DNA Play-Out, Ferrara-San Severo: una serie che vale un futuro

DNA Play-Out, Ferrara-San Severo: una serie che vale un futuro

Commenta per primo!

QUI FERRARA (a cura di Andrea Mainardi)

A Ferrara sale la febbre per i playout che cominceranno domenica al Palacarife, oltre 500 tagliandi sono stati già staccati nel primo giorno di prevendita da parte del pubblico ferrarese che andrà a creare sicuramente una cornice degna di questo evento. I biancoverdi, che troveranno San Severo sulla propria strada, arrivano in buone condizioni psicofisiche a questa serie playout; i ragazzi di coach Furlani infatti hanno chiuso la stagione regolare con tre vittorie consecutive lasciandosi alle spalle gli alti e bassi che hanno caratterizzato il campionato della Mobyt.

IL ROSTER BIANCOVERDE – Per Ferrara sarà come sempre fondamentale l’asse play-pivot formato da capitan Ferri (12.5 punti, quasi 4 rimbalzi e 2 assist di media) e da Michele Benfatto (oltre 15 punti, 8 rimbazi, e 19.5 di valutazione media). L’esterno pesarese è fondamentale per coach Furlani che lo lascia in campo per tantissimi minuti (oltre 35 di media) venendo ripagato da tanta leadership e sangue freddo (88% ai liberi); il lungo invece si è consacrato come uno dei migliori centri (se non il migliore) del campionato ed il duello con il pariruolo avversario Iannilli sarà di certo una delle chiavi di volta di questa serie. In quintetto troviamo anche la guardia Valerio Circosta (oltre 10 punti di media), “undersize” per il suo ruolo ma capace di trovare giocate estemporanee che possono cambiare l’inerzia di una gara; proseguendo troviamo le ali Simone Cortesi (10 punti, 5 rimbalzi e quasi 3 recuperi di media) ed Andrea Campiello (9 punti e 5 rimbalzi di media), saranno loro a guidare la squadra in difesa essendo questa la loro specialità. Una delle qualità di Ferrara ultimamente è stata quella di trovare un grande apporto dai giocatori provenienti dalla panchina: su tutti spicca il recente acquisto dell’ala scuola Virtus Bologna Giulio Gazzotti (oltre 8 punti e 4 rimbalzi di media ) che ha portato intensità oltre ad allungare di diversi centimetri i possibili quintetti biancoverdi. Sempre dalla panchina esce anche Gabriele Spizzichini(8 punti, 3 rimbalzi e 1 assist di media) arrivato per essere il fiore all’occhiello della squadra il giovane romano ha visto il suo ruolo ridimensionarsi a causa di alcune prestazioni deludenti. Completano il roster i giovani Giulio Castelletta e Simone Casati, il primo è un centro di belle speranze che è migliorato costantemente quest’anno ed il secondo e un play-guardia che garantisce velocità e tiro dalla lunga distanza.

UP AND DOWN – Dopo un inizio di stagione promettente Ferrara è entrata in un tunnel fatto di prestazioni negative che ha portato all’esonero di Alberto Morea, dopo la scorsa trionfale stagione quindi è stato richiamato coach Furlani che ha avuto la capacità di mantenere la squadra in rotta pur con qualche sbandamento dandole la possibilità di raggiungere l’obbiettivo prefissato (la Silver league). I biancoverdi sono stati capaci di battere le prime tre squadre in classifica ma anche di perdere sanguinose partite in casa come quelle contro Recanati, Latina e Mirandola mostrando una tenuta mentale decisamente instabile; Ferrara in sostanza è una compagine che basa gran parte del proprio gioco sulla difesa, rimbalzi (quasi 40 di media) e recuperi (16 di media) danno in là a transizioni offensive che portano punti facili. L’attacco (84.7 punti di media) a difesa schierata invece è andato spesso in sofferenza, quando gli esterni non segnano (32% da tre in stagione) infatti si è spesso cercato un gioco interno su Benfatto e Campiello neutralizzato dai raddoppi dei giocatori avversari; l’arrivo di un tiratore come Circosta quindi ha in parte risolto il problema aumentando il numero di punti realizzati dalla squadra aprendo maggiormente la proverbiale “scatola”.

I PRECEDENTI – Durante la stagione regolare la Mobyt ha battuto San Severo al Palacarife (81-58) ma poi ha perso il ritorno in Puglia (86-85); queste due partite posso essere prese certamente come spaccato della stagione biancoverde: all’andata si trattò di una vittoria facile con tanta difesa (47 rimbalzi e 21 recuperi) e con gli esterni che colpivano a ripetizione ( Cortesi 17 punti e Ferri 21); la gara di ritorno invece fu una delle tante vittorie sfuggite a Ferrara sul filo di lana, il giallo-neri vinsero con merito mettendo in campo tutto il loro potenziale offensivo ( 5 giocatori in doppia cifra) rappresentato dalla fisicità di Iannilli e dal talento di Gueye.
Ferrara quindi sembra avvantaggiata sotto canestro dove Benfatto e Campiello possono mettere Iannilli in grande difficoltà, d’altro canto sugli esterni Cortesi si dovrà occupare di Scarponi lasciando a Circosta e Ferri il compito di vedersela con l’atletismo superiore di Gueye.

QUI SAN SEVERO (a cura di Angelo Petrucci)

Il clima in capitanata non è dei migliori: è di ieri infatti una lettera aperta pubblicata in esclusiva dalla testata www.sportando.net, indirizzata alla società e scritta dalla squadra di cui si fa portavoce capitan Scarponi. Nelle righe redatte dai giocatori in giallonero si chiede alla società ed alla proprietà di onorare gli impegni (economici e non) stabiliti, in modo tale da garantire i rimborsi ed il rispetto della dignità anche con l’aiuto di F.I.P., Lega ed Associazioni di Giocatori. I giocatori però ci tengono a precisare che nonostante tutto da parte loro ci sarà il solito massimo impegno profuso in campo onorando gli impegni accordati sin dall’inizio della stagione.

L’ultimo impegno preso è proprio quello di lottare per vincere questa serie play-out contro Ferrara e mantenere così la permanenza in categoria, sarà difficile visto che il fattore campo sarà avverso, visti i piazzamenti in graduatoria delle due squadre (Ferrara 12a con 32 punti e San Severo 17a con 22 punti), per la precisione Ferrara disputerà in casa gara-1 domenica 19 maggio alle h.18:00, gara-2 martedì 21 maggio alle h.21:00 ed eventuale gara-5 mercoledì 29 maggio alle h.21:00, mentre la Cestistica sfrutterà il calore del proprio pubblico per gara-3 prevista per venerdì 24 maggio alle h.21:15 ed eventuale gara-4 domenica 26 maggio alle h.18:00.

La EnoAgrimm approda così ai play-out col rientro di Maggio (9.9) già testato nell’ultima gara di campionato che si avvicenderà con Zampolli (9.8) e coi probabili rientri sotto le plance di Iannilli (14.1) e Del Brocco (7.2), senza tralasciare le giocate di Gueye (14.5), i punti importanti di Scarponi (14.3), del giovane promettente Sirakov (8.0) e dell’altrettanto giovane ed in vertiginosa crescita De Paoli (4.0) che contro Treviglio ha dato largamente il meglio di sé realizzando ben 21 punti, 2 palle rubate, 2 stoppate, 4 assist e 9 rimbalzi per un totale di 32 di valutazione.

Ricapitolando c’è da alimentare un barlume di speranza per i tifosi gialloneri, vista la prova contro Treviglio da tenere come garanzia del fatto che sia più che possibile vincere la serie contro la squadra estense e restare in DNA.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy