Imola, a Treviso contro la prima della classe

Imola, a Treviso contro la prima della classe

Commenta per primo!

Il tiro vincente di Casini, ad un secondo dalla fine del derby con Ravenna, non è ancora stato digerito dal popolo imolese. Una beffa che ha rovinato la festa ai tifosi del Palaruggi e che lascia tanto amaro in bocca per quella che poteva essere la quinta vittoria su sei gare disputate.

E’ già tempo però di voltare pagina, giovedì la truppa di coach Ticchi sarà di scena al Palaverde contro una delle candidate alla vittoria del campionato: Treviso.

Entrambe le squadre non hanno avuto molto tempo per prepararsi a questa sfida, considerato che questo turno infrasettimanale non concede la possibilità di effettuare molte sedute di allenamenti.

I veneti possono considerarsi favoriti sotto questo punto di vista, in quanto, a differenza della formazione romagnola, hanno giocato la scorsa partita con un giorno d’anticipo.

L’Andrea Costa, come già detto poc’anzi, viene da una brutta sconfitta casalinga contro il Basket Ravenna “Piero Manetti” per 73 a 74 dove Karvel Anderson è stato migliore in campo totalizzando 25 punti, buona prova anche di Michele Maggioli: l’ex centro di Jesi è andato in doppia cifra segnando 14 punti. Norman Hassan invece, alla sua seconda stagione ad Imola, ha deluso notevolmente. L’ala italo-egiziana ha collezionato molti errori durante tutta la partita, soprattutto dall’arco dei sei metri, chiudendo la sua prova con zero punti a referto.

Serata negativa anche per l’ex della partita, Francesco Amoni, che ha sofferto l’aggressività della formazione ospite non riuscendo ad incidere e a dire la sua nel corso di tutto l’incontro chiudendo la partita senza canestri.

La formazione trevigiana arriva alla sfida di giovedì con il morale alle stelle vista la recente vittoria sul campo di Brescia.

La De’ Longhi Treviso viene da un successo fondamentale contro la Centrale del Latte Brescia per 78 a 84, quaranta minuti di battaglia alla quale ha partecipato anche capitan Fabi, in dubbio fino all’ultimo. Il premio Mvp della partita va a La’Marshall Corbett, arrivato in Italia dopo le stagioni in Francia e Polonia, autore di un ottima prestazione con 27 punti a referto. I veneti con questa prova di forza hanno dimostrato di essere meritatamente primi in classifica a punteggio pieno, nel finale di gara infatti Brescia ha giocato tutte le carte possibili per provare a vincere la partita ma Rinaldi e compagni hanno difeso bene e giocato con intelligenza gli ultimi possessi consentendo a coach Pillastrini di inanellare la sesta vittoria su sei incontri giocati, vincendo quattro di queste in trasferta.

Dopo aver recuperato dall’infortunio il proprio capitano, l’allenatore di Treviso è pronto a sfidare l’Andrea costa e, nonostante l’ottimo inizio di stagione, non intende abbassare la guardia.

Queste le dichiarazioni  del mister trevigiano in vista della sfida contro i biancorossi: “Verranno al Palaverde leggeri, per sfidare la capolista, noi dobbiamo continuare ad essere umili e bravi a restare sempre concentrati. Recanati è ultima, ma abbiamo sofferto per vincere come con Brescia, bisogna metterselo bene in testa, se pensiamo di essere grandi ne perdiamo tre in fila.”

Il duello più atteso di questa partita è sicuramente quello a stelle e strisce tra le due guardie, da una parte La’Marshall Corbett e dall’altra Karvel Anderson. L’americano dell’Andrea Costa sta attraversando un momento di forma straordinario: attualmente è il miglior marcatore della A2 Est con 21.2 punti di media a partita e un 19/36, ovvero un 53% di media realizzativa, per quanto riguarda il tiro da tre punti. Karvel è alla sua seconda stagione in biancorosso, in estate coach Ticchi ha fortemente voluto la sua riconferma, e le scelte del mister sembrano essere vincenti.

La guardia trevigiana è invece alla sua prima stagione in Italia e anche lui non sembra affatto scherzare: è il terzo miglior marcatore del campionato con una media di 20.6 a partita e ha una percentuale del 70% per quanto riguarda i tiri da due punti.

Si preannuncia quindi una sfida infuocata tra due migliori talenti di questa stagione.

Gli imolesi nelle prime sei partite di campionato hanno totalizzato otto punti e si trovano in piena zona play off, solo Ravenna e Trieste sono riusciti a fermare i biancorossi.

I  padroni di casa invece stanno dominando il campionato e si trovano al primo posto in classifica con 12 punti.

Non sarà facile per i romagnoli riscattare le delusioni della partita con Ravenna, Treviso è l’avversario peggiore che poteva capitare in questo momento alla squadra di Ticchi. Anderson e compagni faranno di tutto però per rendere la vita difficile ai biancoblù e cercheranno in tutti i modi di porre fine all’imbattibilità della capolista.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy