Imola supera Forlì e si aggiudica il Trofeo “Gianni Mita”

Per la terza volta Imola e Forlì si affrontano in questa pre-season, e per la terza volta Imola esce vincitrice, questa volta tra le mura amiche del PalaRuggi.

Commenta per primo!

Andrea Costa Imola – Unieuro Forlì 85-81 (28-22; 50-43; 73-64)

IMOLA: Tassinari 6, Cohn 11, Cai, Pelliconi 3, Maggioli 16, Wiltshire, Ranuzzi 12, Prato 15, Preti 9, Hassan 3, Norfleet 10. All: Ticchi.

FORLI’: Blackshear 28, Paolin 12, Bonacini 9, Infante 8, Rotondo 2, Thiam 1, Crockett 11, Pierich 3, Ferri 7. All: Garelli.

Per la terza volta Imola e Forlì si affrontano in questa pre-season, e per la terza volta Imola esce vincitrice, questa volta tra le mura amiche del PalaRuggi. La formazione di coach Garelli, che mercoledì scorso ha dovuto annullare un’amichevole in programma a Jesi a causa delle troppe assenze, deve ancora fare a meno dell’infortunato Vico. I padroni di casa ritrovano Norfleet, mentre sono privi di Borra.

Ci pensano Paolin e Ranuzzi ad accendere la partita, segnando i primi 4 punti delle rispettive squadre, che restano poi a distanza ravvicinata fino a metà quarto (12-12), con Maggioli e Blackshear protagonisti. Ma un parziale lampo di 7-0 targato Cohn (5 punti e 1 assist) lancia Imola sul 19-12 e spezza la partita in due. Forli non ha idee in attacco, e soffre in difesa, mentre Imola gioca sul velluto. Forlì si sblocca con una bomba di Paolin e una di Pierich, ma dall’altra parte Prato mette su uno show personale e segna 6 punti di fila, portando il punteggio sul 25-17. Dall’altra parte, dal post basso Infante beffa Preti, che poi è bravo in attacco a trovare l’assist per la tripla di Pelliconi. Blackshear chiude il quarto con il punto esclamativo (schiacciata a due mani più fallo subito) sul 28-22.

Il secondo quarto si apre nel segno di Preti, che in tre minuti segna 4 punti, subisce due sfondamenti, e rifila una stoppata. L’attacco imolese è perfettamente oliato, e con il contropiede di Tassinari allunga sul +12 (34-22). Norfleet si accende e ne segna 4 di fila, mentre Forlì è in totale confusione e non riesce a reagire, trovando solo canestri occasionali con Bonacini e Blackshear. La panchina di Forlì si lascia andare al nervosismo, a causa anche di una condotta arbitrale “all’inglese”, e si vede sanzionare un fallo tecnico . Dopo altri 4 punti di Prato, Imola arriva a metà seconda frazione con un consistente vantaggio (42-26). Ci pensa Ranuzzi ad aiutare i forlivesi, segnando un fortuito auto-canestro, salvo poi, subito dopo, metterne a referto 2 dalla parte giusta. Negli ultimi 2′ Bonacini (7 punti) e Crockett (4 acrobatici) tentano di rimettere in piedi l’Unieuro, ma Maggioli sale in cattedra e respinge gli ospiti con 6 punti consecutivi. Dopo il 2/2 di Ferri dalla lunetta, il tabellone dice 50-43 all’intervallo.

E’ completamente un’altra Forlì quella che scende in campo nel terzo quarto. Crockett trova subito la via del canestro, recupera palla in difesa e converte in contropiede. Imola ci mette del suo perdendo un altra palla, Ferri ringrazia e riporta i suoi sul -1. Tutto da rifare per i ragazzi di coach Ticchi, che sono però bravi a rispondere con un contro parziale di 8-0 (Ranuzzi, Norfleet e Cohn), riportando Imola sul +9 (58-49). Forlì adesso ha più continuità offensiva (vanno a segno Infante, Blackshear e Paolin), ma l’Andrea Costa mantiene le distanze con Cohn. Si sblocca anche Hassan e il vantaggio imolese torna in doppia cifra, ribadito poco dopo da Maggioli (68-56), grazie anche alla zona dispari schierata in difesa. Non si mette bene per Forlì, che a 3′ dalla fine perde Infante per 5 falli e subisce un terzo tempo di Preti. Paolin e Blackshear tengono a galla gli ospiti, ma il parziale sorride ancora a Imola, che entra nell’ultimo periodo avanti di 9 lunghezze (73-64).

La tensione aumenta sensibilmente dalla prima rimessa in campo, ma il punteggio resta inchiodato per 2 minuti. Al tiro libero di Hassan risponde Blackshear, poi una tripla di Ferri ai 2 punti di Norfleet. Un Preti particolarmente attivo vola a rimbalzo e corregge l’errore di Cohn, quindi una bomba di Prato porta Imola sul +12 (81-69) a 4′ dalla sirena finale. Un Rotondo in difficoltà trova finalmente la via del canestro, ma ogni tentativo di risalita forlivese viene prontamente respinto dai padroni di casa. Blackshear ci prova fino alla fine (chiuderà con 28 punti), ma ormai è troppo tardi. Finisce 85-81 per l’Andrea Costa, che grazie a un’ottima prova di squadra si aggiudica il 1° Trofeo Gianni Mita.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy