Bondi Ferrara, l’ultima a Brescia e poi sarà rivoluzione

Bondi Ferrara, l’ultima a Brescia e poi sarà rivoluzione

Grandi manovre estive previste per i biancoazzurri, i lombardi invece cercano conferme per i playoff

Commenta per primo!

Si chiuderà domenica al centro sportivo San Filippo la stagione dei biancoazzurri che non hanno più nulla da chiedere a differenza della Leonessa che vuole una vittoria per assicurarsi la migliore posizione possibile ai playoff. Quella di Ferrara verrà ricordata come una stagione mediocre e con pochissimi acuti dove il buon ruolino fuori casa (7 vinte e 7 perse) ha cozzato contro le tantissime sconfitte casalinghe (ben 8), un deciso passo indietro rispetto agli ultimi anni per una squadra che non è mai veramente riuscita a far breccia nel cuore dei propri tifosi. Gli errori estivi di costruzione del roster sono stati pagati a caro prezzo sia sul campo che a livello economico visti i grandi sforzi che la dirigeza ha dovuto fare per aggiustare la squadra cammin facendo. Fallita quindi anche la seconda ‘era Morea’, in estate il presidente Bulgarelli ha già annunciato una rivoluzione per riportare la barca sulla giusta rotta. Sarà da valutare la posizione del d.s Pasi che ha un contratto in scadenza, si dovrà scegliere un allenatore con esperienza (piace Trullo) mentre dell’attuale roster non dovrebbe rimanere nessun superstite. Domenica la Bondi andrà a Brescia senza particolari stimoli e senza Ike Udanoh passato a Mantova dopo due mesi più che positivi (ma inutili) a Ferrara.

La squadra di coach Diana è al terzo posto a soli due punte dalla coppia Mantova-Treviso in testa alla graduatoria e viene da un periodo positivo di tre vittorie consecutive. Brescia sta gradualmente recuperando il playmaker Juan Fernandez (10.6 punti, 2.4 rimbalzi e 4.4 assist) dall’infortunio, è quindi legittimo pensare ad un aumento di minutaggio rispetto ai 14 minuti giocati a Jesi. La guardia titolare sarà il tiratore Mirza Alibegovic (11.5 punti e 4.1 rimbalzi) mentre lo spot di ala sarà occupato da David Moss (11.7 punti, 9 rimbalzi e 3.7 assist), vero e proprio colpo di mercato della Leonessa. Sotto canestro ci sarà tutta l’esperienza del centro Alessandro Cittadini (10 punti e 5.5 assist) ed il talento dell’ala forte Damian Hollis (16.3 punti e 7.4 rimbalzi). Dalla panchina coach Diana può contare su due elementi di assoluto spessore come il playmaker Marco Passera (4.3 punti, 1.9 rimbalzi e 2.5 rimbalzi), la guardia-ala Franko Bushati (7 punti e 3.1 rimbalzi) ed il lungo Davide Bruttini (6.2 punti e 3.9 rimbalzi), senza tralasciare il giovane Leonardo Totè (1.9 punti).

Nella gara di andata Brescia si impose al Pala Hilton Pharma per 73 a 79 con uno spettacolare Fernandez da 24 punti, 3 rimbalzi e 4 assist.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy