Ferrara, lo scontro tifosi-società tocca l’apice: Curva Nord assente a tempo indeterminato

Ferrara, lo scontro tifosi-società tocca l’apice: Curva Nord assente a tempo indeterminato

Commenta per primo!

Durante il derby natalizio tra Fortitudo e Bondi, i sostenitori ferraresi hanno esposto lo striscione “Bulgarelli Vattene”, dichiarando ancora una volta apertamente le loro sensazioni e le loro sofferenze. Il presidente, seduto a pochi posti dai propri tifosi, avrebbe tentato più volte di far togliere lo striscione, non riuscendoci. Nel dopo-partita, mentre una decina di tifosi ferraresi erano riuniti a chiacchierare della partita, un membro dello staff (il massaggiatore, secondo i tifosi), li avrebbe apostrofati con offese che la Curva Nord ha condannato con forza in un comunicato, diffuso domenica mattina.

Evidentemente la situazione non si è ricomposta, visto che lo striscione è riapparso ieri pomeriggio sulle mura in piazzale Medaglie d’Oro, e stando alla nuova nota dei tifosi organizzati ferraresi:

“Non era e non è nostra intenzione tirare in ballo persone come il “Baffo” e “Carletto”: anzi quest’estate, quando avevamo annunciato che saremmo partiti con questo progetto, dichiarammo che lo facevamo soprattutto per loro, che si dedicano anima e cuore da tantissimi anni alla pallacanestro ferrarese. Detto ciò, le offese nei nostri confronti sono state pesanti e nonostante il nervosismo – comprensibile in questa situazione – non sono in alcun modo giustificabili, visto che (lo hanno già confermato alcuni testimoni) l’offesa non è partita da noi, che abbiamo assistito allibiti e in silenzio a questo “monologo”. Comunichiamo quindi che, dopo le offese da noi ricevute e le illazioni espresse dal presidente Bulgarelli nelle interviste ai quotidiani locali, in cui ha completamente mistificato la realtà dei fatti (non era presente al momento dell’accaduto), il gruppo Curva Nord Ferrara non sarà presente nelle prossime partite in casa della Pallacanestro Ferrara. Siamo curiosi di vedere chi prenderà il nostro posto: magari chi si nasconde dietro un nome falso e ci critica, magari chi sta comodo in tribuna rossa e ci critica, magari chi non paga il biglietto e ci critica.Chissà…”. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy