Fortitudo, al via la stagione. Candi: “devo e voglio migliorare molto. Se lavoreremo sodo faremo buone cose”

Fortitudo, al via la stagione. Candi: “devo e voglio migliorare molto. Se lavoreremo sodo faremo buone cose”

A poco più di due mesi di distanza dalla notte magica di Forlì che ha riconsegnato all’Aquila le chiavi della A2, davanti ad oltre 200 tifosi che hanno accolto la squadra con cori d’incitamento, la Fortitudo – che anche la prossima stagione sarà griffata Eternedile – ha incominciato la preparazione atletica in vista del campionato 2015-2016. Dopo le foto e gli autografi di rito per i fans, il gruppo al gran completo si è riunito per il primo allenamento stagionale (prettamente tecnico-tattico) agli ordini di coach Boniciolli. Presenti ovviamente anche i due americani Flowers e Daniel, al primo vero contatto con la realtà e il popolo biancoblù, che sono chiamati a dare una consistente mano in questa annata in cui la Effe si pone l’obbiettivo di salvarsi con tranquillità per poi provare a raggiungere magari, a mente sgombra, qualche traguardo più ambito. la truppa biancoblù resterà ad allenarsi sul parquet del PalaDozza fino al 30 Agosto quando partirà per il ritiro di Lizzano in Belvedere, località dell’Appennino felsineo ove vi resterà fino al 5 Settembre. Un altra pedina da cui la piazza si aspetta la definitiva consacrazione è senza dubbio Leo Candi, reduce dalla promettente seconda parte della stagione scorsa in cui calcando il campo con costanza e responsabilità ha fatto vedere ottime cose, dimostrando di avere la giusta umiltà e voglia di imparare, e riuscendo a stare in campo con disciplina e senza paura. In estate poi arrivato il premio della convocazione in Nazionale under 18 per gli europei di categoria, ma la strada da fare è ancora tanta e il talentino calle 1997 ne è perfettamente consapevole: “quest’anno devo migliorare tanto dal punto di vista personale e voglio farlo però insieme alla squadra. Sicuramente il salto di categoria mi dovrà portare ad un miglioramento fisico. Io mi affido alla competenza del coach e del suo staff per capire in cosa devo fare di più per diventare completo”. Migliorare per raggiungere grandi traguardi, ma restando sempre con i piedi per terra: “per capire bene dove possiamo arrivare dobbiamo lavorare sodo ogni giorno in palestra, aiutandoci e mettendoci grande impegno”. La chiosa è tutta per l’esperienza europea con la Nazionale: “è stata un’esperienza bellissima che vorrei che tutti i miei coetanei potessero fare. Spero davvero che si ripeta tutto al più presto. Cantare l’inno e rappresentare i colori azzurri nel mondo è qualcosa di unico.” L’Aquila è pronta a volare e i suoi giovani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy