Inside the A2 Est – Apu Gsa Udine, roster incompleto ma grande entusiasmo

Inside the A2 Est – Apu Gsa Udine, roster incompleto ma grande entusiasmo

A pochi giorni dall’esordio in campionato, il roster dell’Apu non è ancora definito. Dopo la partenza di Delegal, anche Tyler Laser potrebbe abbandonare la squadra friulana. Il mercato è tuttora aperto e le prossime ore saranno decisive per scoprire il nome del nuovo acquisto bianconero.

Siamo rimasti a quell’11 giugno, quando a Montecatini, in occasione della Final Four, l’Apu Gsa dell’era Lardo ha centrato la promozione in A2 dopo una stagione praticamente perfetta. All’inizio del campionato c’erano tutti i presupposti per far bene e Udine non ha deluso: con il supporto della tifoseria friulana sempre presente, Vanuzzo e compagni hanno agguantato prima la finale play-off di Serie B, e poi, dopo aver sconfitto in Gara5 la Co.Mark Bergamo, sono giunti a Montecatini dove è bastata una sola gara per toccare le stelle. Il salto nella categoria che conta è finalmente arrivato dopo anni di assenze e tentativi. Ora, però, si inizia davvero a fare sul serio ed è importante cominciare con il piede giusto fin dal primo match, sebbene infortuni e un mercato ancora attivo nascondano numerose insidie.

IL ROSTER

IL QUINTETTO – Per l’Apu è stata un’estate all’insegna del mercato e in particolar modo della ricerca di uno straniero adatto alle caratteristiche della squadra. Il primo acquisto annunciato è stato quello di Tyler Laser, un regista americano con grandi abilità di realizzazione, proveniente dalla formazione del Kavala che milita nel campionato di A1 greco. Laser è stato scelto per la sua esperienza e per le sue doti in fase di costruzione del gioco anche se le sue prestazioni opache nel precampionato hanno fatto suonare i campanelli d’allarme alla Gsa, che infatti è ancora attiva per trovare un sostituto all’atleta del Michigan, ormai giunto alla fine della sua permanenza a Udine. Sebbene la partita d’esordio sia prevista per domenica sera a Cividale del Friuli (UD), le trattative che stanno tenendo impegnato il gm Davide Micalich sono ancora in corso; le opzioni sono due: da una parte c’è la pista Keydren Clark, playmaker americano con passaporto bulgaro che può portare alla compagine udinese fisicità e spettacolo, dall’altra l’italiano Jacopo Giacchetti.
Il secondo arrivo importante è quello di Stanley Okoye ufficializzato pochi giorni fa, dopo che l’Apu ha deciso di scindere il contratto con Eddie Delegal (e dopo aver provinato anche Remi Barry), giovane statunitense che in fase di preseason ha deluso le aspettative, risultando non ancora pronto per affrontare un campionato di A2. Okoye, invece, nella scorsa stagione ha indossato, nella seconda serie italiana, la maglia di Matera e poi di Trapani, fatturando in quest’ultima 10.9 punti di media.
Ma la vera solidità del team di coach Lardo arriva dal vecchio nucleo che l’anno scorso ha raggiunto la promozione: tra le riconferme ci sono quella di Riccardo Truccolo, il guerriero della squadra, colui che con la propria grinta è capace di cambiare l’andamento del match, e quella di Joel Zacchetti ormai in maglia bianconera da diverse stagioni; infine, il presidente Pedone e il suo staff non potevano lasciarsi andare Riccardo Castelli, top scorer del team friulano nella scorsa stagione e pedina fondamentale in ottica realizzativa e non solo anche per il nuovo campionato.

PANCHINA – L’allenatore ligure per questa nuova avventura in A2 potrà contare su un’ampia rotazione di giocatori di qualità e spessore. Infatti durante l’estate l’Apu, in fase di costruzione del roster, ha riconfermato il capitano Manuel Vanuzzo, puro leader dentro e fuori dal campo, Michele Ferrari, un atleta tuttofare che può stare in ogni parte del campo, Vittorio Nobile, che nonostante la giovane età si è fatto trovare pronto in match decisivi quando serviva un playmaker esperto, e Mauro Pinton, il tiratore che punisce senza pietà dall’arco le difese poco aggressive. Il terzo e ultimo acquisto, invece, è quello di Gino Cuccarolo, l’uomo più alto d’Italia, un centro classe ’87 che con i suoi 2 metri e 21 centimetri è giunto in terra friulana per implementare il reparto dei lunghi della formazione udinese che durante lo scorso campionato (e anche in quest’ultimo mese) ha dato qualche problema a Lino Lardo a causa dei numerosi stop per infortunio accorsi a Zacchetti e Vanuzzo.

CONFERME
Riccardo Castelli (ITA, AG, 12.2 pt, 6.5 rb)
Riccardo Truccolo (ITA, G, 9.6 pt, 2.6 rb)
Mauro Pinton (ITA, G, 10.4 pt, 1.7 rb)
Joel Zacchetti (ITA, C, 7.1 pt, 4 rb)
Manuel Vanuzzo (ITA, A/C, 7.6 pt, 5.6 rb)
Michele Ferrari (ITA, G/AP, 6.6 pt, 5.2 rb)
Vittorio Nobile (ITA, PM, 4.4 pt, 1.1 ass)

ACQUISTI
TYLER LASER (USA, PM, da Enosi Kalathosfairisis Kavala – A1 Grecia – 11.2 pt, 3.6 ass)
GINO CUCCAROLO (ITA, C, da Segafredo Bologna – A2 Italia – 0.3 pt, 1.3 rb)
STANLEY OKOYE (NIG, AP, da Pall. Trapani – A2 Italia – 10.9 pt)

GLI OBIETTIVI
C’è molta attesa per questa nuova stagione: Udine, dopo numerosi anni, ritorna a calcare i parquet più prestigiosi del basket italiano e lo fa con un gruppo solido, compatto e con grande esperienza, guidato da un allenatore come Lino Lardo, capace di tirare fuori il meglio da ogni giocatore. L’intento della Gsa, da neopromossa, non è certo quello di stare timidamente a guardare le prodezze delle altre compagini; l’obiettivo più volte dichiarato dal presidente Pedone e da tutta la società consiste nell’essere competitivi fin dalla prima gara e giocarsi alla pari ogni match. Ecco perché il mercato estivo è stato corretto a preparazione già iniziata ed è tuttora in movimento; non è concesso alcun errore di valutazione: Udine è tornata in serie A e ha tutte le intenzione di rimanerci a lungo.

COSÌ IN CAMPO
Starting 5: Laser (PM), Truccolo (G), Okoye (AP), Castelli (AG), Zacchetti (C).
Panchina: Nobile (PM), Pinton (G), Ferrari (G/AP), Vanuzzo (A/C), CUCCAROLO (C)
Coach: Lino Lardo (confermato)

LA PRESEASON AI RAGGI X

27 agosto: APU GSA UDINE – Klagenfurt 106-68
(Diop 8, Castelli 11, Delegal 15, Gatto 4, Zacchetti 2, Truccolo 8, Nobile 6, Laser 13, Cuccarolo 7, Pinton 17, Ferrari 4, Maran 4, Vanuzzo 5, Chiti 2)

2 settembre: “Basketball Summer League” APU GSA UDINE – Moncada Agrigento 76-81
(Delegal 17, Ferrari 11, Pinton 10, Castelli 12, Laser 10, Cuccarolo 6, Zacchetti 4, Diop 1, Vanuzzo, Gatto, Nobile 2, Truccolo 3, Maran)

3 settembre: “Basketball Summer League” Alma Trieste – APU GSA UDINE 63-44
(Castelli 5, Delegal 8, Laser 5, Cuccarolo 5, Ferrari 4, Diop, Gatto, Zacchetti 4, Truccolo 7, Nobile 4, Pinton 2, Maran)

9 settembre: “Pordenone Basket” Alma Trieste – APU GSA UDINE 78-59
(Diop, Castelli 13, Delegal 9, Zacchetti 4, Truccolo 14, Nobile 2, Laser 11, Cuccarolo, Pinton 6, Ferrari n.e.,. Vanuzzo, Gatto)

10 settembre: “Pordenone Basket” De’ Longhi Treviso – APU GSA UDINE 73-83
(Diop 2, Castelli 20, Delegal 5, Zacchetti 6, Truccolo 12, Nobile 1, Laser 16, Cuccarolo 7, Pinton 7, Ferrari 7; non entrati: Gatto, Maran e Vanuzzo)

13 settembre: APU GSA UDINE – Zalgris Kaunas 61-93
(Diop, Castelli 9, Delegal 12, Tommaso Gatto, Zacchetti 5, Truccolo 9, Nobile 2, Laser 16, Cuccarolo 4, Pinton 3, Ferrari, Vanuzzo 3)

17 settembre: Torneo “Città di Trieste” APU GSA UDINE – Partizan Belgrado 31-37 (partita da 20′)
(Diop n.e., Castelli 9, Delegal, Gatto n.e., Barry 4, Truccolo 3, Nobile, Laser 2, Cuccarolo, Pinton 6, Ferrari 2, Maran n.e. Vanuzzo 5)

17 settembre: Torneo “Città di Trieste” APU GSA UDINE – Alma Trieste 28-42 (partita da 20′)
(Diop, Castelli 2, Delegal 2, Gatto, Barry 6, Truccolo 2, Nobile, Laser 4, Cuccarolo 6, Pinton 2, Ferrari 4, Maran n.e., Vanuzzo)

21 settembre: APU GSA UDINE – De’ Longhi Treviso 75-76
(Pinton 4, Laser 21, Ferrari 7, Castelli 15, Cuccarolo 11; Gatto 4, Truccolo 6, Nobile 3, Vanuzzo 2)

24 settembre: Tezenis Verona – APU GSA UDINE 96-68
(Castelli 7, Gatto 4, Truccolo 9, Nobile, Laser 14, Cuccarolo 10, Pinton 14, Ferrari 3, Maran, Vanuzzo 7, Diop n.e., Chiti n.e.)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy