La Viola verso il Sant’Ambrogio

La Viola verso il Sant’Ambrogio

Commenta per primo!

Prosegue la pre-season della Viola e si avvicina l’appuntamento con il Trofeo Sant’Ambrogio. Fra una settimana si, alzerà il sipario dell’ennesima manifestazione che è ormai un classico del calendario estivo del basket italiano. La famiglia che organizza l’evento è pronta e fare come al solito da padrona di casa per le quattro compagini che si contenderanno la coppa. Ci sarà ai nastri di partenza la Viola che, come ogni anno, si presenterà ufficialmente ai suoi tifosi venerdì prossimo al Botteghelle nella prima semifinale prevista per le 18 contro il forte Barcellona, formazione che milita in Legadue Gold e che ha già incrociato le armi con i ragazzi di coach Ponticiello nello scrimmage del primo settembre giocato al Pianeta Viola. A seguire, ecco l’altra semifinale fra l’altra formazione di seconda serie, l’Orlandina, ed il Matera, realtà che milita nello stesso girone della Viola e che si candida al ruolo di favorita al salto di categoria assieme a Treviglio e Lucca. I lucani saranno ancora una volta guidati dalla panchina da una vecchia conoscenza neroarancio, quel Gianni Benedetto cresciuto all’interno della compagine dello stretto nel periodo degli anni d’oro targati Charlie Recalcati, maestro di vita e di parquet dell’ambizioso Gianni. Il giorno dopo, sabato 21, sono in programma le finale con le perdenti che si giocheranno il terzo posto mentre le squadre vincitrici si sfideranno per alzare il trofeo. Ecco le impressioni di Cesare Sant’Ambrogio, membro della famiglia al quale è intitolata la manifestazione ed organizzatore: “Anche quest’anno grazie alle assicurazioni ricevute dal Presidente della Regione e della Provincia che ci hanno assicurato il loro sostegno, siamo riusciti ad organizzare un Torneo di discrete proporzioni cestistiche, abbiamo 4 squadre che reciteranno un ruolo di primo piano nei campionati che disputeranno. Sono allo studio anche ulteriori idee per fare in modo di rendere ancora più accattivante questa manifestazione alla quale la mia famiglia tiene molto. È un evento la cui organizzazione prevede grandi sacrifici ma anche quest’anno abbiamo fatto di tutto per regalare al pubblico reggino una due giorni di basket di ottimo livello con cestisti del calibro di Basile e Soragna.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy