Chieti: prova di maturità contro Agrigento

Chieti: prova di maturità contro Agrigento

La sesta giornata di LegaDue Silver vedrà la Proger affrontare al PalaLeombroni di Chieti la Fortitudo Agrigento.

Match che si prospetta molto avvincente tra due squadre vogliose di punti. Da una parte c’è la squadra di casa che arriva da una grandissima vittoria lontano dal proprio parquet contro Corato per 79 a 85, dopo che nella quarta giornata aveva incassato la prima sconfitta al PalaLeombroni con un over time contro l’Acmar Ravenna (prima nel campionato). La Proger è alle prese anche con molti infortuni: Edoardo Di Emidio (distorsione alla caviglia, assente dal 20 Ottobre), Showron Glover (frattura alla mano e dovrà stare fermo per almeno 30 giorni), Davide Cesana (influenzato da 10 giorni) e Agostinone (anch’egli influenzato). Infatti l’appello di tutta la società ai tifosi è forte, biglietti a 1 euro per riempire il PalaTricalle, per superare il record di 1700 spettatori e per sostenere a gran voce la squadra biancorossa nonostante gli infortuni. La squadra teatina si trova seconda nella classifica generale del campionato a 6 punti, con 3 vittorie sui 5 match disputati finora.

Dall’altra parte troviamo la Fortitudo Agrigento, 4 punti realizzati fino a qui, con due vittorie su 5 match disputati, arrivate entrambe tra le mura di casa, nella prima e nella quarta giornata di campionato. La Moncada giunge al match dopo la sconfitta rimediata a Ferrara per 73 a 51. La squadra siciliana è guidata da coach Franco Ciani ( grande esperienza nella massima serie con Cantù, Gorizia e Livorno, ha vinto una Coppa Italia LNP, una promozione in serie D, 2 in serie B d’Eccellenza e 2 in DNB ed una anche in serie A2). A disposizione di coach Ciani c’è un buonissimo roster composto per la maggior parte dai giocatori che hanno affrontato anche il campionato DNB con la squadra siciliana e solo pochi innesti: Kwame’ Vaughn (il play-maker stile USA, proveniente dalla NCAA, classe ’90, viaggia a una media di 15 punti a partita, il suo miglior risultato personale finora dal punti di vista realizzativo è stato nella seconda giornata contro la Viola Reggio Calabria, con 27 punti messi a referto); Manuele Mocavero (ala/centro di 205cm di altezza, acquistato dalla LegaDue, in cui giocava con il Barcellona, viaggia a una media di 13.5 punti a match e 9 rimbalzi presi); e Alessandro Piazza (play classe ’87, proveniente dalla Viola Reggio Calabria, viaggia a una media di 8 punti e 6 assist a match). Questi i nuovi acquisti della Moncada. Mentre la parte di team del tutto riconfermato è composto da: Fabio Mian (la giovane guardia classe ’92 viaggia a una media di 15 punti e 2 assist a match); Vincenzo Di Viccaro ( ala di 192cm di altezza che viaggia a una media di 7 punti a partita); Albano Chiarastella (ala grande di 200cm di altezza, viaggia a una media di 8 punti e 6 rimbalzi a partita); e poi a seguire Giuseppe Anello (play classe ’88 e 1.6 punti a match); Quirino De Laurentis (ala/centro classe ‘ 92, viaggia a una media di 3 punti e 3 rimbalzi a match); e Michele Giovanatto ( ala grande con 2 punti di media e 2 rimbalzi).

La Proger e coach Nino Marzoli, nonostante gli infortuni, potranno contare sulla coppia di lunghi Soloperto-Shaw, che si sta dimostrando molto prolifera dal punto di vista del gioco e dal punto di vista realizzativo; sulle giocate intelligenti del “professore” Andrea Raschi; sulle triple fulminee del capitano Fabrizio Gialloreto; sulle penetrazioni e i piazzati di Manuel Diomede e Comignani e sulla panchina composta da Marchetti, Cinalli, Mavelli e Bini, che dovranno far rifiatare i titolari durante il match. E si potrà sfruttare anche il calore del PalaTricalle, che fino ad ora si è dimostrato vicinissimo al proprio team con la presenza media di 1600/1700 spettatori a match. La voglia di riscattare il proprio parquet, dopo la sconfitta contro Ravenna, per la Porger è tanta ed è tanta anche la voglia di ringraziare i propri tifosi con successi per il sostegno che stanno dando. Domenica sarà importantissimo conquistare i due punti per continuare la strada verso la salvezza e per rinvigorire di fiducia ed entusiasmo le vene dei giocatori. È tutto pronto dunque. Aspettiamo solo che venga lanciata palla a due.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy