F8 A2 QF Fortitudo Bologna-Trapani: le dichiarazioni dei coach Boniciolli e Ducarello

F8 A2 QF Fortitudo Bologna-Trapani: le dichiarazioni dei coach Boniciolli e Ducarello

di Elisa Ortolani, @elifencer

Vincenzo Ducarello:
Sapevamo di trovare la squadra più forte del campionato, è stato anche uno sprone per crederci e infatti abbiamo dato tanto a livello tecnico e di energie. A primo impatto non ci aspettavamo raddoppi in post basso e altri accorgimenti tecnici che poi abbiamo aggiustato. Nelle ultime fasi di gioco hanno alzato l’intensità difensiva che abbiamo quindi subìto, negli ultimi minuti abbiamo fatto fatica concedendo facili contropiedi e affrettando tiri. Trapani era la favorita di questa Coppa Italia e in effetti ha comunque giocato a testa alta una partita difficile. Un rischio è quello di pensare poter vincere la partita da soli in uno sport che invece è di squadra quando ci si ritrova di fronte a tanti piccoli errori. Un nostro merito è stato quello di averli rallentati a livello tecnico, ma a livello offensivo, soprattutto a rimbalzo, abbiamo ceduto”.
Parla anche Renzi, che fa innanzitutto i complimenti alla Fortitudo, definendola “ben attrezzata per poter fare il salto di categoria”. Continua: “Anche a noi vanno i complimenti, che abbiamo giocato una grande gara arrivando molto vicini all’obiettivo e credendoci fino all’ultimo. Resta senz’altro la soddisfazione per quanto fatto, ora si continuerà a lavorare per il campionato”.

Matteo Boniciolli:
Trapani ha effettivamente rallentato il nostro ritmo alternando le difese, noi dal canto nostro abbiamo tirato male da 3, ma al tempo stesso avevamo alle spalle una sicurezza in difesa costruita in tanti mesi per cui ci si poteva permettere di sbagliare a volte senza conseguenze troppo gravi sull’equilibrio della partita. Un altro dettaglio a loro svantaggio è stato senz’altro il viaggio lungo e stressante che li ha portati qui molto presto. Tornando a noi, a differenza di quanto si dica siamo molto tattici, abbiamo tolto dalla partita Renzi, che era il nostro obiettivo, raddoppiandolo nel primo tempo e rischiando qualcosa, mettendolo quindi fuori ritmo. Pensando alla semifinale, domani si parte 1-0 contro Ravenna”.
Due parole le spende anche Gandini, che ricambia i complimenti a una Trapani che ha dato il massimo, augurandosi di dare tanto come nel match appena vinto anche in semifinale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy