Inside the A2 Est: Recanati, nuovo corso con Zanchi ma senza voli pindarici

Inside the A2 Est: Recanati, nuovo corso con Zanchi ma senza voli pindarici

Reduce da un turno (impensabile) di play off, a fine giugno il Basket Recanati ha rischiato di sparire, o meglio di lasciare la città per una molteplice serie di situazioni che ne indefinivano il futuro.

Prima fra tutti la cronica mancanza di un main sponsor, criticità che accompagna la società sin dalla sua prima apparizione ad una ribalta nazionale nella DNA e successive trasformazioni sino all’attuale A2. Poi la questione palas con un PalaCingolani poco appetibile per le dirette televisive e con appena 1000 posti disponibili. E la costrizione da regolamento in caso di play out o play off di giocarli lontano.

Quando oramai sembrava che il titolo di Recanati migrasse in Friuli, lo scatto di orgoglio del presidente Pierini vedendo mobilitarsi la tifoseria, allestire gazebo in piazza e trovarsi di fronte a 1000 firme che chiedevano di non azzerare una trionfale cavalcata iniziata in C da Castel Guelfo e approdata all’A2.

Anche se la squadra rappresenta un patrimonio per la città ed il territorio, di sponsor all’orizzonte nemmeno l’ombra. Ma il bilancio, ancora sano, ha permesso di fare uno sforzo anche se le risorse economiche sono quelle che sono.

La  “piccola” Recanati con il suo “piccolo” PalaCingolani saranno nuovamente al via.

Recanati, capitale di cultura e turismo di livello internazionale, sarà il più piccolo centro dell’A2 a sfidare mostri sacri della palla a spicchi ed è pronta a schierare i suoi “giovani favolosi”, questo lo slogan lanciato per la stagione sulla scia dei successi del film di Mario Martone, su Giacomo Leopardi, girato in città, “Il giovane favoloso”.

In società non si fanno proclami, profilo basso per una salvezza senza passare per i play out.

Fari puntati su due elementi: Traini e Gibson. Quando approdò in prestito a Recanati nella sua prima stagione in DNA la squadra ebbe un balzo in avanti. Per il biondo porto recanatese poi delle stagioni bersagliate da infortuni. A Recanati un campionato per il riscatto. Gibson ha mancato per poco il passaggio in NBA. Dalla vetrina europea il rookie chiede un nuovo pass.

A saggiare subito le potenzialità del Basket Recanati domenica arriva Imola, in Gold la scorsa stagione. Avversario che ha cambiato poco nel roster e punta decisamente ad essere protagonista nei play off.

Intanto ci si avvia verso i 250 abbonamenti (che pochi non sono per una realtà come Recanati). Domenica botteghini aperti in anticipo per sottoscrivere le tessere.

 

IL ROSTER

Squadra giovane e nel contempo matura, 25.6 l’età media  (194,1 cm. l’altezza), che è stata affidata alle esperte cure del neo-coach Andrea Zanchi, che vanta oltre 450 panchine da professionista, assistito dal riconfermato vice Alessandro Pozzetti.

Il roster è stato rinnovato per 10/12: sono rimasti solamente la bandiera Attilio Pierini, capitano al suo 13° anno con la casacca gialloblu, e l’esperta guardia  italo-belga Dimitri Lauwers, alla sua 19^ stagione da professionista. Otto gli innesti: il primo arrivato Daniele Bonessio (Matera-A2 Silver) ala; l’under di belle speranze classe ’95 Salvatore Forte (Stella Azzurra Roma-serie B) guardia-ala; l’altro classe ‘95 Obinna Raphael Nwokoye (Martina Franca-Serie B) ala-centro; il classe’94 Alessandro Procacci (Jesi-A2 Gold) play-guardia; Giacomo Maspero da Cantù (A1) ala-centro, ai quali si sono aggiunti gli innesti Luca Amorese (Roseto-A2 Silver) e Mattia Lacché (Matelica, serie C), ambedue classe ’97. Gradito ritorno all’ermo colle è quello del talentuoso play porto recanatese Andrea Traini, lo scorso anno a Napoli in A2 Gold, che guiderà la squadra dalla cabina-regia con tanta voglia di riscatto dopo alcune stagioni sfortunate. Gli statunitensi Kenny Michael Lawson Jr., centro, lo scorso anno all’Ironi Nahariya nella Serie A israeliana ed il “rookie” Shane Marqui Gibson, guardia, dall’Idaho Stampede completano il roster. Aggregati alla formazione maggiore  due giovani under locali di belle speranze: Riccardo Cuccoli (1998) e Bertrand Ndziè (1999).

 

COSI’ IN CAMPO

S5 – Pierini, Traini, Bonessio, Lawson, Gibson

A DISP. – Forte, Lauwers, Obinna, Procacci, Maspero, Amorese, Lacchè, Cuccoli, Noziè

ALL.  Zanchi  (nuovo, 2014/15 Casalpusterlengo A2 Gold)
GLI OBIETTIVI

Nella passata stagione tutti davano Recanati destinata ad un anonimo campionato, forse  a lottare per salvarsi. E’ arrivato invece il primo turno play off perso 2-1 contro Ferentino. Quest’anno la società è conscia che il campionato sarà più duro, non si fanno proclami, il budget è quello che è. Confermarsi nella nuova A2 unica obiettivo minimo della dirigenza, tutto il resto viene dopo.

 

LA PRESEASON AI RAGGI X

Non è stata esaltante la preseason dei leopardiani. Sicuramente ha influito nel lavoro di coach Zanchi dover assemblare un roster per 10/12 tutto nuovo e con innesti under in corsa. In più c’è stata l’indisponibilità di Lawson per il piccolo intervento chirurgico e in un’occasione di Gibson per una botta alla caviglia. Le ultime tre uscite hanno però rivelato non indifferenti progressi visto che sono arrivate due vittorie, confortate anche dal gioco. Zanchi (vecchia conoscenza nelle Marche con Porto San Giorgio, Osimo e Jesi), come sua consuetudine, punta sullo spirito di gruppo ed al sacrificio dei sngoli.

 

PORTO SANT’ELPIDIO 43

BASKET RECANATI 86

(10-13, 17-26, 8-30, 8-17)

Recanati: Forte 3, Pierini 7, Lauwers 2, Obinna 6, Traini 12, Procacci 9, Bonessio 4, Amorese, Maspero 2, Lawson 18, Gibson 23. All. Zanchi

 

FERENTINO 70
BASKET RECANATI 61
(22-19, 21-16, 6-7, 21-19)

Recanati: Forte 3, Pierini 6, Lauwers, Obinna 6, Traini 7, Procacci, Bonessio 2, Maspero 2, Lawson 15, Gibson 20. All.: Zanchi.

 

BASKET RECANATI 87

ORTONA 78

(23-22, 20-16, 18-21, 26-19)

Recanati: Forte 8, Pierini 11, Lauwers 14, Obinna 6, Traini 6, Procacci 5, Maspero 14 (nella foto), Gibson 15. All. Zanchi

 

BASKET RECANATI 64

RAVENNA 64

(18-20, 16-20, 15-11, 15-13)

Recanati: Forte 6 Pierini 5, Lauwers 6, Obinna 5, Traini 18, Procacci, Bonessio 9, Amorese, Maspero 4, Gibson 11. All. Zanchi

 

BASKET RECANATI 82

AURORA JESI 92

(19-24, 22-25, 23-23, 18-20)

Recanati: Forte 4, Pierini 14, Lauwers 4, Obinna 3 (nella foto), Traini 12, Procacci 2, Bonessio 9, Amorese, Maspero 18, Gibson 16. All. Zanchi

 

BASKET RECANATI 83
CAMPLI 84
(26-24, 25-19, 20-19, 12-22)

Recanati: Forte 1, Pierini 11, Lauwers 10, Obinna 3, Traini 13, Procacci 8, Bonessio 7, Maspero 10, Gibson 20. All. Zanchi

 

AURORA JESI 99

BASKET RECANATI 86

Parziali: 26-18; 24-27; 27-24; 22-17

Recanati: Forte 3; Pierini 7; Lauwers 9; Obinna 4; Traini 20; Procacci 8; Bonessio 14; Amorese n.e, Maspero 5; Gibson 5. Coach Recanati: Andrea Zanchi

 

BASKET RECANATI 84
CHIETI 79
(24-25, 17-22, 18-20, 25-12)

Recanati: Forte, Pierini 10, Lauwers 4, Obinna, Traini 5, Procacci, Bonessio 3, Maspero 5, Lawson 26 (nella foto), Gibson 31. All. Zanchi

 

BASKET RECANATI 63

RIETI 70

(20-11, 14-17, 15-21, 14-21)

Recanati – Pierini 6, Lauwers 7, Traini 8, Lawson 10, Maspero 15, Bonessio 6, Obinna 2, Procacci 9, Gibson ne. All. Zanchi.

 

ORASÌ RAVENNA 68

BASKET RECANATI 73

(20-20, 35-28, 44-50)

Recanati: Forte, Pierini 12, Lauwers 6, Obinna, Traini 6, Procacci, Bonessio 5, Maspero 2, Lawson 27, Gibson 15. All.: Zanchi.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy