Black-out Alma negli ultimi 10′: il Rogaska s’impone a Trieste

Black-out Alma negli ultimi 10′: il Rogaska s’impone a Trieste

L’ultimo scrimmage prima dell’esordio casalingo in campionato, il 2 ottobre prossimo contro Treviso, vede l’Alma Trieste ospitare il KK Rogaska, compagine militante nel massimo campionato sloveno.

Commenta per primo!

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – KK ROGASKA  72-76 (23-15, 42-32, 65-50)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica 2, Bossi 5, Prandin 9, Pecile 4, Ferraro 2, E. Gobbato, Green 11, Da Ros 14, Parks 17, Pipitone 2, Simioni 6.  All. Dalmasson  Ass. Praticò, Legovich.

KK ROGASKA SLATINA: Ferme 3, Vujacic, Fon 4, Sakotic 11, Davis 11, Grusovnik 2, Kavas 8, Djuranovic 15, Johns 14, Santelj 8.  All. Novakovic

L’ultimo scrimmage prima dell’esordio casalingo in campionato, il 2 ottobre prossimo contro Treviso, vede l’Alma Trieste ospitare il KK Rogaska, compagine militante nel massimo campionato sloveno.

Alma in quintetto con Bossi, Green, Parks, Da Ros e Pipitone, ospiti in campo con Davis, Ferme, Grusovnik, Kavas e Djuranovic.

La prima giocata offensiva vede Kavas a bersaglio dalla media, seguito da un viaggio in lunetta da 1/2 ad opera di Djuranovic. Trieste trova il canestro con un arresto e tiro di Bossi, seguito da un fade-away di Parks, sorpasso giuliano (4-3) dopo 2′ di gioco. Alternanza che prosegue con una rubata e due punti facili firmati Djuranovic, ancora a bersaglio poco dopo, in risposta ai primi punti di Da Ros (6-7 al 4′). Djuranovic ancora perentorio in fase offensiva, Dalmasson inserisce Simioni per Pipitone, il giovane centro biancorosso risponde subito con due punti. Da Ros ispirato dalla media, quattro punti consecutivi per lui, dalla parte opposta è però Kavas a trovare il canestro pesante, al 6′ è parità (12-12). Coach Novakovic dà respiro a Djuranovic inserendo Taylor Johns, in vantaggio però torna Trieste con un 2/2 ai liberi di Simioni. Ancora cambi nel Rogaska, Ferme e Grusovnik cedono il posto a Fon e Sakotic, ma è ancora l’Alma ad allungare, grazie a tre liberi consecutivi mandati a segno da Da Ros, cui segue un alley-oop Green-Parks che fa alzare in piedi tutto il pubblico (19-12 al 7′). Johns trova il primo punto dalla lunetta, la risposta biancorossa si manifesta grazie a un caparbio appoggio alla tabella di Green. Alle soglie dell’ultimo minuto l’Alma vola al vantaggio in doppia cifra con un canestro di Simioni, Santelj riporta gli ospiti a -8 sull’azione seguente, prima che Davis ceda il posto a Ferme. Il quarto si chiude senza ulteriori punti a referto, al 10′ é 23-15 Alma Trieste.

I biancorossi approcciano al secondo periodo con Prandin, Green, Parks, Da Ros e Simioni, gli ospiti replicano con Ferme, Fon, Sakotic, Santelj e Johns. Primi punti del quarto griffati Prandin, Johns risponde subito dopo con un terrificante tap-in. Nell’Alma esce tra gli applausi Da Ros, fa il suo esordio in campo capitan Coronica. Poco dopo escono anche Simioni e Green, sostituiti da Pipitone e Pecile, mentre il Rogaska dà respiro a Ferme Johns, riproponendo Davis e Djuranovic. 2/2 ai liberi per Santelj, dalla parte opposta Parks riporta subito Trieste a +10 (29-19 al 14′). Santelj cede il posto a Kavas, con Davis che trasforma un antisportivo, ancor più proficuo per gli ospiti dopo la tripla di Kavas (29-24 al 15′). Parks cede il posto a Da Ros, il quintetto “All Italians” dell’Alma manda a referto i primi punti con un canestro pesante di ‘Bobo’, ospiti di nuovo a -8 (32-24 al 16′). Dalmasson richiama in panchina il capitano, sul parquet fa il suo ingresso Ferraro, mentre il Rogaska si porta a due possessi dai biancorossi grazie ai liberi di Djuranovic. Scappa ancora Trieste, parzialino di 4-0 firmato Da Ros-Pecile, dalla panchina rientra nel frattempo Green, gli cede il posto Ferraro. Prova a riavvicinarsi la squadra ospite con un bel back door Fon-Djuranovic, Pecile risponde subito con una grande penetrazione (38-28 al 19′). Ultimo minuto del primo tempo che inizia con il cambio Bossi-Prandin da una parte, Johns-Kavas dall’altra. Arresto e tiro vincente di Fon, risposta biancorossa grazie al tap-in di Pipitone, vantaggio sempre a cavallo della doppia cifra. Gli ultimi 10″ vedono il preciso viaggio in lunetta di Davis, proprio sulla sirena arriva tuttavia il guizzo di Green, squadre all’intervallo lungo sul 42-32 Alma Trieste.

Si riprende a giocare, biancorossi sul parquet con Bossi, Green, Parks, Da Ros e Simioni, Rogaska che risponde presentando Davis, Ferme, Grusovnik, Djuranovic e Kavas.

Negli ospiti continua a brillare Djuranovic (quattro punti consecutivi), l’Alma tiene a distanza gli avversari con Da Ros e un autocanestro, prima che Green mandi all’appoggio in solitaria Prandin, appena entrato per Bossi (48-36 al 23′). Trieste aggiorna il massimo vantaggio con un tap-in di Parks (doppia cifra per lui), rintuzzato poco dopo da un contropiede vincente di Kavas. Green regala spettacolo con una schiacciata più gioco da tre punti completato, recapitando subito dopo a Parks il comodo appoggio del nuovo massimo vantaggio Alma (55-38 al 25′). Coach Novakovic chiede minuto e i suoi rispondono bene, complice una tripla di Sakotic, annullata tuttavia pochi istanti dopo da un gioco da quattro punti di Green, richiamato tra gli applausi da Dalmasson per far rientrare Pecile. Parks porta l’Alma al ‘ventello’ di vantaggio, per poi uscire tra gli applausi a beneficio di Ferraro. Il Rogaska tenta di ricucicre un minimo il gap con un bel sottomano di Davis, ma proprio Ferraro risponde con la stessa moneta dalla parte opposta (63-43 al 28′). Nuovo massimo vantaggio Alma con una sospensione vincente di Prandin, gli ospiti rispondono con un controparziale di 7-0 firmato Davis-Johns-Santelj, al 30′ é +15 Trieste (65-50).

Gli ultimi 10′ vedono l’Alma in campo con Bossi, Pecile, Parks, Ferraro e Pipitone, gli ospiti rispondono con Ferme, Fon, Sakotic, Santelj e Johns. Botta e risposta Sakotic – Parks da oltre l’arco, mentre Coronica rientra in campo al posto di Ferraro. Santelj schiaccia a una mano dopo un bell’alto-basso con Ferme, dopo un primo minuto gradevole non si segna per quasi 2′, Dalmasson chiama time-out (68-55 al 33′). Il Rogaska mette in campo il massimo sforzo per rientrare in gara pressando e raddoppiando a tutto campo, Sakotic conquista tre liberi mandandone a segno due. Ospiti capaci di rientrare sotto la doppia cifra con un parziale complessivo di 11-0, certificato da quattro punti consecutivi di Johns, Dalmasson ferma nuovamente il gioco (68-61 al 34′). Rogaska ancora sugli scudi con una schiacciata a una mano di Johns, mentre nei biancorossi esce Coronica per Gobbato. Ancora Johns a una mano, il quarto periodo vede gli ospiti con una marcia in più, Sakotic trova in transizione la tripla della parità (68-68 al 37′). Si rivede Green per Pecile, Bossi spezza il parzialone avversario con una bomba, ma Ferme impatta subito dopo dall’angolo, seguito da Djuranovic che completa il sorpasso appoggiando alla tabella. Da Ros viaggia al cinquanta per cento dalla lunetta, si entra nell’ultimo minuto con gli ospiti avanti, possesso pieno materializzato dai liberi di Fon (72-75 al 39′). Un attacco vanificato per parte, l’ultimo pallone vede libero Green da oltre l’arco ma la tripla trova il primo ferro, fallo di quest ultimo a 3″ dal termine, a Johns basta un libero per certificare il successo ospite in rimonta (72-76).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy