DNA Play-Out, Recanati – Perugia: obiettivo salvezza, in una serie per nulla scontata

DNA Play-Out, Recanati – Perugia: obiettivo salvezza, in una serie per nulla scontata

QUI RECANATI (a cura di Fabrizio Carbonetti)

Tutto da rifare, si riparte da zero. I play out sono tutta un’altra storia rispetto al campionato e sulla distanza di 5 possibili gare, con intervallo una dall’altra di appena 48 ore, può accadere di tutto.

Dunque coach Coen guarda al primo confronto contro la Liomatic Perugia come ad un nuovo campionato in cui bisogna costruire la salvezza. Massimo rispetto per l’avversario che nonostante l’ultimo posto in classifica, si gioca il tutto per tutto ed in questa funzione, sapendo da settimane di essere condannati ai play out, gli umbri si sono preparati e l’ultima gara contro Lucca è stata una bella prova generale in tutti in sensi con un testa a testa fino alla fine, carica nervosa compresa (espulso Chiarello).

Si è maggiormente spremuta Recanati che fino all’ultimo ha inseguito la salvezza diretta. Sul piano delle energie e della tensione profusa in quest’ultimo mese, leopardiani maggiormente impegnati e con un risultato clamoroso sfiorato per un nonnulla. Perugia ha pensato più ad un lavoro per arrivare fresca e motivata ai play out.

Serie di confronti per stabilire chi “rimane/sale” in Lega2 Silver e chi retrocede in DNB, in cui vale non solo il tasso tecnico ma anche chi avrà più energie fisiche e mentali da distribuire.

Perugia ha fatto sempre soffrire Recanati in questa stagione. All’andata successo della Liomatic 64-57 con Recanati che non giocò un’eccelsa gara. Cutolo 19 punti, Poltroneri 17 e Meschini 11 castigarono Pierini & c..

Ritorno con Recanati che vince 62-55 ma con tanta sofferenza tanto che a pochi minuti dalla fine gli ospiti erano rientrati in partita. Perugia che in quell’occasione giocò senza Chiarello e Poltroneri. Cutolo 15 e Chiatti 11 furono i top scorer ospiti.

Uno sguardo complessivo ai numeri della regular season danno un sostanziale equilibrio nelle difese coon Recanati che subisce 2465 punti, Perugia 2461. Sono invece 220 i punti di vantaggio di Recanati su Perugia in fase offensiva.

La FIP intanto ha diramato gli orari ufficiali: le gare domenicali sono fissate alle 18, le infrasettimanali alle 20.30.

Recanati parte con le prime due in casa, domenica 19 e martedì 21; poi doppia trasferta a Perugia venerdì 24 e domenica 26. Se le cose fossero ancora “in discussione”, quinta e decisiva partita a Recanati mercoledì 29.

Apprensione comunque in casa leopardiana per le condizioni di capitan Pierini e di Tagliabue alla vigilia del primo confronto play out in casa contro la Liomatic Perugia degli ex Chiarello e Mei, con un Poltroneri che ha chiuso la stagione in testa alla classifica dei marcatori con una media di 19.60 punti a gara.

Per Tagliabue, a riposo nella trasferta di Torino, recupero certo, mentre per Pierini tra oggi e domani il responso per quella che si spera sia solo una contrattura e non uno stiramento.

Coen sta lavorando molto sul piano dell’approccio mentale alla gara invitando ripetutamente i suoi a considerare che da domenica si azzera tutto, che Perugia venderà cara la pelle e che per i play out ha avuto tanto tempo in più per prepararsi sapendo con largo anticipo di esservi destinata, mentre Recanati si é spesa fino alla fine per centrare la salvezza diretta, rimasta appena un gradino sopra.

In proiezione di una sfida che può durare fino alla fine, importanti sono le cifre individuali.

Le statistiche delle Top20 di specialità ci dicono che Recanati è fuori con suoi giocatori da quelle di valutazione, rimbalzi totali, palle recuperate, stoppate subite, falli subiti, tiro da due, tiri totali.

Entrano Pierini, 15° con 19.60 punti di media tra i realizzatori, Gnaccarini al primo posto per i sempre in campo con 35’ 56”. Tagliabue per le stoppate date è 13° mentre Pierini 7° per i falli fatti. Tripletta nel tiro da tre con 8° Pierini (39.13%), 9° Tagliabue (38.96%) e Tessitore 19° (36.84%). Cantagalli chiude al 7° posto con 86.55% ai liberi.

Entrando più nel dettaglio, il migliore di Recanati in valutazione è Castelli con 14.2. Nel tiro da due Maganza con il 58.8%. Con 44.1% Pierangeli nel tiro da tre mentre ai liberi con l’86.55%, Cantagalli, Nel computo dei tiri totali con il 57% Maganza. Rimbalzista top, Tagliabue.

Alcune curiosità nell’analisi delle gare interne e quelle sui parquet avversari.

In casa capitan Pierini il più costante con 15.20 punti di media, inseguito a quota 15 punti da Castelli che con 18 di valutazione risulta il migliore fra le mura amiche davanti a Maganza, 14.5.

Si conferma cecchino anche fuori casa “Attila” Pierini con una media punti di 14.1 contro i 12.8 di Castelli. In termini di valutazione, il migliore è Tagliabue 12.5 di media seguito da Castelli a 11.4.

QUI PERUGIA (a cura di Daniele Monacelli)

Mancano due giorni a gara 1 dei play-out che determinerranno la permanenza nella futura Legadue Silver e la inevitabile “retrocessione” in terzo campionato.

L’avversario della Liomatic Perugia è Recanati, squadra che per un soffio ha evitato la salvezza diretta classificandosi 11°: i precedenti corrispondono al 25 Novembre a Perugia dove i grifoni si imposero 64-57 che l’ha vista rimanere  in vantaggio da subito, guidati dai 19 punti di Cutolo, dai 17 di Chiarello e 
dagli 11 di Meschini, alla sua miglior partita stagionale. La gara di ritorno è  stata vinta dai marchigiani col punteggio di 62-55 sugli scudi di Cantagalli e Castelli, ma Perugia vantava assenze pesantissime come Chiarello e Poltroneri, eppure a 1 minuto dalla fine la gara era ancora incerta.  

Avversario dunque tutt’altro che proibitivo nonostante il periodo negativo  degli umbri; la squadra ha ritrovato da poco il suo leader Poltroneri mentre il  morale non è alle stelle visto l’ultimo posto in classifica e le 8 sconfitte  consecutive, ma ai playout queste statistiche non si contano e bisogna pensare  solo a vincere le partite.

Perugia avrà bisogno dunque di almeno una vittoria esterna per ribaltare il  fattore campo ed avrà la possibilità di farlo Domenica in gara 1 o Martedì in gara 2 per aver la possibilità di chiudere la serie al Palaevangelisti, sarà  importante ritrovare il Poltroneri capocannonieri però ben supportato dal 
reparto guardie, dotate di punti sulle mani come Mei (11.6 punti) Cutolo (9.6)  e Chiatti (8.9); per i lunghi Chiarello e Bonamente ci sarà un bel da fare  contro Attili o Pierini. La chiave sarà anche la prestazione dei giovani, che  quando sono riusciti a dare il loro contributo Perugia è riuscita sempre, o 
quasi, a spuntarla.

Ora possiamo solo gustarci il fascino della post-season.

Intanto ricordiamo che Recanati, sulla sponda perugina, “vigilato speciale” sarà Poltroneri che nonostante la sua squadra sia finita ultima ha vinto la classifica marcatori della DNA con una media punti di 19.60 (44.90% da due, 34.7% da tre, 80.2% ai liberi, 41% nei tiri totali). Ed anche migliore tra i suoi con 13.7 di valutazione.

Punti di forza della Liomatic Perugia con 58.5% Bonamente (anche miglior rimbalzista) da due (54.5% Chiarello), con 40.1% da tre c’è Bei (Mei al 37.4%).

Per quanto concerne gli orari, sia Recanati che Perugia, hanno ottenuto delle variazioni, per cui l’aggiornamento è il seguente:

Domenica 19 Maggio ore 18 (PalaCingolani); Martedì 21 Maggio ore 21,15 (PalaCingolani); Venerdì 24 Maggio ore 21 (PalaEvangelisti); Domenica 26 Maggio ore 18 (PalaEvangelisti); Mercoledì 29 Maggio ore 21,15 (PalaCingolani).

Per le gare al PalaCingolani non saranno più validi gli abbonamenti ma gli abbonati esibendo la card pagheranno 5 euro. I prezzi dei biglietti d’ingresso al “PalaCingolani” saranno: Parterre e/o Tribuna Centrale 8 €; abbonati e Ridotti 5 €. Ragazzi fino a 15 anni ed Atleti del Settore Giovanile ingresso libero.

La vicinanza delle due località e lo stop di tutti gli altri campionati muoveranno certamente non solo supporters da ambo le parti ma anche un pubblico di appassionati della palla a spicchi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy