Firenze – San Severo: carte buone per il poker che vale la Silver

Firenze – San Severo: carte buone per il poker che vale la Silver

Devo fare mea culpa. Dopo le sconfitte casalinghe con Recanati e Matera inframezzate da quella esterna di Reggio Calabria poche erano in me le certezze di rivedere i biancorossi di nuovo nella top ten del campionato. Ed invece le magie sul parquet degli atleti, le alchimie sulla lavagna di coach Paolini ed il calore del pubblico ritornato ad entusiasmarsi per gli ottimi risultati hanno fatto il miracolo. Three in a row…………e in casa gigliata si punta per la quarta vittoria consecutiva, che consacrerebbe la Brandini fra le squadre con accesso alla Silver della prossima stagione agonistica.

Questo è il desiderio che accomuna tutti in città.

Per la 35° giornata della lega arriva a Firenze la Cestistica San Severo, squadra pugliese con passato recente  anche in Lega Due (2011/2012) ma attualmente penultima nella tabella. Dieci soltanto le vittorie degli ospiti in stagione, l’ultima delle quali contro Torino; e fra queste c’è anche quella dell’andata contro la Brandini per 73 a 66. Solo una in trasferta alla seconda di campionato contro Perugia. Le statistiche darebbero poche preoccupazioni alla squadra locale, ma il segreto sta nella concentrazione, nel non dare per scontato anche le partite sulla carta più facili.

Alla guida dei gialloneri attualmente c’è coach Luca Corpaci, ex di Latina e Agrigento, subentrato a Piero Millina a metà gennaio, che a sua volta rimpiazzò l’ex Molfetta Antonio Paternoster, nel corso dell’ultima stagione. Senza peraltro produrre sostanziali inversioni di trend.

Nell’ ultima gara di campionato (che per i pugliesi risale a due giornate fa avendo riposato nell’ultimo giro) i gialloneri hanno rimediato una brutta sconfitta casalinga contro Mirandola per 74-81.

Analizziamo nel dettaglio il roster dell’EnoAgrimm. Non saranno della partita il centro Andrea IANNILLI, uno dei top player dei pugliesi, 14 punti e 10 rimbalzi di media quest’anno, arrivato nell’ultima stagione dalla defunta Napoli ed ex di Trieste, Veroli, Teramo, Imola, Sassari, Scafati e Virtus Roma. 207 cm che fortunatamente non si sentiranno sotto canestro. Mancheranno anche il play napoletano Roberto MAGGIO, arrivato quest’anno da Pavia, e Manuel DEL BROCCO, ala centro di 203 cm ex di Ruvo e Ferentino. Non poco direi!

In cabina di regia Gionata “Johnny” ZAMPOLLI, cremonese classe ’85 arrivato a gennaio in giallonero dopo la rescissione con la Viola Reggio Calabria. Ex di Ruvo e Capo d’Orlando, 19 punti per lui nella sconfitta contro Mirandola , 8 di media e 2 assist da quando è in Puglia. Suo sostituto il giovane prodotto locale classe ’92 Francesco MIRANDO; 17 apparizioni per lui quest’anno.

Guardia titolare il giovane d’origine bulgara Georgi SIRAKOV. Classe ’92 scuola Rimini ed ex di Ostuni in A2; 10 punti nella ultima di campionato. 8 punti di media e l’80% dalla lunetta.Suo sostituto il classe ’94 Armando LIGUORI; sette presenze per lui ad oggi.

Come ali piccole agiscono i due osservati speciali della garaIl giocatore di origine senegalese Osmane GUEYE. Classe ’82, ex di Verona e Ferentino, top scorer della squadra con 15 punti di media. Altro osservato speciale sarà il romano classe ’86 Ivan SCARPONI, ex di Porto Torres e Trieste. Anche per lui 14 punti e 4 rimbalzi di media quest’anno. 22 punti nella ultima persa contro Mirandola.

Come ala grande –centro agiranno Ludovico DE PAOLI, classe ’92, veneto di Feltre, autore di 10 punti nella ultima di campionato e spesso presente nelle rotazioni pugliesi. Suo sostituto Francesco CENTRONE, giovane classe ’92 di 202 cm arrivato da Matera.

Dirigeranno la gara i signori Michele Capurro di Reggio Calabria e Daniele Yang Yao di Verona

Prima della partita di campionato il parquet del Mandela ospiterà l’esibizione degli Harlem Globe Trotters; ingresso gratuito alla partita a chi comprerà il biglietto per questo evento. Non ci sarà Wilt Chamberlain, ma lo spettacolo è sicuramente assicurato.

Inoltre solita promozione per gli abbonati dell’AcF Fiorentina (ingresso gratuito) e altre vantaggiose riduzioni tariffarie. Coltiviamo il sogno, manca poco! Tutti al Mandela. Urgono calore e vessilli biancorossi. San Severo, Bari, Casalpusterlengo e Agrigento ci separano dal sogno!

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy