Fortitudo, presentato Flowers: “E’ un onore essere qui. Porto in dote la mia esperienza. Insieme faremo grandi cose”

Fortitudo, presentato Flowers: “E’ un onore essere qui. Porto in dote la mia esperienza. Insieme faremo grandi cose”

google.com

Dopo aver presentato l’ex Pistoia, Varese e Cremona Ed Daniel, la Fortitudo Bologna – in ritiro nella località appenninica di Lizzano in Belvedere fino a Sabato – alza il sipario anche su Jonte Flowers, guardia – ala classe 1985 molto duttile e dotata di grandi doti realizzative arrivata sotto alle “Due torri” dopo un biennio al Plojesti, in Romania, con cui ha vinto due campionati nazionali. A fare gli onori di casa è Franco Nessi, patron di Eternedile, main sponsor che per il secondo anno di fila accompagnerà l’Aquila nel suo viaggio in A2: “sono molto contento di essere con la mia azienda main sponsor della Effe per la seconda stagione consecutiva. Questo progetto continua e la squadra ci ha ripagato degli sforzi fatti con il grande successo di Forlì. Faccio i migliori auguri ai ragazzi e spero che i problemi burocratici vengano risolti al più presto. La società ha allestito un’ottima squadra e al completo credo che ci potremo togliere qualche soddisfazione”. La parola passa poi al presidente Mota che analizza il momento fortitudino e gli obbiettivi stagionali, non rinunciando ad un accenno al caso Drucker che ha di fatto mandato in stand by il tesseramento di Flowers almeno fino alla discussione del ricorso biancoblù che avverrà il prossimo 11 Settembre: “ringrazio i Nessi per aver confermato il loro impegno con noi dettato dalla passione per i nostri colori. Credo che tutti i fortitudini siano persone che vivono il mondo biancoblù con quella passione e quello spirito che ci chiedono poi di incarnare. Si è parlato del grande successo dello scorso anno, un risultato eclatante il cui valore è stato compreso  da tutta la città e dal movimento cestistico italiano. Noi cerchiamo di mettere cuore e anima in ogni partita e Davide Lamma ha probabilmente incarnato questo spirito meglio di chiunque altro in un campionato che stato lungo e faticoso e ci ha dato tante soddisfazioni. Sarebbe bello che gli ostacoli che incontriamo nel nostro cammino fossero sportivi e dovuti alla competizione, ma purtroppo in questi giorni sapete tutti che ci troviamo a misurarci con questioni che esulano dall’attività agonistica e potrebbero essere affrontati in altre sedi. Detto ciò, i segnali che arrivano dalla squadra sono positivi e mi aspetto un bel campionato, perché in questi campionati la grinta e la voglia di mettersi in gioco portano a buoni risultati e ne abbiamo avuto le prove. Sono certo che questo spirito combattivo che abbiamo acquistato lo scorso anno non lo perderemo e che i risultati arriveranno.” 

Tocca poi al neo DS Davide Lamma presentare il nuovo arrivato e illustrarne le caratteristiche: “Jonte è senza dubbio un ragazzo che si integra alla perfezione con il gruppo, è molto intelligente e disponibile. Ha già giocato in Europa per cui sa perfettamente cosa gli viene richiesto. Ha trent’anni , ha già vinto in carriera. Esteticamente è un giocatore incredibile, sa come spronare i compagni anche con parole dure e può aiutarci sotto l’aspetto della leadership. Con ED secondo me forma una coppia di americani davvero azzeccata”. 

La chiosa del torrido primo pomeriggio felsineo è tutta per il protagonista Jonte Flowers, che ama sostituire alla parola al lavoro sul campo, ma che ha ben suoi obbiettivi fortitudini e l’apporto che può dare al gruppo: “Non amo molto parlare di me (sorride). Sono un ragazzo molto tranquillo che sa adattarsi a tutte le situazioni perché sono stato cresciuto con questa prerogativa dai miei genitori. Mia moglie deve finire un paio di progetti al lavoro rima di trasferirsi con i nostri due bambini in Italia e non vedo l’ora di averli qui con me. Sono molto contento di essere arrivato in una bella città in cui la pallacanestro è al centro dell’attenzione della gente. non mi era mai capitato di percepire questo in altre città. Arrivare qui è stata una grande esperienza come lavorare con i ragazzi. E’ un ottimo gruppo e credo che potremo fare grandi cose assieme. ED è un bravo ragazzo che mi sta aiutando a comprendere il campionato, mi insegna qualche parola d’italiano e mi sta dando un grande aiuto. Stiamo iniziando con il piede giusto. Non conosco ancora bene questa lega, la sto studiando e userò la mia esperienza per aiutare i ragazzi a preparare una stagione lunga e poi i playoff perché sono due cose completamente diverse. Spero di portare ai ragazzi anche la mia leadership per arrivare a fine anno preparati e nella condizione migliore.  Prima di firmare mi hanno mostrato un paio di video dei tifosi e devo dire che l’atmosfera che creano mi ha davvero mandato al settimo cielo. Fans così ti danno una grande energia e ti rendono un giocatore migliore. Sarà divertente giocare per loro”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy