Imola ancora sconfitta in casa, Mantova passa nel finale

Imola ancora sconfitta in casa, Mantova passa nel finale

Amici si accende nell’ultimo periodo e regala a Mantova la quarta vittoria consecutiva; Imola trema nel momento più importante e perde ancora in volata.

Commenta per primo!

ANDREA COSTA IMOLA- DINAMICA GENERALE MANTOVA 79-84

(19-20, 45-42, 59-57)

IMOLA: Tassinari 2, Cohn 22, Cai ne, Wiltshire, Borra 6, Maggioli 6, Ranuzzi 12, Prato 15, Preti, Hassan 8, Norfleet 8. All: Ticchi.

MANTOVA: Daniels 29, Vencato 4, Giacchetti 6, Albertini ne, Timperi ne, Candussi 4, Casella 3, Amici 13, Corbett 21, Gergati 2, Bryan 2, Rinaldi ne. All: Martellossi.

Imola ci ricasca: resta in partita per 39 minuti per poi vanificare tutti gli sforzi nel finale e perdere in volata. Questa volta la corsara è Mantova, trascinata da Corbett (21 punti) e Daniels (29 punti e 6 rimbalzi), e che ha trovato in Alessandro Amici, inesistente nei primi tre quarti poi autore di 8 punti nell’ultimo, il mattatore dell’incontro. La squadra di Martellossi conquista così la quarta vittoria in campionato, la quarta consecutiva, confermando il suo grande momento di forma. Per Imola, Cohn conferma di essere un’arma offensiva di tutto rispetto (22 punti con il 69% dal campo), e Prato sa ancora essere decisivo nei momenti del bisogno, ma l’Andrea Costa non riesce mai a prendere il comando della partita e imporre il suo gioco, dovendo soccombere per la quarta volta in campionato con uno svantaggio uguale o inferiore a 5 punti, e ritrovandosi penultima, in soilitaria, a 4 punti in classifica.

1° quarto. Partenza da incubo per i padroni di casa, che vedono Mantova volare sul 7-0 in 2’30’’, spinti dal contropiede di Amici e da 5 punti consecutivi di Corbett, mentre Hassan si presenta con uno 0/3 dal campo (immediatamente sostituito da Preti) e Cohn si fa stoppare da Candussi. Ci pensa Ranuzzi, l’ex di turno, a sbloccare i suoi dopo una bella palla recuperata di Norfleet; Maggioli accorcia ulteriormente con un tap-in in transizione, e Norfleet riporta i suoi a -1 con un 1vs1 ai danni di Amici. Mantova riesce però a fermare l’emorragia con il solito Corbett, che segna, subisce il fallo e realizza il libero aggiuntivo (6-10 dopo 5’). Maggioli continua a lavorare in post basso, questa volta contro Bryan, ottenendo il fallo e convertendo entrambi i liberi. Mantova non riesce a trovare ritmo in attacco, Daniels sbaglia il semi-gancio, allora Imola trova il pareggio grazie a Borra, che torreggia in mezzo all’area. Daniels si fa perdonare in fretta, perché il suo 2+1 riporta Mantova in vantaggio (10-13). Per Imola entrano Tassinari e Prato, che d’esperienza pesca Corbett in fallo e a cronometro fermo fa 2/2, ma lo stesso Corbett continua a martellare la difesa avversaria, trovando dalla lunetta altri 2 punti. Giacchetti si presenta in campo con una brutta palla persa, sfruttata dall’altra parte da Prato. Ancora Daniels dà uno scossone ai suoi con una tripla in faccia a Borra, riluttante a mettere i piedi fuori dall’area. In contro tendenza, Imola riesce ad andare spesso in lunetta: Tassinari non trema e riporta Imola sul -2 (16-18 dopo 9’). Intanto Amici sta litigando vistosamente con il ferro (2/6 dal campo), allora sono ancora i liberi, questa volta di Giacchetti, a regalare il +4 a Mantova; ma Cohn è glaciale e, sulla sirena di fine primo quarto, piazza la bomba per il parziale: 19-20.

2° quarto. Imola comincia bene la seconda frazione, recuperando palla in difesa e sbloccando il tabellone con un bel gioco a due tra Tassinari e Borra. Candussi però non ci sta, e in post trova i primi 2 punti della sua partita. Gergati ribadisce con un palleggio, arresto e tiro in mezzo all’area, ma Ranuzzi pareggia i conti con una tabellata (non dichiarata) da 3, e ancora Tassinari serve Borra per il primo vantaggio imolese (26-24 dopo 2’30’’). Daniels opera il contro-sorpasso con la seconda bomba di serata, poi annullata da Hassan, che si sblocca con un’entrata impossibile. La squadra di Martellossi non ha però intenzione di uscire dalla partita: Candussi trova il tap in vincente, poi la bomba di Casella, che riporta Mantova sul +4, forza coach Ticchi al time out. Al rientro in campo, Hassan trova il bersaglio anche dai 6,75, Maggioli oscura la vallata a Casella, e la bomba di Cohn regala il vantaggio ai biancorossi (34-32 dopo 15’). La partita si gioca su ritmi molto alti, e nessuna delle due squadre riesce a prendere un vantaggio consistente: Giacchetti pareggia ancora dalla lunetta, Cohn appoggia a canestro servito da Prato, Corbett lascia il marcatore sul posto e fa 36 pari. Cohn sembra intenzionato a continuare il suo ottimo periodo, piazzando la bomba (la terza della partita) che forza la panchina degli Stings al time out. Ancora Giacchetti dà respiro ai suoi a cronometro fermo, poi un 1vs1 di Daniels replica al lay up di Ranuzzi (41-40 dopo 18’). Imola spreca un paio di occasioni per allungare, e su una palla persa di Ranuzzi, Corbett vola in contropiede, costringendo Ticchi a fermare la partita. Norfleet sceglie un buon momento per entrare in partita, è tutto suo il break di 4-0 che scrive il 45-42 di metà gara.

3° quarto. Corbett rientra dagli spogliatoi con un air ball, ma nell’azione successiva pareggia con una bomba in transizione. Imola trova un altro canestro su rimessa in attacco, ancora con Cohn, gia a quota 11 punti personali. Ancora Corbett pareggia, dalla lunetta, ma replica Cohn, conquistando il rimbalzo offensivo e segnando ancora dai 6,75. Imola continua, però, a sprecare le occasioni di allungo, Hassan è il fantasma del giocatore che ha realizzato 17 punti a Chieti, e Mantova torva un parziale di 6-0 targato Daniels, che la riporta in vantaggio (50-53 al 24esimo). Ticchi prova a scuotere i suoi con un time out: Prato recepisce il messaggio e segna da sotto, Norfleet un po’ meno e perde banalmente palla su un possibile contropiede. Mantova comincia a prendere il controllo dei tabelloni, conquistando 4 rimbalzi offensivi consecutivi, ma sbagliando tutte le conclusioni a disposizione. Capitan Prato prende in mano la squadra e trova ancora la via del canestro, poi Cohn porta Imola sul +3 (56-53 a 3’ dalla fine del quarto). Martellossi prova a fermare l’inerzia inserendo Giacchetti e Bryan, ma Mantova pasticcia in attacco e ancora Prato segna la bomba del +6 che fa esplodere il PalaRuggi (59-53 al 28esimo). Amici sente la pressione dell’ex e continua a tirare con percentuali bassissime, allora è Corbett a dare un po’ di ossigeno ai suoi, e un appoggio rovesciato di Bryan sulla sirena di fine quarto riporta gli ospiti a -2 (59-57).

4° quarto. E’ proprio Amici, fino a questo momento invisibile, a realizzare il parziale di 5-0 che riporta gli Stings in vantaggio (59-62), ribadito dal comodo appoggio di Daniels su rimbalzo offensivo. Amici è un altro giocatore adesso, piazza la bomba del +8. Prato non ci sta, e segna 4 punti consecutivi che riportano i suoi sul -4 (63-67 al 33esimo). E poi Cohn ripete la prodezza già mostrata contro Ferrara: batte il difensore in palleggio, si arresta fuori dal pitturato e schiaccia a una mano in testa al lungo avversario. Cohn è in stato di onnipotenza cestistica, e questa volta serve a Maggioli l’assist del pareggio a quota 67. Poi Daniels mette su uno show personale, un parziale tutto suo che riporta Mantova sul +7 (67-74 a 5’ dalla fine). Per i padroni di casa si mette male quando Norfleet perde palla e commette fallo antisportivo per fermare il contropiede, da cui Mantova però non ricava neanche un punto. Maggioli sblocca Imola con un tap-in fondamentale, e Ranuzzi riporta i suoi a un possesso di distanza dalla lunetta (71-74 al 37esimo).  Ancora Daniels, arrivato a quota 26, riallunga sul +5 a cronometro fermo, quando un insospettabile Hassan porta a casa un canestro e fallo preziosissimo per i padroni di casa. La palla adesso pesa, e nessuna delle due squadre riesce a trovare la via del canestro. Norfleet recupera palla in difesa e subisce un fallo ingenuo di Bryan, convertendo dalla lunetta per il 76 pari. Corbett mette in mostra tutto il talento personale con un arresto e tiro in mezzo all’area, che a 1’ dalla fine porta Mantova sul +2. Cohn ha la palla per pareggiare, ma pasticcia in palleggio e la perde. Si va dall’altra parte, Amici attacca Maggioli sul cambio difensivo, e allo scadere dei 24’ gli segna in faccia da oltre 7 metri. 76-81 a 45’’ dalla fine. Imola perde banalmente palla sulla rimessa, ma Mantova restituisce il favore con altrettanta ingenuità. Ranuzzi ne approfitta per conquistare il fallo che lo manda in lunetta, dove fa solo 1 su 2. Dall’altra parte, invece, non trema la mano di Vencato, che regala ai suoi due possessi di vantaggio con 30’’ sul cronometro. Cohn prova a mantenere accese le speranze imolesi, ma Corbett sigilla il risultato finale sul 79-84.

Fotogallery a cura di Fabio Gubellini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy