Jordan Losi si presenta a Ferrara

Jordan Losi si presenta a Ferrara

Commenta per primo!

Tra i tanti colpi di scena che hanno caratterizzato l’estate biancoazzurra, quello forse più clamoroso è l’ingaggio dell’ex Mantova, che a Ferrara ritrova coach Morea assieme ad un ambiente che gli è stato ostile in più occasioni. I tifosi ferraresi infatti da quell’ infuocata serie playoff di due anni fa, individuarono in Losi il nemico pubblico numero uno, ma oggi è tutta un’altra storia come sottolinea John Ebeling: “riteniamo Jordan un acquisto fondamentale per questa squadra, è un giocatore dalla mentalità vincente ed è proprio per questo che lo abbiamo fortemente voluto”.

E’ poi Losi a prendere la parola: “ so che può sembrare un controsenso ma sono molto felice di essere qui, sono contento che mi vengano riconosciute certe qualità anche se ovviamente un giocatore vincente si esprime al meglio quando la squadra è vincente. Il nostro sarà un gruppo di giocatori navigati, che probabilmente verranno chiamati vecchi quando perderanno ed esperti quando vinceranno. Sono convinto invece che la conoscenza del campionato da parte di molti di noi sarà importante per amalgamare al meglio la squadra”.

Non poteva mancare una parola sulla questione tifosi: ”sono cose successe quando vestivo un’altra maglia, se ho mancato di rispetto a qualcuno chiedo scusa, io esulto sempre per la squadra in cui gioco ma questo non vuol dire che a Ferrara sarò una bandierina che cerca di farsi amici i tifosi esultando. Penso che si debba andare oltre a questa faccenda, e spostare il focus su qualcosa di più grande ed importante come la società e l’ambiente Pallacanestro Ferrara.” Sul ruolo che andrà a coprire in squadra, Losi ha le idee chiare: ”viste le rotazioni corte i ruoli saranno molto chiari e non ci sarà il rischio di litigarsi il pallone, per quanto mi riguarda credo che sia giusto il ruolo di sesto uomo ma comunque il tutto andrà ovviamente inserito in un contesto di squadra. Il campionato che verrà sarà complicato, il bello ed il brutto dell’A2 è che tutti possono vincere contro tutti, ci si mette poco a salire o peggio a scendere e dovremo esser pronti a tutto.”

La chiusura è affidata a John Ebeling che fà il punto sul mercato: “ per ora attendiamo, dobbiamo aspettare di sistemare alcune questioni con eventuali sponsor ma più in generale cerchiamo un’occasione importante come fu quella rappresentata lo scorso anno da Hasbrouck. Per quanto riguarda Rhett, cercheremo di farlo arrivare per l’inizio degli allenamenti.”

Aspettando intanto l’arrivo di Bucci e Ibarra previsti rispettivamente per il 13 e l’11 agosto, la squadra si radunerà il 16 per poi iniziare la preparazione il giorno seguente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy