Inside the A2 Est – Fortitudo, per Boniciolli e co. un ruolo da protagonista

Inside the A2 Est – Fortitudo, per Boniciolli e co. un ruolo da protagonista

Il 2015 passerà molto probabilmente agli annali come l’anno della rinascita sportiva fortitudina, dopo stagioni costellate da grandi traversie economiche e lotte intestine tra le varie anime del tifo. Il trionfo del 13 Giugno a Forlì contro Siena, ancora scolpito nelle menti e nei cuori dei 3000 supporter fortitudini presenti al PalaCredito, ha sancito infatti il ritorno al basket che più le compete di una delle realtà storiche della pallacanestro italiana, chiudendo un cerchio che si era aperto cinque anni or sono proprio nella cittadina romagnola dove la Effe conquistò con il rocambolesco cesto di Matteo Malavanetura il ritorno in A2 reso poi vano dal crack finanziario della società.

2015, anno multiplo di 5 che dimostra come questo dato sia una sorta di cabala per l’Aquila che nel 2000 ha portato a casa il primo scudetto della sua storia, nel  2005 il secondo arrivato grazie al tiro a fil di sirena di Ruben Douglas contro Milano e nel 2010 ha conquistato la famigerata “promozione non promozione”  di cui abbiamo già fatto  menzione.

Numeri, come gli oltre 3000 abbonamenti sottoscritti quest’anno dal “Popolo Biancoblù” che ancora una volta, spinto da un amore sconfinato per questi colori, risponde presente alla chiamata alle armi del campionato, dimostrando un qualcosa di grande e indescrivibile che va ben oltre le cifre e super ogni tipo di difficoltà; perché anche questa estate, quasi a voler confermare un trend troppo inflazionato negli ultimi anni, non sono di certo venuti a mancare colpi di scena e ostacoli poi superati sulla sponda fortitudina del Reno: a cominciare dal caso Lestini (non tesserato dopo un lungo tira e molla e in seguito alle proteste di alcuni tifosi per i suoi trascorsi in avversarie storiche della Effe e alcuni episodi contestati con la curva biancoblù), proseguendo con la vicenda Drucker-FIBA, risoltasi positivamente soltanto negli ultimi giorni, e il possibile cambio di proprietà sullo sfondo. Casi e situazioni che hanno scatenato  il dibattito in seno al tifo in una piazza caldissima ed esigente, e palesato come la Effe Scudata debba ancora trovare una sua stabilità definitiva per spiccare il volo verso la massima categoria.

Ora però, come si suol dire, le chiacchiere stanno a zero e la palla torna al campo che dovrà dare il suo responso finale. Le premesse e le possibilità per arrivare a qualcosa di sorprendente certamente non mancano, a patto che non venga mai a mancare la concentrazione, la coesione e il duro lavoro in palestra.

 

IL ROSTER

Squadra che vince non si cambia. E’ proprio dalla continuità che riparte coach Boniciolli che ha richiamato lo storico vice Stefano Comuzzo per dare ancor più esperienza e qualità allo staff tecnico: sfumati i possibili colpi di inizio Estate Piazza e Cusin, sono infatti 7 gli elementi confermati dal roster che ha conquistato la promozione a fronte di 3 soli nuovi innesti (Quaglia e gli americani Flowers e Daniel ancora ai box per un mese) che compensano le partenze di Valentini, Mancin e Samoggia e il ritiro dal basket giocato di Davide Lamma, diventato DS della società che gli ha dato i natali cestistici.

Continuità anche sotto l’aspetto mentale e d’identità di squadra che l’allenatore triestino – un valore aggiunto anche  per la A2 – vuole fortemente improntata all’aggressività difensiva e alla corsa come accaduto in B.

In regia si gioca probabilmente la scommessa più importante dell’annata fortitudina che, se vinta, può portare ad un salto di qualità: saranno infatti i giovanissimi Matteo Montano e Leo Candi, reduci da un’ottima annata in B, a dividersi le maggiori responsabilità di far girare la macchina biancoblù. Il primo è chiamato ad una conferma in questa categoria dove già a militato con buoni risultati vestendo la casacca di Napoli, mentre Candi, uno tra i più interessanti prospetti italiani, potrebbe essere di fronte alla stagione della sua consacrazione. Tutto dipende da lui, che ha fatto vedere di essere in grado di prendersi responsabilità e di non aver paura di nulla sul parquet dove guida la squadra con tranquillità e capacità invidiabili.  A far loro da mentore c’è Gennaro Sorrentino, il quale salendo dalla panchina può garantire minuti di intensità e qualità. Jonte Flowers, guardia-ala arrivata sotto le “Due Torri” dopo un biennio europeo vincente al Plojesti (dove ha conquistato due campionati romeni e ha partecipato all’Eurocup), il veterano Marco Carraretto e Davide Raucci (che in estate ha lavorato con Stefano Comuzzo insieme a Quaglia e Italiano per adattarsi al nuovo ruolo di ala-piccola e acquistare maggior efficienza dalla lunga distanza) arricchiscono il reparto esterni , offrendo pericolosità dall’arco, duttilità tattica, notevole esperienza e atletismo.

Sotto le plance si gioca invece un’altra importante fetta della stagione dell’Aquila: il totem della promozione Andrea Iannilli è confermatissimo e chiamato a dimostrare di poter fare la differenza anche in un campionato superiore. Le doti non gli mancano. Al suo fianco ci saranno anche Nazzareno Italiano, sorpresa della seconda parte della scorsa stagione in cui il lungo di Serra San Bruno ha dato una grande mano alla causa con la sua bidimensionalità, il rientrante alla base Francesco Quaglia (uno dei reduci insieme a Lamma e Sorrentino del successo forlivese del 2010) e il neo arrivato Ed Daniel, giocatore dalle grandi qualità atletiche su cui poggiano gran parte delle potenzialità di sorpresa biancoblù e che è ancora costretto ai box da un infortunio alla caviglia rimediato nel pre-stagione ed è stato temporaneamente sostituito da Ivica Radic, il quale dal canto suo proverà comunque a conquistarsi con l’operato sul campo una conferma a scapito del collega americano. Chiudono il roster i giovani Rovatti e Campogrande, pronti a mettere nel loro motore esperienza.

LE SCOMMESSE: la linea verde in regia e l’adattamento ad un ruolo tutto sommato per loro nuovo di Italiano, Raucci e Quaglia – che hanno lavorato in estate con Comuzzo per facilitare la transizione ad una nuova collocazione tattica – sono certamente le scommesse su cui punta Boniciolli ben sapendo che la qualità di questi giocatori, il duro workout svolto e il loro spirito di sacrificio possono portare a felici risultati.

 

COSI’ IN CAMPO

S5: Candi – Carraretto – Flowers – Italiano – Daniel/Radic
Panchina: Montano – Sorrentino  – Raucci – Quaglia – Iannilli

GLI OBIETTIVI

Nonostante si sia di fronte ad una neo promossa, società e staff non hanno mai nascosto di voler puntare ad un campionato di totale serenità con uno sguardo concreto ai playoff. La promozione, vista la qualità delle avversarie e l’unico posto disponibile per salire su 32 squadre partecipanti al campionato, appare un ‘obbiettivo ancora difficile da centrare ma nel basket non si può mai sapere.

 

LA PRESEASON AI RAGGI X

Sabato 29 Agosto: @Bologna – PalaDozza ore 18.00 vs Ferrara 98-78: Daniel 15, Rovatti 2, Quaglia 8, Candi 5, Iannilli 4, Campogrande, Montano 14, Sorrentino 4, Raucci 6, Carraretto 14, Flowers 12, Italiano 14.

Sabato 5 e domenica 6 Settembre: @Imola: Torneo vs Imola, Mantova e Tortona (Sab 5 Settembre: , ore 21 vs Tortona)

–> vs Tortona 85-90: Candì 4, Rovatti, Quaglia, Iannilli 4, Campogrande, Daniel 20, Montano 14, Sorrentino 3, Raucci 4, Carraretto 11, Flowers 16, Italiano 9.

–> vs Mantova 88-77: Rovatti, Quaglia 2, Candi 11, Daniel 14, Iannilli 6, Campogrande, Montano 14, Sorrentino 5, Raucci 7, Carraretto 8, Flowers 6, Italiano 15.

Sabato 12 e domenica 13 Settembre: @Caserta: Trofeo “IRTET – Città di Caserta” vs Caserta, Trento (Serie A) e Fortitudo Bologna

–> vs Caserta 65-77: Daniel 10, Rovatti ne, Quaglia 9, Candi 5, Iannilli 8, Campogrande ne, Montano 10, Sorrentino 7, Raucci, Carraretto 2, Flowers 11, Italiano 3.

–> vs Roma 85-65: Rovatti, Daniel, Candi 5, Quaglia 8, Iannilli 5, Campogrande, Montano 15, Sorrentino 12, Raucci 4, Carraretto 10, Flowers 16, Italiano 10.

Sabato 19 e domenica 20 Settembre: @Taranto – PalaMazzola: Torne “Città di Taranto” vs Brindisi, Avellino e Caserta (Serie A)

–> vs Brindisi 70-77:  Daniel 13, Quaglia, Candi 2, Iannilli 4, Montano 12, Sorrentino, Raucci, Carraretto 11, Flowers 15, Italiano 13.

–> vs Avellino 44-59: Daniel 6, Quaglia 5, Candi 5, Iannilli 2, Montano 11, Sorrentino 2, Raucci 3, Carraretto 4, Flowers 6, Italiano.

Venerdì 25 e Sabato 26 Settembre: @Omegna: Torneo vs Casalpusterlengo, Imola e Omegna

–> vs Omegna 64-62: Daniel 2, Quaglia, Candi 2, Iannilli 6, Campogrande, Montano 15, Sorrentino 2, Raucci 10, Italiano 6, Flowers 21.

–> vs Casalpusterlengo 66-73: Sorrentino 11, Italiano 5, Carraretto 3, Iannilli 12, Montano 7, Quaglia 4, Flowers 13,Candi 9, Raucci 2, Campogrande.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy