La Pallacanestro Ferrara si rifà il look

La Pallacanestro Ferrara si rifà il look

Prende corpo il progetto del nuovo responsabile marketing Roberto Tezzon: “vogliamo offrire qualcosa di unico”

Commenta per primo!

Un nuovo nome, un nuovo logo ed un palazzetto dello sport come centro di aggregazione che vada oltre le semplici partite di pallacanestro. Questi e molti altri sono i programmi che bollono nel pentolone biancoazzurro che vuole intraprendere una direzione nuova, più moderna e dinamica con una concezione di sport non limitata al solo territorio ferrarese.

La nuova Pallacanestro Ferrara dovrà essere un vero e proprio ‘brand’ appetibile su larga scala e in grado di fornire un prodotto unico, passando anche per una squadra di ‘facce pulite’ che dovrà creare un forte senso identitario.

Parole e musica del presidente Fabio Bulgarelli che dà ufficialmente l’inizio della nuova stagione con rinnovato entusiasmo: “entriamo nel settimo anno di attività di questa società, è la mia prima uscita ufficiale nella nuova stagione ma abbiamo visto che alcune cose sono già state fatte a partire dalla squadra. Ripartiamo dal risultato sportivo dell’anno scorso che non è stato quello sperato ma che abbiamo già accettato, il fatto di aver mantenuto la categoria è comunque già di per se’ un patrimonio. Ci sono state poi grandi riflessioni sul ‘sistema Ferrara’ e sul suo futuro dati gli stimoli che, dopo sei anni, non sono più gli stessi dell’inizio. Dato l’onere ed il peso, non solo economico, della gestione societaria non nego di aver pensato di lasciare ma oggi siamo qui per parlare del nostro rinnovamento”.

Si riparte dunque con un ‘restyling’ vero e proprio dunque: “vogliamo costruire una nuova idea di società con un nuovo nome e logo che verranno presentati venerdì.  Vogliamo costruire un prodotto più appetibile che ci consenta di essere ambiziosi, nei prossimi anni infatti vogliamo puntare ad essere tra i ‘top team’ di A2 per obiettivi e budget”.

Un grande cambiamento, che ha come carburante interessi provenienti da fuori città: “stiamo riscontrando interesse e disponibilità di risorse soprattutto nel bolognese e nel veronese in modo da rendere questa società un qualcosa che abbia un respiro non solo locale. Questo rinnovamento coinvolgerà ovviamente anche il palasport per il quale stiamo cercando una nuova denominazione data la scadenza del contratto di sponsorizzazione con Hilton Pharma. Con il Comune è stato avviato un discorso grande e complesso, che avrà bisogno di tempi lunghi dato che, prima di grossi interventi sulla struttura, dovremo aspettare la scandenza e l’eventuale ridiscussione della convenzione per il palazzetto nel 2019. Questo comunque non esclude alcune modifiche che saranno apprezzabili già a partire da quest’anno”.

Oltre al contorno, anche l’investimento su coloro che concretamente calcheranno il parquet il prossimo anno ha linee ben precise: “ringrazio tutti coloro che ci hanno permesso di arrivare oggi fino a qui compreso Adriano Furlani. In passato abbiamo commesso l’errore di non confermare gli uomini che bene hanno fatto sul campo e da questi vogliamo ripartire. Iniziando da Alberto Martelossi che ha ottenuto i migliori risultati nella giovane storia di questa società, proseguendo con giocatori apprezzati come Cortese e Molinaro arrivando poi ad un americano come Rush impeccabile dal punto di vista professionale. Inoltre si è scelto di offrire, sempre in controtendenza col passato, contratti pluriennali sul medio-lungo periodo. Adesso ci aspettiamo l’importante risposta della città dato che cercheremo di offrire un prodotto di grande qualità”.

Per quanto riguarda il tanto dibattuto orario delle partite interne, Bulgarelli non si sbilancia: “ascoltiamo tutti, specialmente i tifosi ma dobbiamo coniugare il più possibile le esigenze societarie con quelle organizzative della partite. Sicuramente il sabato sarebbe la giornata più indicata per giocare ma ancora non è stata presa una decisione”. Novità a breve anche sul fronte sponsor: “mi fa piacere evidenziare che tutti i partner ferraresi hanno rinnovato compreso Bondi, nei prossimi giorni avremo incontri anche con realtà provenienti da fuori città per un’eventuale rilevamento di alcune quote societarie”.

La mente dietro questo ambizioso progetto e il nuovo responsabile marketing della Pallacanestro Ferrara Roberto Tezzon: “arrivo da un ambiente calcistico (fino allo scorso hanno Tezzon era nell’organigramma della Spal ndr) e la collaborazione con la società del presidente Bulgarelli è iniziata intorno alla fine del 2016. Nella mia testa ho un grande progetto che un po’ spaventava la società, adesso cercheremo di realizzarlo creando un percorso ambizioso ed unico nella pallacanestro italiana fatto di tante novità che sveleremo col passare del tempo. Vogliamo dare un qualcosa di esclusivo ai nostri sponsor ed ai nostri tifosi con eventi prima e dopo le partite rendendo il palazzetto dello sport un punto di ritrovo per i giovani anche non appassionati di basket. Ci siamo affidati per questo a professionisti per l’organizzazione di eventi in modo da rendere il nostro prodotto il più appetibile possibile”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy