Gli Stings ospitano Ravenna, a Mantova spettacolo garantito

Gli Stings ospitano Ravenna, a Mantova spettacolo garantito

Commenta per primo!
Mancano poco meno di due giorni all’esordio degli Stings sul proprio parquet, dopo la convincente vittoria ottenuta sul campo del Cus Bari.
I “pungiglioni” mantovani hanno ben figurato nella prima di campionato, mettendo in mostra belle giocate e mandando a referto tutti i suoi giocatori ad eccezione del giovanissimo Sissa, con sei di essi in doppia cifra.
Ora finalmente i riflettori si sposteranno sul PalaBam di Mantova, dove il pubblico mantovano attende ormai da settimane di vedere all’opera capitan Jordan Losi e compagni.
La squadra avversaria in questa seconda giornata di campionato sarà l’Acmar Ravenna, neopromossa che lo scorso anno si è aggiudicata la coppa Italia di categoria e ha dominato in modo incontrastato il campionato.
La società ravennate ha ben figurato nella pre-season dov’è uscita vincitrice da 5 amichevoli su 6 disputate.
La dirigenza per questa stagione ha deciso di conformare 6/10 del roster della passata stagione, facendo pieno affidamento anche sullo staff tecnico completamente confermato.
Nella prima giornata l’Acmar ha sfiorato di due soli punti l’esordio vincente contro una delle favorite per questa stagione, la Remer Treviglio.
Nella sfida di domenica coach Lanfranco Giordani ritroverà il capitano Francesco Amoni, appena rientrato dalla squalifica per una giornata dopo l’espulsione della scorsa stagione nella finale di playoff poi vinta.
Il capitano di Ravenna, ala/grande pivot di 200cm dotato di un buon tiro dalla lunga distanza, potrà certamente essere il valore aggiunto rispetto alla prima sfida di campionato.
La squadra sul parquet sarà guidata dalle educatissime mani del playmaker Eugenio Rivali, che nella passata stagione ha chiuso con oltre 10 punti a partita, 4,3 assist e ben 4 palle recuperate che gli hanno garantito il primo posto nella relativa classifica.
In posizione di guardia troviamo il primo americano nella storia del club ravennate Adam Sollazzo, giocatore che sarà sorvegliato speciale anche grazie ai 25 punti messi a referto nel suo esordio in maglia giallorossa.
Nel ruolo di ala piccola troviamo Luca Bedetti, altro artefice della promozione dalla DNB, che ha contribuito alla gloriosa cavalcata mettendo a segno 13,6 punti.
Nel ruolo di ala grande quasi sicuramente partirà titolare il già citato Francesco Amoni, che dovrà dar man forte al giovane pivot classe 92′ Cicognani, vero simbolo di Ravenna essendo cresciuto nel vivaio della società romagnola.
Il sesto uomo dovrebbe essere Giacomo Broglia, altro giocatore confermato dalla dirigenza ravennate che può coprire sia il ruolo di 3 che di 4.
Come cambio pivot, coach Giordani può affidarsi all’esperienza di Francesco Foiera, 37enne con a disposizione nel proprio repertorio il tiro dai 6,75.
Arrivato nell’estate dall’Acea Roma, il playmaker Matteo Tambone, dovrà far rifiatare Rivali.
Negli ultimi due posti disponibili della panchina giallorossa troviamo due giovani promesse provenienti dalle giovanili di Cesenatico, che hanno ben figurato la scorsa stagione nei campionati under.
La Pall.Mantovana dovrebbe rispondere con il quintetto partito titolare nella straripante vittoria contro Bari.
A guidare le operazioni, per lo meno nei primi minuti viste le molteplici soluzioni a disposizione di coach Morea, dovrebbe essere il neo-capitano degli Stings Jordan Losi, mente e cuore di questo gruppo che nella prima gara di questo campionato è stato autore di 6 punti e 7 assist in 21 minuti di gioco.
Nel ruolo di guardia troviamo l’altra mente della manova offensiva di Mantova, l’italo-americano Mike Nardi, MVP nel suo esordio in casacca Stings con 16 punti e 10 assist a referto.
In aiuto ai due funambolici giocatori sopracitati nell’estate è arrivato Alex Ranuzzi, giocatore da tempo corteggiato dalla società di Poggio Rusco per le sue grandi qualità atletiche e agonistiche.
Sotto canestro troviamo nella posizione di ala grande l’altro giocatore confermato dalla scorsa stagione, Luca Pignatti, altro grande combattente da sempre idolo della tifoseria virgiliana.
Come pivot la Dinamica schiererà uno dei protagonisti della prima sfida stagionale, quel Johndre Jefferson autore di 16 punti e 10 rimbalzi, messosi in mostra per le sue schiacciate di davvero pregevole fattura, che gli hanno regalato la prima e la quarta posizione nella classifica delle giocate più belle della prima giornata dell’Adecco Silver League.
Se il quintetto base è un mix micidiale di tecnica, solidità e combattività, la panchina senza dubbio non ha nulla da invidiare; a disposizione infatti, coach Morea ha innumerevoli soluzioni offensive e difensive.
Partiamo con il secondo americano arrivato solo 2 settimane fa, Ramon Clemente, ala grande/pivot che ha chiuso il primo match mettendo a referto 12 punti, 5 rimbalzi e 2 assist in 20 minuti di utilizzo.
Come secondo pivot troviamo Giovanni Allodi, arrivato in prestito da Reggio Emilia e autore di 8 punti in 13 minuti.
Sempre da Reggio Emilia è arrivato un altro giovane molto interessante, il playmaker Francesco Veccia, che ha messo a segno 10 punti e 3 assist.
Come cambio sugli esterni, Morea può trovare punti fondamentali da Mirza Aibegovic, già autore di prestazioni molto convincenti in preseason e artefice di 12 punti.
Una gara che mette di fronte due neopromosse, entrambe con obiettivo dichiarato una salvezza tranquilla, ma che sicuramente potranno ambire a ben altri orizzonti.
La voglia sicuramente non mancherà a nessuna delle due compagini, con Mantova che dovrà cercare di convincere il difficile pubblico virgiliano che lo spettacolo quest’anno sarà grande, e con Ravenna alla ricerca dei primi due punti stagionali.
Interessante sarà senza dubbio la sfida tra Adam Sollazzo e Mike Nardi, entrambi con grandi doti di ball-handing e un’efficacissima fase difensiva.
La palla a due verrà lanciata al PalaBam alle ore 18 di domenica.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy