Il pubblico di San Severo è trepidante

Il pubblico di San Severo è trepidante

Grande entusiasmo a San Severo dopo la prima vittoria di campionato ottenuta in quel di Perugia, ora il caloroso pubblico sanseverese attende di vedere la propria squadra per la prima volta in versione ufficiale tra le mura amiche del “Falcone e Borsellino”.

L’aria è frizzante, c’è entusiasmo e trepidazione grazie alle ottime prestazioni ottenute domenica come quelle di Maggio che dall’arco ha dimostrato di essere affidabile ed impeccabile in cabina di regia, dove s’è ben liberato e districato dal pressing avversario, toccherà quindi a lui tenere sotto controllo rigoroso il rossoblù Marino che dai 6.75 non perdona, anzi è sadico infierendo con la sua ottima capacità organizzativa del gioco.

Una buona prova l’hanno disputata anche parte della batteria di lunghi della Cestistica, gli acuti sono arrivati da Maioli e dal “terremoto” Iannilli, entrambi dovranno vedersela con i più che temibili Chiumenti e Bellina, quest’ultimo ha iniziato la parabola discendente della propria ricca ed ambiziosa carriera ma ha pur sempre dalla sua una grande esperienza e maturità acquisita negli anni, non bisogna sottovalutar anche il giovane lungo Ricci che potrebbe essere contrasto dal giovane Centrone che a Perugi è stato poco impiegato.

Servirà anche un Gueye in grande spolvero, necessariamente migliore della prova perugina per poter ostacolare il gioco di Prandin, magari mettendo in mostra la sua buona difesa maturata negli anni di LegaDue e tirando meno dalla distanza, cercando scarichi giusti e buone penetrazioni nell’area avversaria.

Casalpusterlengo è una squadra dura e difficile da affrontare, meglio definibile come “quadrata”, gioca su nove rotazioni e coach Millina dovrà quindi ricorrere necessariamente ad un maggiore impiego della panchina a differenza del turno precedente, dove appunto ha optato il riposo di alcuni dei suoi promettenti giovani (eccezion fatta per il buon Sirakov) visti gli innumerevoli ed importanti impegni che la squadra giallonera dovrà affrontare nelle prossime settimane (ben 4 gare ufficiali nei prossimi 12 giorni).

Proprio Millina nel post-partita di Perugia ha evidenziato delle lacune negli automatismi di gioco, ma calcolando la buona amalgama del gruppo giallonero a questo punto i miglioramenti tanto ricercati dal coach potranno arrivare prima del previsto, magari regalando così al pubblico del “Falcone e Borsellino” una bella vittoria interna, la seconda vittoria consecutiva in campionato che renderebbe l’aria ancor più vivace e frizzante.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy