La Bnb vuole continuare a volare, ma Matera è determinata e vuole il colpaccio

La Bnb vuole continuare a volare, ma Matera è determinata e vuole il colpaccio

Commenta per primo!

Dopo due settimane è di nuovo tempo di derby al PalaColombo di Ruvo di Puglia: nella casa della Bnb arrivano, infatti, i lucani della Bawer Matera in quella che si prospetta una sfida avvincente tra due squadre in salute che hanno ritrovato il sorriso nell’ultima settimana.

La Torrevento Basket Nord Barese, dopo aver lasciato la vetta della classifica con tre sconfitte di fila tutte arrivate nei pressi della sirena finale, ha fornito due prove convincenti in casa contro Bari e al PalaMaggetti di Roseto, espugnato dagli ‘’orange’’ cinque mesi dopo quella calda giornata di inizio giugno in cui Cadeo e i suoi si regalavano la prima storica promozione. Gli ospiti di coach Giovanni Benedetto, invece,  sono tornati alla vittoria tra le mura amiche del PalaSassi sconfiggendo Reggio Calabria per 89-78 con i 26 punti di Rezzano ed i 21 di Austin.

Nell’analizzare la squadra materana partiamo come sempre dagli americani, colonna portante di tutte (o quasi) le squadre di Gold e Silver:  Anthony Jones, play-guardia quasi 29enne nativo di Sacramento, prima di arrivare a Matera ha girovagato per l’Europa (e non solo) con esperienze anche in Arabia Saudita e Messico. Jones ha iniziato la stagione con il piede giusto, a 16.5 punti, 3.4 rimbalzi e 2.4 assist di media con prestazioni mostruose come contro Firenze (29 punti) e Mantova (34). Guai a mandarlo in lunetta, finora ha sbagliato solo 3 tentativi a cronometro fermo su 31 tentativi.

Kyle Austin, invece, è la vera stella di questa squadra: ala di 25 anni, anche lui californiano come Jones, anche lui reduce da un’esperienza in Ungheria nel Kormend (che quest’anno disputa l’Eurochallenge) chiusa a 20 punti di media. Coach Benedetto non può fare a meno di lui: quando ha giocato di meno l’ha fatto contro Mantova realizzando 23 punti in 32 minuti. Sempre in doppia cifra nelle prime otto giornate (17.4 punti di media), ama andare a rimbalzo (6.6 di media); sta tirando con un grandioso 46% da 3 punti, ma pecca un po’ dalla lunetta con un non eccelso 65%.

A guidare la truppa degli italiani c’è Massimo Rezzano; l’esperto triestino è al suo secondo anno nella città dei sassi dopo essere stato capitano a Brescia in LegaDue. Il suo rendimento è stato un po’ al di sotto delle attese in questo inizio d’anno, in doppia cifra solo contro Treviglio (tirando però 4/15) e con percentuali al tiro molto basse. Occhio, però, perché Rezzano sta tornando: domenica ne ha messi 26 alla Viola, e vuole fare lo stesso in quel di Ruvo.

Sotto canestro spazio ad Antonio Iannuzzi, anche lui confermato. Scuola Montepaschi, Iannuzzi ha chiuso l’anno scorso in doppia doppia di media (15 punti e 10 rimbalzi) e anche in questa nuova stagione non sta deludendo: 13 punti e 7 rimbalzi di media con rendimento costante.

Quarto anno a Matera per Carlos Vico, incubo delle difese; il folletto argentino è a 11.4 punti di media, non sta tirando benissimo (38% da 2, 67% in lunetta) ma è sempre pericolosissimo e imprevedibile. Tra i confermati c’è anche Carlo Cantone, play campano cresciuto nella nativa Sant’Antimo e che quest’anno sta dando minuti di qualità con 8.0 punti e ben 4.9 assist di media.

Il cambio sotto le plance di Iannuzzi è Marco Maganza: Brescia, Trieste e per ultimo Recanati sono le sue esperienze. 1.9 punti e 2.9 rimbalzi di media fin qui, il 22enne nativo di Genova deve alzare il suo rendimento.

Completano il roster l’ex di turno Daniele Toscano, il siciliano Bolletta e l’enfant du pays Mattia Stano.

La Bnb vuole continuare a volare, ma Matera vuole tornare nelle posizioni di primo piano che le spettano. Si preannuncia un derby incandescente.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy