Benacquisti Assicurazioni Latina – AD Sant’Antimo : prima portata di menù dai sapori arcani

Benacquisti Assicurazioni Latina – AD Sant’Antimo : prima portata di menù dai sapori arcani

Commenta per primo!

Restando però attenti al solo orizzonte scrutabile e non a quelli astratti mossi dalla stampa facile,il sogno play-off,già spancalato a Trapani,Ruvo di Puglia e Ostuni per favore della matematica,è apparso per i campani sempre più realistico e concretizzabile nel corso di mesi emozionanti,in un oscillazione agrodolce di vittorie decisive e di scongiurabili sconfitte su terreni non proibitivi.
Un cammino dai lineamenti ambigui,insomma,dalle prospettive misteriose e ancora indecifrabili,non soltanto per il valore assoluto delle rivali imminenti,ma anche per la grande capacità delle stesse inseguitrici di non scoraggiarsi,di non abbattersi mai,di rialzare sempre la testa,e di essere sempre lì a pochi passi,pronte a scompaginare uno scenario che segnerebbe il successo di un progetto sportivo ed educativo prima ancora che di una mera iniziativa imprenditoriale.

In questo marasma pronto a scatenarsi,e che potrebbe sugellare piazzamenti inattesi dati da complesse architetture statistiche di confornti diretti o differenze canestri,la lotta salvezza potrebbe persino ritramutarsi in lotta play-off e viceversa,date anche le stringenti norme vigenti su permanenza,playout,e retrocessione diretta , più volte ricordate ( http://it.wikipedia.org/wiki/Serie_A_Dilettanti ).

Questo potrebbe essere il caso calzante per Anagni  (impegnata come detto a Ferentino,e proveniente da un tris aperto con Potenza,Palestrina e Bisceglie,ottenuto con il valore aggiunto del gruppo ,e che lo proietta a un corrente sesto posto,sebbene in condominio),così come per il Latina Basket di coach Luigi Salzano,reduce da un eccellente trend di 3 vinte nelle ultime 4,coronato dalla vittoria con Ferentino per 35 lunghezze,e con quarta vittoria scongiurata da Patti grazie a 5 uomini in doppia cifra,e mediante maiuscole prestazioni di Gullo e Ancelotti,capaci rispettivamente di 37 e 32 di valutazione.

Ed è proprio quest’ultima la prossima avversaria dei bianco rossi. Prossima avversaria che è piuttosto distante per risultati e per ambizioni dai fasti del triennio 2007-2009 (culminato,dopo due anni di lotta play-off,con la effimera promozione in Legadue),ed è stata autrice di un’annata assai alterna,tra ambizioni di coppa (tristemente naufragate in semfiinale due serttimane orsono contro Trento) e piattume in termini di classifica.
Oggi in casa laziale si cerca,con una nuova denominazione (nata per scissione al titolo storico dell’AB Latina),e alla luce di diversi stravolgimenti in un roster tecnicamente esperto e competitivo,di trovare un equilibrio propizio per la salvezza diretta.

La difficoltà della sfida è dimostrata innanzitutto dal precedente stagionale,disputato in casa (79-70),in cui Sant’Antimo,forte di un vantaggio di ben 20 lunghezze, assistette tuttavia ad una apprezzabile rimonta degli ospiti,guidati da Fabio Ruini – trentenne reggiano,nono marcatore del girone con 14,4 punti e il 37% dall’arco in 27 partite – e Cristian Villani, ala già protagonista del rocambolesco sogno promozione di Forlì targato Vem Sistemi nello scorsa stagione,assai propensa al gioco di squadra (3,1 assist a partita) ,dotata di una mano piuttosto educata (59% da 2,34% da 3, 81% dalla lunetta), e capace,sebbene in sole 11 partite,di produrre un buon fatturato offensivo,con circa 12,5 a partita.Il tutto con un minutaggio leggero,di poco o più di 22 minuti.

Tuttavia sono obbligatorie interessanti annotazioni su altri elementi del roster bianco-azzurro,che nello specifico compongono l’asse portante della batteria dei lunghi.Innanzitutto Francesco Amoroso:fratello del più noto Valerio,grande girovago a queste altezze (esperienze a Ostuni,Osimo,Ferentino,Forlì e Cento),è sempre apprezzabile per la sua completezza e versatilità (11,7 punti con 4,7 rimbalzi,con il 37% da 3).D’altra parte Mattia Soloperto,vecchio prospetto di scuola fortitudina proveniente da Trapani,che gode di cifre che sanno di sostanza,di notevole intensità di gioco,anche a sacrificio delle percentuali (12,4 punti con 8 rimbalzi netti,a cui si associa una valutazione media di 15 circa).

Accanto a questo quartetto di riferimento,ruota una panchina di giovani e giovanissimi,per nulla trascurabile,quanto semmai decisiva per il rilancio delle quotazioni dei latinensi:Matteo Rossetti (ex Brescia e Castelletto,guardia con 7,2 punti e 3,9 rimbalzi,benchè un misero 25% da 3),Giovanni Fattori (classe ’85,già ad Osimo e Forlì,7 punti e 4 rimbalzi in 10 partite),Lorenzo Panzini (play ex Sigma Barcellona,4,2 punti con 62% da 2 e 35% da 3),e Frederic Emejuru (2,5 punti + 2,1 rimbalzi in poco o più di 10′ in 22 partite),possono costituire il fattore incertezza in una sfida il cui obiettivo per i campani è avere certezze.

Al pari di quanto traspare dalle dichiarazioni di Filippo Gagliardo, felice papà di una bella bimba da qualche giorno, che prova a tracciare un primo bilancio in casa biancorossa: “ Siamo contenti, ma non appagati; centrato il primo obiettivo della stagione con la salvezza conquistata con largo anticipo, ora ci concentreremo per arrivare ai playoff e dare ancora una bella soddisfazione al pubblico,ed alla società: possiamo ancora far bene,anche se il calendario ci propone tre difficili partite con avversari di valore come Latina, Trapani e Matera; non facciamo calcoli,ed in ogni match daremo il massimo, con la pressione che sarà tutta sui nostri avversari. Siamo un buon gruppo, ben allenato e con grandi motivazioni, poi si vedrà.”

Altre dichiarazioni utili a percepire l’atmosfera che aleggia sui bianco-rossi provengono dal tassello più datato e pregiato del mosaico bianco-rosso,Dante Calabria: “ Siamo contenti di aver centrato il primo obiettivo della stagione con la salvezza conquistata con largo anticipo: ora, ci concentreremo con grande intensità per arrivare ai playoff e dare ancora una bella soddisfazione al pubblico, ed alla nostra società: possiamo ancora far bene, questo è sicuro, anche se il calendario ci propone tre difficili partite con avversari di valore e difficili da affrontare come Latina, Trapani e Matera; non facciamo calcoli, ma in ogni match daremo il massimo, per ottenere il più possibile. Siamo un buon gruppo, lo abbiamo già più volte dimostrato sul parquet con ottimi risultati, ed ogni traguardo è possibile giocando con determinazione e volontà”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy