Chieti pensa già ai play-out, ma con Bari è altro scontro diretto

Chieti pensa già ai play-out, ma con Bari è altro scontro diretto

La regular season 2012/13 è quasi giunta al termine ormai, con 4 match rimasti da giocare più eventuali play-out e play-off e la BLS Chieti si trova a dover affrontare una situazione abbastanza difficile. Nella pre-season molti speravano e credevano nei play-off con un team di tutto rispetto e invece oggi, alla XXXV giornata di DNA, la squadra di Coach Domenico Sorgentone si ritrova a dover lottare per i play-out, occupa la quindicesima posizione nella classifica generale, con 26 punti sulle spalle e a sole quattro lunghezze dalla nona posizione. Questi ultimi 4 scontri saranno come quattro finali, anche se per la BLS i match saranno 3 più precisamente poiché nella XXXVII giornata la squadra teatina sarà di riposo, inoltre di questi tre solo uno sarà dinanzi agli occhi del proprio pubblico. Insomma non proprio una situazione favorevole, ma come ci hanno ben abituati i ragazzi biancorossi sognare è sempre possibile.

Per questa giornata Chieti ospiterà nel proprio Palazzo la squadra pugliese, la Liomatic Group Bari, che si trova ad occupare la tredicesima posizione in classifica con 28 punti realizzati sin qui, dunque sarà un match importantissimo per entrambi i team, da una parte la squadra di casa che con un eventuale successo andrebbe a risalire di qualche posizione e sicuramente verrebbe iniettata una gran dose di fiducia nelle vene dei ragazzi teatini chiudendo con una vittoria la regular season dinanzi agli occhi del proprio pubblico; dall’altra parte la Liomatic Bari che con una vittoria allungherebbe sulle inseguitrici e potrebbe credere anche alle nona o addirittura ottava posizione, è ancora tutto aperto.

La squadra barese e Coach Giovanni Putignano possono contare su un buon team formato dal play Antonio Ruggiero (miglior realizzatore della squadra con 16 punti di media e 1 assist a partita); il lungo Luca Bisconti (206 centimetri di altezza, viaggia con una media di 13 punti, 7 rimbalzi, 4 falli subiti e un assist a match); la guardia Daniele Bonessio (classe ’88, viaggia a una media di 11 punti, 7 rimbalzi, 4 falli subiti e un assist a match); Simone Bonfiglio (play classe ’88, viaggia a una media di 10 punti, 4 falli subiti e 2 assist a partita); Tommaso Laquintana (giovane di grandissime prospettive, classe’95, play che viaggia a una media di 8 punti, 4 falli subiti e un assist a match); Marco Cardillo (ala piccola che viaggia a una media di 7 punti, 5 rimbalzi e un assist a match); poi a seguire Barozzi, Didonna, Tomasello e Giannini, utilissimi per far rifiatare il quintetto base. La Liomatic Bari viaggia a una media del 48% dai due punti ed il 38% dalla lunga distanza per un totale del 45% dal campo.

La squadra di casa invece colpita da perenni infortuni soprattutto in questa fase cruciale del campionato dovrà fare a meno di Simone Gatti e si spera nel recupero di Manuel Diomede. Coach Domenico Sorgentone potrà contare sul lungo Emanuele Rossi (uno dei migliore di tutto il campionato, viaggia a una media di 14 punti, 11 rimbalzi, 5 falli subiti, un assist e una stoppata a match); Marko Micevic (acquistato a metà campionato, il giocatore ex Latina si sta dimostrando fondamentale nelle file teatine, viaggia a una media di 15 punti, 6 rimbalzi, 4 falli subiti e un assist a partita); Andrea Raschi (il cervello di questa squadra, 14 punti di media 4 rimbalzi, 5 falli subiti e 3 assist a match); Fabrizio Gialloreto (che con le sue triple può cambiare la partita da un momento all’altro, viaggia a una media di 11 punti e un assist a match); il capitano Stefano Rajola (play di grande esperienza, viaggia a una media di 8 punti e 3 assist a match); e per offrire fiato ai titolari i giovani Bolletta, Spera e Severini. La BLS Chieti tira con il 49% dai due punti ed il 39% dalla lunga distanza per un totale del 46% dal campo.

Insomma il match di Giovedi 25 Aprile sarà la prima delle tre finali che aspetteranno i ragazzi teatini, dunque ci aspetterà sicuramente una vera e propria battaglia sul parquet. Aspettiamo solo la palla a due.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy