventando un gruppo ancor più coeso e competitivo.

Mancano ancora 80 minuti, sono da assegnare ancora molti verdetti e l’incertezza regna, anche se questa è la vera costante di questo campionato. Era difficile prevedere un tale equilibrio, spesso nei tornei con molte squadre, le ultime giornate rischiano di presentare una sewrie di “amichevoli” tra squadre che non hanno più nulla da dire o da chiedere; ci poteva essere questo rischio a maggior ragione avendo ristretto a 4 il numero di partecipanti ai play-off.

Invece, complici ampie campagne di ristrutturazione nel mercato invernale che hanno corretto alcune lacune, le forze di molti sono andate equivalendosi alla lunga. Per quanto riguarda l’Arcanthea si può dire che la squadra ha pagato un buon tributo alla sfortuna sotto forma di infortuni; prima l’assenza prolungata di Crotta, che ha saltato 3 mesi abbondanti e poi tanti problemi assortiti che hanno colpito l’intero roster, da ultimo la brutta distorsione a Davide Parente nella sfortunata trasferta di Agrigento. E’ importante, però, che anche questa stagione il nostro pubblico si sia appassionato ed abbia preso davvero a cuore le sorti di una società che, con grandi sforzi, porta con orgoglio il nome di Lucca in giro per l’Italia, alla ricerca di un costante miglioramento.

Nella DNA, dove le matricole si sono spesso e volentieri messe in bella evidenza, Reggio Calabria, da balsonata quale è, non ha fatto eccezione; un inizio difficoltoso, poi grazie anche agli innesti in corso d’opera, è decollata entrando con pieno merito nella parte di sinistra della classifica, quella della salvezza senza le forche dei play-out.

Coach Ponticiello attinge a piene mani dal roster (il decimo gioca 10 minuti di media!), ma è chiaro che l’innesto del play tascabile Piazza ha portato qualità sul parquet (14 punti, 6 assist, ma anche 5 rimbalzi!); buone cose arrivano anche dal suo cambio Sabbatino (scuola Mens Sana) e dagli esterni Rugolo e Ricci, con qualche buona apparizione anche per Germani. Grande qualità unita all’esperienza in ala con il sempiterno Caprari (23 minuti, 10 punti con il 45% da tre e l’85% dalla lunetta), mentre vicino a canestro, buon fatturato arriva da Fabi e dal gioiellino Fontecchio, all-around in prestito dalla Virtus Bologna e grande promessa del basket nostrano. Sotto le plance sgomita il duo Ammannato-Quaglia (oltre il 35% dal campo per entrambi con 19 punti e 10 rimbalzi in coppia), a completare un roster frizzante e divertente, proprio quello che ci vuole per l’ultima edizione al Palatagliate; chiaro, però, che i due punti restino a Lucca …

QUI REGGIO CALABRIA (a cura di Giuseppe Dattola)

Vigilia di lavoro per la Viola che è pronta all’ultima trasferta stagionale della regular season. Domani il team neroarancio sarà di scena a Lucca in una piazza difficile contro un avversario che gioca una buona pallacanestro su due lati del campo e che ha occupato stabilmente le zone altissime della classifica. Coach Russo ha fatto un ottimo lavoro anche perché ha potuto contare su un organico ben formato con atleti esperti della categoria. L’uomo di punta è stato Parente, ragazzo che ha viaggiato a quasi diciassette punti di media anche se le percentuali hanno un po’ condizionato il suo rendimento. L’ex neroarancio Santarossa è il secondo violino ed assieme a Barsanti dà un mano ad una squadra che non segna tanto ma che difende forte e che ama spezzare il ritmo degli attacchi degli avversari. All’andata, la Viola dovette giocare una grande gara per poter avere la meglio sul team toscano anche se in quel periodo Caprari e compagni lasciavano poco spazio agli avversari dato che stavano portando avanti la grande rimonta invernale. Adesso siamo agli sgoccioli di una regular season lunghissima e che ha tolto tante forze fisiche e mentali alle protagoniste ma adesso serve l’ultimo sforzo perché ci sono due gare da giocare prima di fare alzare il sipario e dare il via ai play-off e play-out. La Viola è pronta e vuole chiudere nel migliore dei modi anche se domani dovrà sfornare un’altra grande prestazione esterna per tornare a casa con una vittoria di prestigio. Otto giorni dunque, dopo di che si tireranno le somme di un’altra annata importante con la società che farà le sue giuste valutazioni dopo aver speso tanto in questo triennio sia dal punto di vista economico che gestionale. Il presidente Muscolino ha fatto un gesto importante dimettendosi a Febbraio e vuole risposte da parte del territorio ma sono discorsi che faremo nei prossimi mesi perché ancora c’è una squadra che vuole vincere queste due gare e dare soddisfazione ad un pubblico che si è riavvicinato con grande entusiasmo a questo glorioso simbolo sportivo. Domani Lucca, domenica prossima Ferrara a Reggio Calabria e poi ci saranno i definitivi verdetti della terza serie del basket nazionale che, l’anno prossimo, cambierà forma e denominazione con la compagine dello stretto che vorrebbe farsi trovare pronta a tutte queste novità con la Viola ad un passo dalla Silver Legadue ma che strizza un occhio ancora ai play-off soprattutto se tornerà dalla trasferta in Toscana con la quarta vittoria consecutiva.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy