De’ Longhi Treviso-Assigeco Piacenza: la sala stampa

De’ Longhi Treviso-Assigeco Piacenza: la sala stampa

Parole cariche di insoddisfazione quelle pronunciate da coach Zanchi che rifletterà sul suo futuro con la società dopo questa partita; mentre Pillastrini esalta la prova corale dei suoi che sembrano essersi sbloccati a livello mentale dopo un avvio stentato.

di Marco Novello

Eric Lombardi (giocatore Treviso Basket): “Siamo tutti molto soddisfatti della partita giocata e del risultato ottenuto; la dobbiamo archiviare in fretta perché da ora si pensa alla prossima contro Bergamo. Bisogna mantenere la stessa energia e la stessa mentalità vista oggi in campo; andare a Bergamo con questa faccia tosta per fare una buona partita. Era da un po’ che non avevo più fiducia nel mio tiro, ora sta tornando; fiducia nel tiro, nei compagni, nell’ambiente e tutto questo mi ha permesso di mettere a segno le tre triple. L’energia vista stasera è quella che dovremo portare sempre in campo partita dopo partita fino a fine campionato.”

Gherardo Sabatini (giocatore Treviso Basket): “E’ un terzo passo per arrivare fino in fondo, abbiamo ritrovato fiducia ed ora è il momento di tornare a lavorare duro in palestra, non dobbiamo accontentarci. Oggi ci è andato bene quasi tutto, partendo da una difesa aggressiva l’attacco, poi, è venuto di conseguenza. Dobbiamo essere solidi giorno dopo giorno e cominciare a vincere partite in cui non segniamo tanto come oggi, mantenendo però questa continuità. Siamo una squadra costruita per stare nel lotto di quelle da PO, ora bisogna accorciare il terreno perso in precedenza.”

Andrea Zanchi (allenatore Assigeco): “Innanzitutto bisogna fare i complimenti a Treviso per la partita giocata stasera, noi purtroppo abbiamo un problema che si ripete in certe partite, spariamo dal campo non appena ci mettono un po’ di più le mani addosso, non appena la squadra avversaria comincia ad usare un po’ di più il fisico noi usciamo dalla gara. E’ stata la peggior partita che io abbia allenato, non mi è piaciuto nulla stasera, l’atteggiamento, la voglia di rimanere attaccati agli avversari, nulla. Mai mi sarei aspettato, dopo la bella vittoria a Ferrara, una figuraccia del genere. Atteggiamento non accettabile, da perdenti, non si viene a Treviso per vincere segnando un punto in più. Dovrò parlare con la società dopo stasera per il da farsi nel resto del campionato.”

Stefano Pillastrini (allenatore Treviso Basket): “Eravamo molto tesi all’inizio, eravamo poco efficaci e abbiamo sbagliato molto dal campo ma anche dai liberi, mi pare ad un certo punto non avessimo nemmeno il 50%. Non ci dobbiamo illudere, la strada da qui ai PO è ancora molto lunga e dobbiamo recuperare molto terreno perso in precedenza. Stasera non ci siamo depressi quando non ci entravano i tiri e questo ha fatto la differenza rispetto ad altre partite in cui lo stesso non si segnava, ma si riusciva a rimaner attaccati nel punteggio. Sabato prossimo abbiamo una partita contro una squadra con motivazioni fortissime e sarà una battaglia che dovremo vincere per dare continuità a queste vittorie e se vogliamo stare attaccati al treno dei primi otto. Stiamo diventando più compatti, la questione mentale per noi è molto importante e lo si e visto in molte giocate stasera quando siamo liberi di mente ci esprimiamo al meglio. Mi aspetto un girone di ritorno tostissimo, dobbiamo meritarci i PO e recuperare il gap che si è formato in quello d’andata.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy