Fortitudo, esordio amaro. Princeton rimonta e vince al PalaDozza

Fortitudo, esordio amaro. Princeton rimonta e vince al PalaDozza

La formazione americana rimonta 21 punti nell’ultimo quarto e la spunta al supplementare 93-87

Esordio amaro per la Fortitudo Kontatto Bologna che nel primo match stagionale al PalaDozza, seppur amichevole, ha perso davanti ai quasi 2000 presenti nonostante il caldo torrido all’interno del Madison Piazza Azzarita in maniera a dir poco rocambolesca contro Princeton University – il college americano che ha dato vita alla celebre “Princeton Offense” ai tempi di coach Pete Carrill, coach dei gialloneri dal 1967 a 1996 – che nell’ultimo quarto  stata capace di recuperare la bellezza di 21 punti ai biancoblu (si era sul 64-43) trovando persino il tiro del supplementare allo scadere da metà campo. Negli ultimi 5 minuti due giocate molto pesanti dei collegiali e un paio di errori felsinei hanno poi scavato il solco decisivo e propiziato il 93 a 87 finale. Abbastanza scontato e prevedibile, visto il ritardo di condizione dato dai soli otto giorni di lavoro, il calo finale dei biancoblu che nell’arco della gara hanno comunque mostrato un buon atteggiamento e spunti tattici molto positivi come il gioco dei due nuovi americani Chris Roberts (20 punti) e Justin Knox, molto abile nel gioco spalle a canestro, e le fiammate di un Montano decisamente in palla che nel secondo quarto ha propiziato la fuga fortitudina con 8 punti ravvicinati.

Tanti gli esperimenti provati da coach Boniciolli che però a fine gara ha voluto guardare il bicchiere mezzo pieno pur non risparmiando una “tiratina d’orecchie ai suoi giocatori”: “Per me questa sera é stata molto utile. Ho disseminato trappole per i miei giocatori per tutta la partita, e di fatto non ho mai giocato con quintetto iniziale, mettendo rotazioni che creassero problemi alla squadra. Nonostante questo per 30′, la squadra é stata con la testa sulla partita, e ha giocato una pallacanestro di alto livello considerato il periodo. Abbiamo perso e quindi domani i ragazzi si alleneranno. Avanti di 21 punti abbiamo tirato una palla sulle ginocchia di Knox, ci siamo guardati allo specchio e sull’azione seguente, abbiamo cestinato un altro pallone. Infine sul +4 é arrivato un fallo inutile. Il tiro del pareggio non è stato casuale, perché esiste una giustizia suprema, ed era giusto che subissimo dal momento che siamo stati presuntuosi e supponenti. Questa squadra ha un potenziale importante, con alcuni  giocatori come Campogrande e Candi che hanno cominciato bene e finito disastrosamente. Sono contento che questa sia accaduto oggi, anche se sono sono infastidito, perché speravo che la squadra fosse abbastanza maturata, determinata e cattiva per vincere questa partita punto a punto. Ma così non siamo è stato. E’ stato un bene avere messo in guardia subito i giocatori. Oggi vado via leggermente seccato per avere perso, ma molto contento per avere avuto una fotografia di quello che potremo essere durante la stagione nel bene e nel male. Questo lo decideremo noi e non altri: non dobbiamo essere solo potenzialmente forti, ma  esserlo anche effettivamente. Knox molto bene, forse dopo Iannilli nell’anno di B2 non abbiamo mai avuto un centro. A parte Mancinelli e . Sono molto contento anche di Roberts ma era previsto che giocasse così. Questa è stata una sconfitta mentale e non sono bastate le buone prestazioni di due giocatori. Ora che andiamo a giocare due partite con i campioni d’Italia e vincitori di Eurocup, faremo meno esperimenti. Candi è stato il primo che aperto i boccaporti per la marea d’acqua. In situazione di partita normale, i giocatori non usciranno al terzo ma al primo errore. Questo anno è la fine di un ciclo di lavoro. Certi tipi di leggerezze giovanili non sono più tollerabili. Non solo Leonardo ma anche altri, non tutti, sono stati abbastanza esigenti dal punto di vista contrattuale dopo il buon rendimento dello scorso anno. Ora peró ci sono anche i doveri. Oggi siamo stati un po’ supponenti”.

Fortitudo Kontatto-Princeton University 87-93 dts (16-15, 43-33; 64-43, 77-77)

Fortitudo: Mancinelli 9, Candi 3, Ruzzier 3, Campogrande 2, Montano 17, Gandini 5, Raucci 8, Roberts 20, Knox 16, Italiano 4. All.: Boniciolli

Fotogallery a cura di Massimo Casa

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy