Inside the A2 Est – Verona: con Tezenis e Crespi riparte l’assAlto, ma senza ossessioni

Inside the A2 Est – Verona: con Tezenis e Crespi riparte l’assAlto, ma senza ossessioni

Commenta per primo!

La stagione 2015/16 della Verona dei canestri non può non tenere conto della cocente delusione dello scorso campionato. Dopo una stagione regolare da 22 vittorie e 4 sole sconfitte, arrivò la clamorosa eliminazione per mano di Agrigento. Un epilogo amaro dopo il quale la dirigenza ha voluto cambiare totalmente assetto, sia nello staff che nella formazione. A capo del nuovo progetto tecnico è stato chiamato Marco Crespi, coach di sterminata esperienza, l’ideale per costruire, migliorare, inculcare una mentalità vincente ad un gruppo che però avrà bisogno di tempo per vedere trasformati in campo i concetti, le idee e l’entusiasmo del proprio condottiero.

IL ROSTER

IL QUINTETTO – L’unica conferma è del capitano Giorgio Boscagin, alla quinta stagione di fila a Verona e con il posto in quintetto da ala piccola ancora assicurato. Il resto è stato completamente rivoluzionato. La decisione di avere un roster da 9 elementi senior più un under permetterà a Crespi di avere una più ampia rotazione, e alla società di dormire sonni più tranquilli rispetto alla scorsa annata, quando ogni minimo acciacco si trasformava in emergenza. La società ha pensato di abbeverarsi delle motivazioni di rivalsa di molti giocatori che non hanno avuto uno spazio adeguato in serie A, e che vogliono riconquistarla da protagonisti. Così per il ruolo di playmaker titolare è stato scelto Marco Spanghero, che torna in A-2 forte di una vasta esperienza accumulata durante la scalata alla massima serie con la maglia di Trento: leadership, tiro da tre punti e voglia di prendersi responsabilità sono le sue caratteristiche più marcate. L’asse play-pivot sarà completato da Vitalis Chikoko, centro prettamente difensivo che lo scorso maggio si è trovato protagonista nella finale scudetto con Reggio Emilia approfittando dei malanni di Lavrinovic: ora conta su Crespi per completare un bagaglio tecnico promettente ma non ancora affinato. Accanto a Spanghero giocherà Rayvonte Rice, quattro anni di college tra Drake e Illinois: il tiro da fuori và e viene ma ha fisico, atletismo ed ottima mentalità difensiva, tutte qualità che possono permettergli di imporsi. Come ala grande un ritorno, quello di Matteo Da Ros: talento offensivo pregiato, non ha mai fatto pienamente colpo su tifosi e dirigenza, ma con l’aiuto di Crespi può fare un salto di qualità importante.

PANCHINA – Se il quintetto può forse risultare meno dotato rispetto alla scorsa stagione, sembra che la panchina quest’anno possa fare la vera differenza, vista la presenza di giocatori di talento ed affidabilità. Intanto Riccardo Cortese: il 29enne ex Pistoia e Avellino ha già incantato in precampionato col suo tiro da tre punti, arma imprescindibile per una squadra che non ha armi letali in post e che basa molto il suo attacco sulla circolazione di palla e la ricerca degli angoli per il tiro. Come play di riserva è arrivato Lorenzo Saccaggi, un lusso per il ruolo, “ex” giovane promettente (casse ’92) che si è subito fatto apprezzare per la fisicità e l’impegno. I due esterni, insieme al giovanissimo Andrea Bernardi (classe ’97), andranno ad integrare una rotazione molto versatile e ricca di soluzioni d’incastro. A Verona è giunto anche il compagno di Saccaggi della deludente edizione 2014/15 di Casalpusterlengo, Giampaolo Ricci: fino ad ora è risultato un po’ estraneo al contesto, ma il suo tiro da fuori e la predisposizione alla lotta sono qualità assodate e importanti. Come lo sono quelle di Andrea Michelori, il super veterano (casse ‘78) che fu ad un passo dalla Tezenis già verso la fine della scorsa annata ed ora è finalmente gialloblu: difesa, furbizia e idee chiare sotto il tabellone non mancheranno.

 

ACQUISTI

Marco Spanghero (ITA, P, da Trento – A – 6.0 pts + 1.6 rb + 1.7 ass).

Lorenzo Saccaggi (ITA, P/G, da Casapusterlengo – A2 Gold – 8.9 pts + 3.0 rb + 3.6 ast).

Rayvonte Rice (USA, G, da Illinois – NCAA – 16.5 pts + 6.5 rb + 1.8 ass).

Riccardo Cortese (ITA, G/AP, da Avellino – A – 2.0 pts + 0.9 rb).

Matteo Da Ros (ITA. AG, da Barcellona – A2 Gold – 12.7 pts + 7.3 rb + 3.3 ast).

Giampaolo Ricci (ITA, AG, da Casalpusterlengo – A2 Gold – 11.2 pts + 5.5 rb).

Vitalis Chikoko (ZIM, C, da Reggio Emilia – A – 4.1 pts + 3.4 rb + 1.0 stop).

Andrea Michelori (ITA, C, da Caserta – A – 3.4 pts + 2.5 rb).

Andrea Bernardi (ITA, P/G, da Trento – Under).

 

CONFERME

Giorgio Boscagin (ITA, AP – 10.0 pts + 4.5 rb + 1.5 ass).

 

GLI OBIETTIVI

La serie A è un obiettivo desiderato fortemente dalla piazza, dalla società, dal coach, dai giocatori. Ma non deve diventare un’ossessione, e forse è stata proprio l’“ansia da prestazione” che ha smontato le certezze del gruppo dello scorso campionato. Il fatto di aver cambiato nove giocatori su dieci del roster non facilita certo la lettura preventiva su che tipo di cammino potrà percorrere Verona. Ma la Tezenis è lì e ci proverà. Molto dipenderà dalla crescita durante l’anno dei due extracomunitari: Rice e Chikoko, per motivi diversi, sono all’inizio di un lungo percorso che dovrà invocare pazienza. Da Ros parte con molti “occhi puntati”, così come Spanghero avrà responsabilità che mai ha avuto in carriera. Boscagin e Michelori sono guide carismatiche importanti, che possono facilitare il compito di un ottimo coach come Crespi, che rappresenta forse la più grande certezza per coltivare certe ambizioni.

 

COSI’ IN CAMPO:

 Starting 5: SPANGHERO (P) – RICE (G) – BOSCAGIN (AP) – DA ROS (AG) – CHIKOKO (C).

A DISP. – SACCAGGI (P/G) – CORTESE (G/AP) – RICCI (AG) – MICHELORI (C) – BERNARDI(P/G, ‘97).

 

LA PRESEASON AI RAGGI X

PalaFerroli (San Bonifacio), mercoledì 2 settembre, contro Stanford University 80-73 (Spanghero 18, Boscagin 13, Saccaggi 11).

A Cortina d’Ampezzo, sabato 5 settembre, contro la Benetton Treviso 75-57 (Rice 26, Cortese 13, Saccaggi 13).

PalaOlimpia (VR), mercoledì 9 settembre, “Memorial Mario Vicenzi” contro Shanghai Sharks 72-50 (Cortese 19, Rice 17, Da Ros 11).

A Voghera, sabato 12 settembre, Trofeo Ghisolfi contro Auxilium Torino 62-66 (Rice 16, Cortese 13, Spanghero 11).

A Voghera, domenica 13 settembre, Trofeo Ghisolfi contro Olimpia Milano 69-77 (Chikoko 19, Rice 18, Cortese 14).

PalaTrento (TN) sabato 19 settembre, Memorial Bussinelli contro Olimpia Milano 65-61 (Cortese 18, Rice 17, Spanghero 13).

PalaTrento (TN) domenica 20 settembre, Memorial Bussinelli contro Dolomiti Energia Trento 83-85 (Rice 24, Cortese 20, Spanghero 19).

PalaBigi (RE), martedì 22 settembre, Trofeo Grissin Bon contro Pallacanestro Reggiana 81-82 (Rice 20, Spanghero 16, Cortese 13). 

PalaOlimpia (VR), venerdì 25 settembre contro Mantova 69-64 (Cortese 20, Rice 12, Chikoko 11)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy