Il derby parla trevigiano, battuta la Tezenis

Il derby parla trevigiano, battuta la Tezenis

Sulle ali di un ottimo Burnett, mvp del match, Treviso ha la meglio su Verona.

di Gianmarco Tonetto

Prosegue il precampionato della De’ Longhi che questa sera si trova in quel di Montebelluna per il derby veneto contro la Tezenis Verona.

Il quintetto iniziale dei “padroni di casa” è, per esigenza e per scelta, all’insegna dello small ball: Wayns, Imbrò, Sarto, Antonutti e Chillo. La risposta di coach Dalmonte è costituita da Amato, Henderson, Dieng, Udom e Candussi .

Treviso parte bene con un Matteo Chillo sugli scudi, protagonista sia in attacco che in difesa. Dopo una prima fase di quarto punto a punto, a due minuti dalla prima sirena TVB tenta il primo allungo e la penetrazione di Burnett su ottimo body check di Barbante vale il +6 (12-6). Treviso continua a cavalcare l’onda ed è nuovamente Chillo a rendersi protagonista con un gioco da 3 punti da sotto che vale il massimo vantaggio (15-6). Verona è in rottura prolungata, mentre la De’ Longhi è on topic come dimostra la tripla di Alviti dall’angolo. A ridare ossigeno agli ospiti e mettere fine al parziale trevigiano ci pensa Ferguson con la Tripla sulla sirena che vale il 18-9 di fine prima frazione.

In apertura di secondo quarto i ragazzi di Dalmonte si ricomoattano e con un parziale di 4-10 si riportano ad un possesso di svantaggio (22-19). In questa frazione si allargano gli spazi in campo, Verona insiste con il quintetto alto fintanto che il terzo fallo di Candussi non costringe in panchina il lungo della Tezenis. Treviso invece sfrutta molto il gioco in velocità così da non accusare il gap di centimetri che la vede sfavorita e alla pausa lunga il tabellone dice 42-30.

Il rientro è all’insegna della Tezenis che apre con un parziale di 4-11, riuscendo ad approfittare di una difesa trevigiana intensa ma a volte in ritardo sulle rotazioni. Verona non accenna ad arrestarsi ed ora il parziale dice 6-19 e vale il primo vantaggio per la Scaligera, 48-49. Da parte trevigiana in questi dieci minuti si sono visti molti isolamenti e uno contro uno, mentre i veronesi hanno migliorato la loro circolazione di palla giocando a lungo con il doppio playmaker, Amato e Ferguson a coadiuvarsi.

Nell’ultimo periodo TVB torna a produrre un gioco più efficiente nella metà campo offensiva, complice anche una Tezenis che sembra aver mollato. Per Treviso molto bene gli americani, in particolare Burnett, Antonutti e Chillo, per quanto riguarda la Tezenis il protagonista è Ferguson spalleggiato da Candussi che fa valere i centimetri in più sotto canestro. La partita finisce 87 a 74 per la De’ Longhi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy