Imola a Treviglio: una vittoria per archiviare la delusione di Coppa

Imola a Treviglio: una vittoria per archiviare la delusione di Coppa

Treviglio è sesta in classifica con 26 punti, mentre Imola è quarta a 2 punti dalla capolista Treviso.

Commenta per primo!

Di Federico Sgatti

Domenica 13 marzo la Remer Treviglio ospiterà l’ Andrea Costa Imola, nella prima partita dopo la Coppa Italia: un’esperienza, quella di Rimini, che non ha portato i risultati sperati, ma è sicuramente stata un’ esperienza per i molti giovani del roster biacorosso. Treviglio è sesta in classifica con 26 punti, mentre Imola è quarta a 2 punti dalla capolista Treviso.

La Remer vede in Tomas Kyzlink il suo miglior giocatore, anche se bisogna dire che il roster è molto compatto, con una rotazione a 7 con quasi tutti i giocatori che registrano la doppia cifra di media. Abbiamo detto del ceco che realizza 14 punti di media con il 54% da 2 e il 37% da 3; gli stessi punti li realizza Tommaso Marino con percentuali più basse da 3 (28%) ma con 4.6 assists. Il secondo “straniero” è il lituano Sorokas ( che ci aveva fatto grande impressione nella partita di andata), giocatore da 11+8 di media in 30 minuti; il quintetto è completato dal centro Rossi (10+8) e dalla guardia Tambone (10 punti, con il 40% da 3). Dalla panchina per Treviglio ci sono Turel (ogni volta che torna a Imola viene sommerso dai fischi) e Chillo.

Imola si presenta a questa partita in cerca di una vittoria per dimenticare la Coppa Italia conclusa prima del previsto, e per farlo si affiderà sicuramente a Karvel Anderson (18 di media in 30 minuti con il 52% da 2, 43% da 3 e 91% ai liberi) e a Leonard Washington (11+8 in 26 minuti) ma molto lavoro per quanto riguarda gli intangibles che, in quanto tali, non possiamo riportare (per capirci parliamo di blocchi, passaggi che portano a assists…). Imola fa molto affidamento sui suoi americani, ma di solito vince quando giocano bene gli altri, quindi quando Sabatini (6.5 punti di media col 50% da 2 punti) riesce a trovare il canestro con le penetrazioni, o quando Hassan (9 punti, 33% da 3, un po’ poco considerandolo un ottimo tiratore) trova il canestro dalla lunga distanza con continuità, quando Prato riesce a prendere in mano la squadra con i falli subiti o quando De Nicolao trova le triple. A completare la rotazione ci sono Amoni e Preti, con Amoni che è il centro titolare ma ha più compiti di leadership che di gioco. Partita molto interessante, noi vediamo favorita Imola perché si accoppia bene e in attacco può far bene col triangolo impostato da Ticchi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy