Inside the A2 Est – Fortitudo, mirino puntato sulla Serie A

Inside the A2 Est – Fortitudo, mirino puntato sulla Serie A

Convivere con l’etichetta di favorita davanti ad un pubblico che anche alla chiamata alle armi estiva ha risposto presente sbriciolando ogni record in fase di campagna abbonamenti potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio.

Gara 5 della finale per salire in Serie A e la Supercoppa vinta sabato scorso all’Unipol Arena sono i due biglietti da visita con cui la Kontatto Fortitudo Bologna si presenterà domenica a Chieti ai blocchi di partenza della nuova stagione. Certo è che convivere con l’etichetta di favorita davanti ad un pubblico che anche alla chiamata alle armi estiva ha risposto presente sbriciolando ogni record in fase di campagna abbonamenti (si va verso il tutto esaurito di tessere staccabili) potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio. In questo senso, il lavoro soprattutto dal punto di vista mentale e fisico – per arrivare alla fase clou della stagione al top della condizione come accaduto lo scorso anno – che dovrà fare coach Matteo Boniciolli dovrà essere costante e non certo semplice, ma sicuramente fondamentale. Detto ciò è innegabile che il roster, nonostante qualche cambio in più del previsto, è assolutamente competitivo – anche se forse manca un po’ di tiro da fuori che un uomo d’esperienza come Marco Carraretto sapeva garantire – ed ha tutte le carte in regola per poter puntare al salto di categoria.

IL  ROSTER

La rivoluzione più importante dell’estate fortitudina riguarda proprio il quintetto base che di fatto può essere considerato totalmente modificato: in regia, al posto di Gennaro Sorrentino è arrivato Michele Ruzzier che dovrebbe partire titolare, a differenza del suo pari ruolo finito a Recanati. Nello spot di guardia non è stato possibile confermare, come si era inizialmente pensato Jonte Flowers che sarà sostituito da Chris Roberts reduce da un’ottima annata a Siena dove ha viaggiato a 16 punti a partita. Di fronte a sè il non facile compito di  convincere al 100% coach Boniciolli che sul suo modo di di giocare – un po’ troppo offensivo ed individuale – e sui suoi ritmi di lavoro aveva mostrato qualche perplessità pur credendo nelle capacità del ragazzo e scegliendo di tesserarlo. Nello spot di ala piccola sarà ballottaggio tra Italiano – che Boniciolli vorrebbe utilizzare più spesso da ala piccola – e Raucci che verranno utilizzati a seconda della maggior necessità del momento di difendere –il più adatto nel caso è Raucci – o attaccare. Non è escluso però che anche Stefano Mancinelli, che in origine sarebbe il quattro titolare, possa occupare quello che  è stato il ruolo da lui ricoperto alle origini della sua carriera. Sotto canestro invece è arrivato dalla seconda lega turca Justin Knox, pivot totalmente differente dal suo predecessore Ed Daniel e vera e propria scommessa principale di questa stagione fortitudina: dotato di chili e centimetri (è alto 206 cm.) Knox è un giocatore probabilmente meno atletico e verticale di Daniel ma certamente più abile nel gioco spalle a canestro e più utile contro centri di sostanza che sono stati un po’ il problema principale da affrontare della Fortitudo nel finale della scorsa stagione. Nella panchina invece potrebbero esserci le risorse più importanti per permettere alla Fortitudo un buon salto di qualità: Candi – fresco di rinnovo pluriennale e sgravato dalla pressione di dover partire titolare – e Montano saranno infatti i cambi rispettivamente di play e guardia. Conoscendo perfettamente l’ambiente ed essendo reduci da un’annata molto positiva, potrebbero garantire forze fresche e qualità da vendere per far riposare i titolari. Come secondo lungo è arrivato invece il quasi trentunenne Luca Gandini che porta con sé un importante bagaglio d’esperienza per disputare un’A2 di vertice. Infine c’è Luca Campogrande che, dopo l’ottimo finale della scorsa stagione in cui ha fatto intuire buone qualità, è chiamato ad un salto di qualità ulteriore vista anche la sua grande duttilità tattica.

 

IL QUINTETTO

PM RUZZIER (2.3 pt, 1.5 ass – Reyer Venezia)

G ROBERTS (16.0 pt, 4.2 rb – Mens Sana Siena)

AP Raucci (5.1 pt, 3.0 rb)

AG MANCINELLI (10.0 pt, 3.9 rb – Manital Torino)

C KNOX (15.0 pt, 8.8 rb – Final Spor Genclik)

 

LA PANCHINA

Candi (7.1 pt, 2.1 ass), Montano (10.9 pt, 2.4 rb), Campogrande (2.7 pt), Italiano (7.6 pt, 3.8 rb), GANDINI (2.9 pt, 3.2 rb – Dinamica Mantova)

Coach: Matteo Boniciolli (confermato)

 

GLI OBIETTIVI

Il record di abbonamenti raggiunto (oltre 4600 tessere staccate, la Supercoppa vinta sabato e il finale della scorsa stagione alzano senza dubbio come detto la pressione posta sulla squadra e rendono la promozione l’obbiettivo principale. Tra gli obbiettivi dei ragazzi di Boniciolli ci sono però anche quello di disputare la Coppa Italia – che potrebbe essere giocata alla Unipol Arena di Casalecchio – e di arrivare ai playoff vincendo qualche partita in più dello scorso anno che permetterebbe un posizionamento in griglia (lo scorso anno la Fortitudo arrivò settima al termine della stagione regolare) e quindi di avere il fattore campo a favore che lo nell’ultima annata è mancato. Per far questo sarà necessario aumentare il rendimento fuori casa.

 

LA PRESEASON AI RAGGI X

FORTITUDO KONTATTO- PRINCETON UNIVERSITY 87-93 dts (16-15; 43-33; 64-43; 77-77)

Mancinelli 9, Candi 3, Ruzzier 3, Campogrande 2, Montano 17, Gandini 5, Raucci 8, Roberts 20, Knox 16, Italiano 4. All. Boniciolli.

FORTITUDO KONTATTO- EA7 OLIMPIA MILANO 61-87 (7-24; 21-43; 43-64)

Mancinelli 9, Candi 7, Costanzelli, Ruzzier ne, Di Poce, Campogrande 3, Montano 1, Gandini 4, Raucci 7, Roberts 18, Knox 8, Italiano 4. All. Boniciolli.

FORTITUDO KONTATTO- GALATASARAY 84-93 (19-13, 41-43, 56-67)

Mancinelli 7, Candi 6, Di Poce, Costanzelli ne, Ruzzier ne, Campogrande 3, Montano 22, Italiano 2, Roberts 16, Raucci 6, Knox 18, Gandini 4. All. Boniciolli.

ORASÌ RAVENNA – FORTITUDO KONTATTO 77 – 69 (21-18, 35-43, 56-60)

Torricelli ne, Mancinelli 14, Candi 4, Constanzelli ne, Ruzzier 2, Di Poce ne, Campogrande, Montano 6, Gandini 8, Raucci 5, Roberts 14, Knox 16. All. Boniciolli.

ENEL BRINDISI – FORTITUDO KONTATTO 75-80 (18-19; 42-39; 55-55)

Mancinelli 4, Candi 13, Montano 12, Roberts 21, Knox 19, Ruzzier 2, Campogrande, Gandini 1, Raucci 3, Italiano 5. All. Boniciolli.

FORTITUDO KONTATTO- PASTA REGGIA CASERTA 67-94 (12-28; 29-48; 49-79)

Mancinelli 5, Candi, Ruzzier ne, Di Poce ne, Costanzelli ne, Campogrande 3, Gandini 7, Montano 6, Raucci 8, Roberts 11, Knox 23, Italiano 4. All. Boniciolli.

FORTITUDO KONTATTO- PALLACANESTRO MANTOVANA 80-67 (20-10, 40-27, 59-52)

Mancinelli 22, Candi 12, Torricelli, Campogrande 7, Montano 2, Errera, Gandini 4, Raucci 5, Roberts 13, Knox 15. All. Boniciolli.

FORTITUDO KONTATTO- GIVOVA SCAFATI 72-70 (20-15; 40-35; 53-52)

Mancinelli 16, Candi 8, Torricelli, Campogrande, Montano 4, Errera, Gandini 5, Raucci 5, Roberts 19, Knox 15. All: Boniciolli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy