Inside the A2 Est – Verona, sarà la rivoluzione giusta?

Inside the A2 Est – Verona, sarà la rivoluzione giusta?

Verona è ormai abituata a stravolgere tutto rispetto all’annata precedente. Mai come stavolta, però, il reset è stato necessario dopo la burrascosa era-Crespi, durata solo un anno e ricca di dissidi interni e incomprensioni tra coach, società e giocatori.

Commenta per primo!

Altro giro, altra rivoluzione. Verona è ormai abituata a stravolgere tutto rispetto all’annata precedente. Mai come stavolta, però, il reset è stato necessario dopo la burrascosa era-Crespi, durata solo un anno e ricca di dissidi interni e incomprensioni tra coach, società e giocatori. Si riparte ora da Fabrizio Frates, altro coach di grande esperienza, reduce dall’ottimo finale di stagione alla Viola Reggio Calabria. Frates ha dovuto affrontare un precampionato ricco di difficoltà: la scelta sbagliata di un americano (il play Kareem Canty, una meteora), problemi al Palasport (colpito da una bomba d’acqua e utilizzabile solo all’esordio contro Roseto) e infortuni assortiti. E’ notizia di oggi che Giovanni Pini è stato vittima di una frattura che lo terrà fuori 2-3 mesi, mentre DiLiegro (ora recuperato) è addirittura sbarcato a Verona con un’operazione al ginocchio sul groppone. Per correre ai ripari, Verona ha messo le mani su David Brkic.

IL ROSTER

La prima scelta per il leader della squadra era caduta su Canty, rookie da Auburn che non ha mai convinto sin dal primo giorno. La virata su Dawan Robinson è un’ammissione di colpa e la volontà di avere un leader vocale ed esperto del campionato italiano (ex Veroli, Reggio Emilia, Varese e Torino) per guidare un gruppo ricco di giovani da far giocare e far crescere. La sicurezza è rappresentata da Marco Portannese, ormai uno specialista della A-2, reduce da un buonissimo campionato a Scafati e ancor prima in particolare evidenza a Capo d’Orlando e Latina. Michael Frazier, classe ’94 ex Florida, ha colpito tutti: non gli mancano tiro da fuori, talento a tutto tondo e punti nelle mani. Deve trovare continuità nell’arco dei 40′, ma può essere devastante. C’è poca chiarezza sul partner di Dane DiLiegro, altra pedina dal rendimento sicuro (doppia-doppia lo scorso anno a Siena), ma che non sarà al massimo a causa della lunga inattività in preseason. Una bella impressione ha fatto finora Leonardo Totè, il classe ’97 veronese poco utilizzato a Brescia nella scorsa stagione ma già in grado di produrre straordinari flash di talento. Il 21enne play Nicolò Basile ha preso sul serio il pre-campionato: partito piano, ha fatto vedere che il cambio di ritmo e un solido tiro da fuori fanno parte del suo repertorio. Il solito Giorgio Boscagin, alla sesta stagione di fila in maglia Verona, è la carta versatile che può fluttuare tra gioco esterno e interno, tra quintetto e panchina: è in attesa del primo figlio, chissà se può rappresentare una molla in più per disputare una grande stagione. Il giovane Andrea Rovatti lotta per guadagnarsi minuti completando il reparto piccoli. Sotto canestro la voglia di emergere e l’immensa combattività accomunano sia lo sfortunato ex Reggio Emilia Giovanni Pini, sia il 26enne Yande Fall, ex Latina. L’inserimento di David Brkic, classe ’82 , è più di un “cerotto”. Servirà un periodo di adattamento, ma ha esperienza e un bottino di oltre 15 punti di media la scorsa annata a Ferrara.

 

GLI OBIETTIVI

La Scaligera avrebbe tutto per disputare la A: tradizione, capacità economiche, bacino di tifosi. Gli scorsi due anni sono stati però scottanti, quindi l’imperativo è fare meno rumore possibile. La garanzia di avere alle spalle una società solida (confermato lo sponsor Tezenis) e la prospettiva di miscelare al meglio promettente gioventù e solida esperienza, permetterà comunque a coach Frates di lavorare con serenità, senza obblighi e pressioni provenienti da obiettivi per forza ambiziosi. Il reparto lunghi rimane forse il punto debole della squadra: manca un po’ di rendimento sicuro e non è assortito perfettamente. Per questo, l’acquisto di Brkic non solo copre l’infortunio di Pini, ma ha fondamenti tecnici reali per dare più profondità e malleabilità alla squadra.

ACQUISTI

Dawan Robinson (USA, P, da Olimpia Lubiana – 12.3 pt, 4 ass).

Michael Frazier II (USA, G/AP, da Fort Wayne Mad Ants – 6.6 pt, 2.4 rb).

Marco Portannese (ITA, G, da Givova Scafati – 11.6 pt, 3.8 rb).

Leonardo Totè (ITA, AG, da Brescia – 2.0 pt, 0.6 rb).

Dane Diliegro (USA/ITA, C, da Mens Sana Siena – 13.1 pt, 10.3 rb).

Nicolò Basile(ITA, P, da Consultivest Pesaro – 1.5 pt, 0.6 ass).

Andrea Rovatti (da Eternedile Bologna – 0.8 pt).

Yande Fall (da Benacquista Latina – 6.3 pt, 4.3 rb).

Giovanni Pini (da Sidigas Avellino – 1.5 pt, 2.0 rb).

David Brkic (da Ferrara – 15.4 pt, 7.2 rb).

CONFERME

Giorgio Boscagin (ITA, AP – 9.1 pts, 2.8 rb).

 

COSI’ IN CAMPO:

Starting 5: ROBINSON (P) – PORTANNESE (G) – FRAZIER (AP) – TOTE’ (AG) – DILIEGRO (C).

A DISP.: BASILE (P) – ROVATTI (G) – BOSCAGIN (AP) – FALL (AG) PINI (AG/C), BRKIC (AG/C).

 

LA PRESEASON AI RAGGI X

A Carisolo (TN) sabato 27 agosto: Tezenis Verona-Vanoli Cremona 75-105 (Frazier 18, Totè 13, Boscagin 11).

A Cortina d’Ampezzo venerdì 2 settembre: «Cortina Basket Week», Tezenis Verona-Segafredo Bologna 68-78 (Frazier 22, Totè 16, Portannese 11).

A Cortina d’Ampezzo sabato 3 settembre: «Cortina Basket Week», Tezenis Verona-DeLonghi Treviso 64-83 (Totè 15, Portannese 14, Frazier 9).

A Vigasio (VR) giovedì 8 settembre: Tezenis Verona-Brindisi 73-86 (Frazier 20, Totè 16, Portannese e Fall 13).

A Vigasio (VR) mercoledì 14 settembre: Tezenis Verona-Dinamica Mantova 71-66 (Portannese 20, Pni 10, Basile 10).

A Brescia mercoledì 21 settembre: Germani Basket Brescia-Tezenis Verona 97-63 (Boscagin 16, Portannese 12, Fall 12).

A San Bonifacio (VR) giovedì 22 settembre: Tezenis Verona-Virtus Padova 62-64 (DiLiegro 20, Boscagin 12, Basile 9).

A Castelfranco Veneto (TV) sabato 24 settembre: Tezenis Verona-Amici Pallacanestro Udinese 96-68 (Frazier 20, Portannese 19, Rovatti 16).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy