Gli Stings ospitano Matera: per entrambe è l’occasione del riscatto

Gli Stings ospitano Matera: per entrambe è l’occasione del riscatto

Commenta per primo!
Cos’è la sconfitta? Nient’altro che educazione, il primo passo verso qualcosa di meglio.
In questa citazione probabilmente possono riporre le speranze i tifosi mantovani, dopo aver visto la propria squadra cadere in modo tanto rumoroso sul campo nemico.
E se tali parole vengono pronunciate niente meno che da uno sportivo come Bruce Lee, allora quale miglior occasione per prenderne spunto e imparare dai propri errori?
Perchè gli Stings sono sì usciti sconfitti e con un pesante -26 sulle spalle, ma allo stesso tempo lo sport è pieno di cadute clamorose che poi hanno dato il via a cavalcate trionfali.
Ecco, questo è quello che deve fare Mantova, dare vita a un ciclo di vittorie che le possano dare sicurezza, e per farlo occorrerà che ogni membro del roster sia a disposizione, e che ognuno di essi dia il massimo per aiutare la squadra.
A Roseto gli Stings non sono mai stati in partita, e nonostante le attenuanti siano molte(la presenza solo per onor di firma di Nardi e i vari acciacchi a più giocatori che non hanno permesso alla squadra di allenarsi durante la settimana), il pubblico mantovano pretende di vedere una pronta reazione d’orgoglio già mercoledì, quando dopo due giornate esterne i pungiglioni torneranno “a casa” e ospiteranno l’Olimpia Matera.
Se a Mantova la voglia di riscatto sarà alta, non sarà da meno quella che si porteranno dietro i giocatori della Bawer, usciti sconfitti dal palaBattisti di Omegna con un pesante -27.
 
Gli ospiti si trovano a 4 punti in classifica, alla pari dei padroni di casa, ma gli obiettivi dichiarati sono ben altri. Se infatti Mantova punta ad una salvezza tranquilla con qualche speranza di playoff, Matera era considerata e lo è ancora tra le favorite per la vittoria del campionato.
La squadra guidata da coach Benedetto, già lo scorso anno aveva sfiorato la promozione in quella che poi sarebbe diventata l’attuale Adecco Gold, arrivando seconda e venendo sconfitta nella finale playoff dalla corazzata Torino.
Durante l’estate la società è stata attenta a non lasciarsi scappare i componenti principali della trionfale annata, confermando innanzitutto il play Carlos Sebastian Vico, uno dei migliori giocatori della passata stagione, ma anche il giovane e promettente pivot Iannuzzi, l’ala grande Rezzano e il playmaker, quest’anno divenuto capitano della Bawer, Carlo Cantone.
Dall’Ungheria nel corso dell’estate sono arrivati i due USA: trattasi di Kyle Austin, ala e attualmente top scorer di Matera con 18,3 punti a gara e il play-guardia Anthony Jones, secondo miglior marcatore della squadra con 15 punti.
A rafforzare il reparto lunghi sono arrivati da Recanati Marco Maganza e da Chieti Luca Bolletta.
Fresco vincitore del campionato di DNB con la maglia della Nord Barese Corato si è messo a disposizione di coach Benedetto l’ala Daniele Toscano.
A completare il roster troviamo il giovanissimo Giovanni Sacco.
 
I padroni di casa dovranno recuperare i vari infortunati; nella scorsa settimana infatti coach Morea ha dovuto lavorare a ranghi molto ridotti per i problemi muscolari di ben 4 giocatori(Nardi, Pignatti, Clemente e Ranuzzi).
Gli Stings potranno fare sicuro affidamento sul capitano Jordan Losi, uno dei pochi a essersi salvato nella débâcle di Roseto e sul pivot e ormai trascinatore Johndre Jefferson.
Si spera che la mano possa tornare a scaldarsi come successo a Firenze per Mirza Alibegovic che nell’occasione sostituì in modo impeccabile l’indisponibile Ranuzzi.
In panchina saranno a disposizione i giovani Allodi e Veccia e un giovane proveniente da San Pio X.
 
Nella scorsa stagione Matera ebbe la meglio in entrambi gli scontri, anche se gli appassionati mantovani sicuramente non avranno dimenticato l’impresa sfiorata in diretta televisiva, quando Vico portò la partita ai supplementari con una bomba dai 7 metri e 30 con soli 2 secondi a disposizione. 
Allora gli Stings erano in piena lotta playout, mentre Matera rincorreva Torino per la leadership della classifica.
Ora la situazione, complice le poche giornate disputate, è un’altra: le squadre appaiate in classifica neccessitano dei 2 punti per non inciampare nella seconda sconfitta consecutiva che potrebbe già smorzare gli entusiasmi da una parte o dall’altra.
L’appuntamento è per domani sera alle ore 20 e 30 al PalaBam di Mantova.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy