Jesi ospita Legnano in un match fondamentale per la salvezza

Jesi ospita Legnano in un match fondamentale per la salvezza

Jesi e Legnano,a pari punti in classifica,cercano una vittoria preziosissima per evitare i playout

Domenica 13 marzo,per la ventinquesima giornata del campionato di A2 girone est (decima di ritorno),l’Aurora Jesi ospita al PalaTriccoli la EuroPromotion Legnano. Dunque alla ripresa del campionato dopo la sosta per le fasi finali della coppa Italia,va in scena lo scontro salvezza per antonomasia di questa stagione. Si affrontano infatti la terzultima e la quartultima in classifica,rispettivamente Jesi e Legnano,che cercheranno,in un duello serrato da qui alla fine del campionato,di evitare i playout.

Jesi arriva a questo match dopo la sconfitta subita sul difficilissimo parquet di Imola nell’ultimo turno disputato. Nel match contro Legnano l’Aurora dovrà assolutamente ridurre il numero di palle perse (18 a Imola,contro le 13.8 stagionali),e migliorare la percentuale dall’arco (pessimo 2/12 a Imola,con 0/4 sia per Gueye che per Santiangeli). Ovviamente serviranno poi i punti dello stesso Santiangeli e di Josh Greene,rispettivamente top scorer della squadra con 15 punti di media a partita e secondo miglior realizzatore con una media quasi identica,14.9 punti in ogni match. Da Greene ci si aspetta anche il solito contributo in assist (4.5 in stagione),e ad Hunter (terzo realizzatore della squadra con 13 punti di media) verrà chiesto la consueta solidità a rimbalzo (7.5 a partita in stagione). Gueye,autore di 9.7 punti in stagione,a Imola ha segnato solo 3 punti e ovviamente saranno fondamentali anche i suoi canestri.

Il quintetto che coach Lasi schiererà dal primo minuto potrebbe essere identico a quello che ha iniziato il match di Imola,con Greene playmaker,Gueye guardia,Santiangeli e Hunter ali e Paci centro,con pronti a entrare dalla panchina Maganza,con ampio minutaggio nel ruolo di centro,e Picarelli e Battisti a dare respiro in regia a Gueye e Greene.

Legnano è reduce dalla vittoria contro Matera,che è valsa l’aggancio in classifica proprio a Jesi,e grazie alla sosta del campionato ha potuto far recuperare i propri giocatori dai rispettivi problemi fisici. In particolare Palermo nell’ultimo periodo ha giocato grazie alle infiltrazioni e non ha mai potuto allenarsi bene. Navarini e Laudoni avevano acciacchi vari,e questa sosta è stata provvidenziale.

Contro Matera i Knights non hanno incantato,anche a causa di questi infortuni,ma hanno comunque evidenziato un Raivio che al di là delle ottime statistiche (21 punti,6/10 da due,3/6 da tre,15 rimbalzi,4 assist) è stato perfetto nei momenti decisivi,recuperando quella lucidità che nei match precedenti sembrava avere almeno parzialmente perso. In realtà più che Raivio era Pacher (top scorer dei suoi con 17.6 punti a partita,seguìto dallo stesso Raivio con 17) a destare più preoccupazioni,per un evidente calo di intensità nelle ultime partite. Contro Matera però lo statunitense ha segnato 24 punti con 6/11 da due,e oltre ai punti e ai 10 rimbalzi è stato il 12/14 dalla lunetta a lasciare un’ottima impresisone,non solo per la precisione al tiro ma per l’evidente intensità offensiva che ha spinto Pacher a penetrare maggiormente e subire di conseguenza più falli. L’avere di nuovo i propri americani a grandi livelli per i Knights è fondamentale. Da segnalare poi un Laudoni in costante miglioramento e sempre al servizio della squadra. Per vincere Legnano avrà bisogno oltre che dei punti degli americani,anche dei loro rimbalzi (Raivio è il miglior rimbalzista della squadra con 8.1,seguito a ruota da Pcher con 7.9) e di un Palermo finalmente a posto fisicamente e che quindi possa dare il suo consueto enorme contributo in regia.

Lo starting five che Ferrari manderà sul parquet potrebbe vedere dunque Palermo playmaker,Raivio guardia,Martini ala piccola,Pacher ala grande e Maiocco centro,con pronti a subentrare con ampio minutaggio Navarini per dare respiro a Palermo in regia,Laudoni come backup di Martini e Fattori come centro.

I due team sono a pari punti in classifica,e in questo momento Legnano è davanti a Jesi e fuori appunto dai playout in virtù della vittoria ottenuta nello scontro diretto dell’andata. Chi vincerà questa gara andrà a +2 sulla rivale. Se vincesse Legnano,i Knights in caso di arrivo a pari punti a fine stagione avrebbero gli scontri diretti a favore,avendo vinto entrambi i match,e quindi il vantaggio in classifica domenica sera sarebbe in pratica di 4 punti. Se invece vincesse Jesi,bisognerebbe calcolare la differenza canestri. All’andata finì 88-69 per Legnano,in un match in cui i Knights avevano ancora a disposizione Frassineti e Jesi disponeva ancora di Janelidze. Per avere gli scontri diretti a favore i marchigiani dovranno vincere dunque con almeno 20 punti di scarto,un’impresa tutt’altro che semplice,ma che Jesi potrà tentare davanti al proprio pubblico.

La palla a due è prevista alle 18,per un match assolutamente da non perdere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy