Fortitudo, ecco Justin Knox: “Lavoreremo sodo per andare in Serie A”

Fortitudo, ecco Justin Knox: “Lavoreremo sodo per andare in Serie A”

Il lungo di 208 centimetri proveniente dalla seconda lega turca è stato presentato oggi dai biancoblù

La Fortitudo Kontatto ha dato ufficialmente questa mattina il benvenuto al lungo americano Justin Knox, pivot di 207 centimetri nato a Tuscaloosa (Alabama) e proveniente dal Final Genclick – seconda lega turca – dove segnava più 15 punti e catturava quasi 9 rimbalzi a gara. Un giocatore profondamente diverso rispetto a Ed Daniel che va a rimpiazzare: più uomo d’area verticale e senza dubbio muscolare muscolare e soprattutto già pronto a fare innamorare i tifosi biancoblu sudando sul campo e aiutando la squadra a vincere.

“Ringrazio la Fortitudo per avermi scelto per questa che è la mia prima volta in Italia. Devo dire che il primo impatto con la nuova realtà e molto buono: mi piacciono molto l’atmosfera che si respira e l’organizzazione del club così come la quadra e l’allenatore. Questo è senza dubbio uno dei momenti più belli della mia carriera e non vedo l’ora che inizi la stagione.
Prima di arrivare a Bologna mi ero informato sulla Fortitudo anche grazie a dei video, ma mi ha colpito molto quando al primo allenamento sono venuti in tantissimi tifosi. Una situazione particolare e molto bella. So che daranno un grande supporto.
Lo staff tecnico della Fortitudo ha grande competenza un’ottima conoscenza della pallacanestro.
Per quanto riguarda il mio ruolo, credo di saperfare tante cose, sia in attacco che in difesa. La cosa più importante però sarà fare tutto il necessario per consentire alla squadra di vincere. Vogliamo allenarci duramente affinché la squadra possa arrivare pronta a quegli ultimi 40 minuti e possa vincere il campionato, obiettivo che tutti noi vogliamo raggiungere.
Ho scelto di venire qui perché il mio agente mi ha spiegato che qui avrei fatto un passo avanti nella mia carriera, visto che il basket italiano è da sempre conosciuto per essere uno dei migliori in Europa. Non è stato difficile decidere.
Per il momento non ho ancora avuto tempo di scoprire la città visto che mi alleno poi vado a casa, mangio e dormo. Durante la stagione però spero di avere più tempo per vedere Bologna insieme alla mia famiglia. Non conosco molto bene il deby di Bologna ma avendo presente cosa siano alcune rivalità tra college americani posso immaginarmi quale sia l’atmosfera che mi aspetta”.

Decisamente soddisfatto del nuovo innesto dopo i primi giorni di allenamenti anche il DS fortitudino Davide Lamma: “Siamo molto contenti di lui che non ha mai giocato nel campionato italiano ma ci ha già impressionati. Lo ha scoperto il coach che vedendolo è rimasto sorpreso dalle sue doti. Conosce bene la pallacanestro e sembra capace di rendere facili le cose difficili. Ha buoni movimenti spalle a canestro, tempismo per la giocata e grande etica del lavoro. Pesate che avevamo un vecchio paio di scarpe numero 54 di Bagaric, scherza Lamma, e abbiamo trovato uno a cui vadano bene. A parte gli scherzi sono sicuro che farà innamorare i tifosi della Fortitudo.
E’ un lungo di qualità e tecnica ed è pericoloso sia spalle che fronte a canestro, sa difendere bene e ha grandi fondamentali, oltre che corporatura. Arricchisce tecnicamente il settore lunghi e ha una grandeabilità difensiva.
Può giocare assieme a tutti i nostri lunghi anche una soluzione limite con Gandini, visto che sono entrambi giocatori intelligente con anche tiro da fuori. Fino ad oggi possiamo dire tra l’altro che ha mostrato una comprensione degli schemi proposti fuori dal comune”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy