Torneo “Città di Trieste”: Il KK Partizan trionfa, il derby va invece a Trieste

Il torneo di beneficenza si conclude con la vittoria dalla squadra serba. Note positive sia per Trieste che per Udine che di fronte alla corazzata balcanica non tremano e mettono in luce un buon gioco.

Commenta per primo!

26861683871_0479a7bbe1_zStasera a Trieste è andato in scena un triangolare che vedeva protagoniste la squadra locale dell’Alma Trieste, il KK Partizan e l’APU Udine. Lo scopo principale di questo mini torneo, oltre a quello di mettere altri minuti nelle gambe dei giocatori in vista dell’apertura imminente della stagione, è stato quello di raccogliere dei fondi da donare poi in beneficenza alle popolazioni di Amatrice e di Arquata del Tronto, recentemente colpite dal terremoto. Il torneo, che prevede solo 20 minuti di partita, si apre con la sfida tra Partizan ed Udine, in cui la squadra serba riesce a superare senza non qualche difficoltà la squadra friulana (37-31).

Il secondo match di giornata vedeva frapposte l’APU Udine e l’Alma Trieste per quello che era il terzo derby pre-stagionale. Trieste che parte con il quintetto alto schierando Bossi in cabina di regia, Green da guardia, Parks ala piccola, Da Ros ala grande e Simioni come pivot. Udine, invece, parte con Laser, Castelli, Truccolo, Delegal e Cuccarolo. Avvio di marca giuliana con i canestri di Parks e Bossi, ma l’APU resta attaccata al match in questo inizio di quarto con i canestri di Delegal e Laser (5-4). Trieste con due bombe consecutive prima di Parks e poi di Green prova già a piazzare il break, ma Cuccarolo con 4 punti mantiene inalterate le distanze ad un possesso (11-8). Un mini parziale di 4-0 porta Udine per la prima volta al comando sul 12-11, ma è solo un fuoco di paglia. L’Alma risponde subito con un contro parziale di 7-0 che porta i giuliani a chiudere il quarto sul 18-12 grazie ai canestri di Parks, indemoniato in questo avvio, Green e Da Ros. Il secondo ed ultimo quarto si apre con Parks che continua a bucare la difesa avversaria e scrivere punti a referto a favore di Trieste con Udine incapace di reagire. Green, con una tripla, e capitan Coronica portano i giuliani alla doppia cifra di vantaggio (25-15). Toccato il massimo svantaggio i friulani hanno un moto d’orgoglio e con un parziale di 6-0 guidato da Barry si riportano a soli 4 punti di distanza. Trieste però non vuole lasciare nemmeno le briciole ai cugini friulani e con una gran difesa e un’ottima circolazione di palla in attacco in men che non si dica si riporta subito sul +12 (33-21). Pecile a due minuti dalla fine, con una delle sue due triple di serata, manda in ghiaccio il match e consegna di fatto la finale del torneo a Trieste. La partita si concluderà poi sul 42-28 con Trieste che così fa en plein dei derby in questo inizio stagione. Migliore in campo in questo match indubbiamente Parks che con i suoi 9 punti e 6 rimbalzi ha spostato letteralmente l’equilibrio della partita in favore di Trieste.

La finale del torneo vede Trieste partire con lo stesso quintetto iniziale schierato contro Udine, mentre il KK Partizan rispondere con Hatcher, Andric, Marinkovic, Bircevic e Lukovic. Pronti via e il Partizan apre le danze con una tripla a cui risponde Da Ros con un canestro da sotto. Il diverso spessore però tra le due squadre in campo si nota anche fin da queste prime battute, con i serbi che in un amen si portano sull’8-4 grazie alla bomba di Bircevic dopo che Parks aveva portato i suoi sul -1 (4-5). L’Alma però non vuole deludere il migliaio di tifosi accorsi sulle tribune questa sera e con un parziale di 6-1 firmato dalla premiata ditta Parks & Green si porta per la prima volta in vantaggio nel match (10-9) a quattro minuti dalla fine. La gara procede così in equilibrio senza che nessuna delle due compagini riesca ad acquisire un vantaggio rassicurante. Da Ros prima e Pipitone poi sprecano dai liberi la possibilità di portare in vantaggio Trieste, errore che i serbi non commettono ed all’ultimo giro d’orologio si trovano avanti sul 14-12 grazie alla precisione di Majstorovic (3/4 dalla linea della carità). La tripla di Marinkovic manda poi tutti al riposo con il Partizan a guidare sul 17-12. Il secondo ed ultimo quarto si apre con il massimo vantaggio toccato dai serbi sul +7 (12-19) con il canestro di subito replicato da Pipitone per il nuovo -5. Pecile questa sera ha la mano calda e la sua tripla riavvicina l’Alma sul -2 (17-19). La partita comincia ad accendersi, i contatti sotto le plance aumentano ed i giuliani cominciano a patire la fisicità degli avversari a rimbalzo che in men che non si dica riallungano coi canestri di per toccare il +8 (17-25) con i canestri di un ispirato Marinkovic. Dalmasson, anche se la partita è amichevole, non ci tiene ad uscire sconfitto e chiama i suoi nel più classico dei time-out motivazionale. L’esito si vede subito con il canestro di Parks, ma i serbi subito rispondono con la stessa moneta mantenendo inalterate le distanze. Una magia di Da Ros porta i giuliani sul -6 (21-27) a 3 minuti e mezzo dalla fine, ma lo svantaggio sembra arduo da recuperare in così poco tempo. Il Partizan, per nulla intimorito dalle folate in attacco da parte dei triestini, continua a fare il suo gioco e con un parziale di 5-0 tocca il nuovo massimo vantaggio sul 32-21. Da Ros e Parks provano a rendere meno amara la sconfitta (26-32) punteggio con il quale si concluderà poi il match.

I TABELLINI:

KK PARTIZAN – APU GSA 37-31 (23-17)

KK PARTIZAN: Jovanovic 4, Marinkovic 4, Majstorovic, Bircevic 4, Koprivica 1, Andric 8, Hatcher 11, Pot 5, Lukovic, Tanaskovic n.e. Coah Dzikic.
APU GSA UDINE: Diop n.e., Castelli 9, Delegal, Gatto n.e., Barry 4, Truccolo 3, Nobile, Laser 2, Cuccarolo, Pinton 6, Ferrari 2, Maran n.e. Vanuzzo 5. Coach Lardo

ALMA TRIESTE-APU GSA UDINE 42-28 (18-12)

ALMA TRIESTE: Demarchi n.e., Coronica 3, Bossi 9, Prandin 3, Pecile 6, Ferraro, Gobbato, Green5, Da Ros 7, Parks 9, Pipitone, Simioni. Coach Dalmasson.
APU GSA UDINE: Diop, Castelli 2, Delegal 2, Gatto, Barry 6, Truccolo 2, Nobile, Laser 4, Cuccarolo 6, Pinton 2, Ferrari 4, Maran n.e., Vanuzzo. Coach Lardo

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – KK PARTIZAN NIS 26 – 32 (12 – 17)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Coronica, Bossi, Prandin, Pecile 3 (1/3 da tre), Green 2 (1/1), Da Ros 10 (3/5, 4/6 tl), Parks 8 (4/7), Pipitone 3 (1/1, 1/2 tl), Simioni. N.E. Ferraro, Gobbato, DeMarchi. All. Dalmasson.
KK PARTIZAN NIS: Jovanovic, Marinkovic 13 (2/2, 3/7 da tre), Majstorovic 7 (2/3, 3/4 tl), Bircevic 7 (2/3, 1/2 da tre), Koprivica 4 (2/2), Andric, Hatcher, Pot 1 (1/2 tl), Lukovic. N.E. Tanaskovic All. Canak.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy