LNP Silver, ti voglio presentare – Proger Chieti: ci siamo!

LNP Silver, ti voglio presentare – Proger Chieti: ci siamo!

Commenta per primo!

Solitamente si dice che cambiare faccia bene, che possa motivare, che possa spingere a raggiungere nuovi obiettivi, allora speriamo che tutto questo sia vero per la Proger Chieti, chiamata a disputare il campionato di LegaDue Silver, che inizierà tra poco più di una settimana. La squadra teatina riparte totalmente rinnovata, dopo aver rischiato per tutto l’inizio d’ estate di non partecipare al campionato per problemi di sponsor, finalmente tutto si è risolto per il meglio e la città biancorossa ha potuto tirare un sospiro di sollievo sapendo che la propria squadra quest’anno ci sarà e sarà pronta a farli sognare, soffrire, gioire, urlare, arrabbiare, divertire, perché dopo tutto è proprio questo il bello dello sport, tutte le sue emozioni in grado di trasmettere.

Tutto nuovo dunque per la squadra delle furie, a partire dalla guida tecnica che, dopo il saluto di Coach Domenico Sorgentone, ha accolto sulla propria panchina Coach Nino Marzoli, nome gettonatissimo a Chieti e che evoca come sempre i ricordi di quelli che furono gli anni migliori del basket cittadino. Sicuramente l’esperienza e i successi che accompagnano la carriera di Coach Marzoli hanno portato un entusiasmo altissimo a Chieti, il nuovo tecnico infatti si è presentato con parole da vero trascinatore: “Questa è una squadra costruita ex novo, con solo 3 elementi dello scorso anno. L’abbiamo ricostruita questa estate insieme al d.s. Brandimarte. I nostri capisaldi quest’anno saranno: difesa, correre in contropiede e cercare di dare spettacolo. Scordate i paragoni con giocatori ed allenatori precedenti, che pure hanno fatto molto bene. Questo è un campionato nuovo e completamente diverso dal passato, che riserva insidie ancor maggiori e di livello sicuramente più alto. Per questo avremo estremo bisogno del sostegno costante da parte della città, alla quale mi appello. Chieti è chiamata la città della camomilla. Ma è ora di dire basta. Chieti si deve svegliare, essere presente e farsi sentire in ogni momento, perché questa squadra ha bisogno del suo pubblico e della sua città”. Naturalmente l’applauso forte e convinto dei tifosi presenti è scattato immediatamente e un’atmosfera di puro entusiasmo ha circondato tutti. Coach Nino Marzoli sarà affiancato da: Giuseppe Di Paolo, il vice allenatore è stato confermato anche per questa stagione, dopo l’ottimo lavoro svolto in precedenza; altra conferma è quella di Dante Falasca, infatti per quanto riguarda la preparazione fisica sarà lui ad occuparsene; per quanto riguarda il reparto medico ci saranno il medico sociale Lucia Ottaviano e il massaggiatore Federico Di Santo.

Il roster è quasi del tutto nuovo, solo 3 giocatori dello scorso anno sono stati confermati: Fabrizio Gialloreto (teatino doc, cresciuto a Chieti, ormai è un punto saldo di questo team, con le sue triple e piazzati punisce sempre le difese avversarie, decisivo anche nelle ultime partite di play-out dello scorso anno); il professore Andrea Raschi (grandissima esperienza e grandissimo giocatore, non affretta mai una scelta, ragiona sempre cercando la soluzione migliore e quasi sempre la trova, difesa, attacco, è un giocatore completo che molti allenatori invidieranno a Coach Nino Marzoli); ed infine Manuel Diomede (il giocatore di origini campane è stato fondamentale nella stagione che ha promosso la Proger in DNA, e anche lo scorso anno ha dato un grandissimo contributo con le sue accelerazioni, contropiedi, penetrazioni e piazzati). Tra i nuovi arrivi troviamo il ritorno del giovane Edoardo Di Emidio, dopo una buona annata disputata a Lanciano, torna nella squadra con la quale ha trovato la promozione in DNA due stagioni fa; gli acquisti americani, su cui si punterà molto, Matthew Shaw (ci si aspettano grandi cose da lui, californiano classe ’88, ala grande di 204cm di altezza e una potenza mostruosa) e Showron Glover (playmaker classe ’87, arriva dopo l’esperienza in Repubblica Ceca con il Chomutov); altro acquisto importantissimo per la Proger è stato quello di Mattia Soloperto (lungo di grande esperienza che ha militato sempre in campionati importanti e dei quali si è reso molto spesso protagonista, il centro di origini ferraresi classe ’80, arriva dopo due buone stagioni, prima in serie A con Avellino e poi con la Fulgor Forlì); per completare il reparto delle ali è arrivata anche la firma di Ernani Comignani (originario di Atri, classe ’82, 200 cm di altezza, giocatore che può vantare grandi esperienze nelle serie cadette, ottimi campionati disputati con la maglia di Urbania, poi Bisceglie, con la quale ha vinto anche la C Dilettanti, Scauri e Pescara, nell’ultima stagione è stato protagonista nel Francavilla Fontana, con cui ha raggiunto i playoff al termine di un torneo di DNB molto positivo anche a livello personale, infatti ha chiuso con una media in doppia cifra sia per quanto riguarda i punti realizzati che per la valutazione, confermandosi cosi sui livelli delle precedenti stagioni). Per quanto riguarda i giovani invece sono arrivati: la guardia classe ’94 Alessio Agostinone; il play-maker Damiano Marchetti, classe ’97 e 182cm di altezza; Davide Cesana, ala classe ’94; Francesco Cinalli, ala-centro classe ’97 e 196cm di altezza; Rocco Mavelli, ala classe ’94 ed infine Matteo Bini, anche lui classe ’94, ala-centro di 198cm di altezza. Il compito dei giovani sarà d’ importanza fondamentale perché dovrà garantire riposo e fiato ai titolari senza far perdere colpi al team, e Chieti questo lo sa bene.

L’entusiasmo nella città abruzzese è altissimo, tutti vogliono essere complici di una grande stagione, e si sa che con l’appoggio dagli spalti e con una città vicina alla squadra, i successi possono arrivare molto più facilmente. Durante la presentazione della squadra al comune della città, ha parlato anche il Presidente Di Cosmo: “Ringrazio sindaco ed assessore dell’ospitalità, ma anche per il suo aiuto nel cercare di avvicinare quanti più chietini possibili alla nostra realtà. Il più sentito e caloroso grazie va però alla Proger, Società del nostro territorio che ormai è un marchio di livello internazionale. Per me è un orgoglio che una società di questo livello abbia deciso di investire una cifra importante sul nostro progetto. Grazie davvero di cuore”.

E proprio grazie all’aiuto della Proger, Chieti può continuare il sogno di giocare in una serie come la LegaDue Silver. Per il title-sponsor biancorosso ha preso la parola l’ingegner Umberto Sgambati: “La Proger è una Società di ingegneria e management che ormai in Abruzzo fa poco, perché c’è poco da fare, e lavora molto all’estero, ma le nostre radici sono nel territorio ed avvicinarci ad un progetto del genere è motivo di grande vanto. Tanto che la nostra sponsorizzazione, che per la prima volta per noi è così pesante, ci piacerebbe vada al di là del semplice livello economico. A noi piace l’idea che nasca un rapporto forte. Ci vedremo durante l’anno e speriamo di costruire qualcosa in questo senso anche in futuro”. E con queste parole si capisce che il progetto Proger Chieti possa diventare molto importante e possa crescere.

Dunque ormai è tutto pronto per cominciare, la squadra, lo staff, la città, il pubblico, l’entusiasmo attorno all’ambiente ed al progetto, non manca proprio nulla per essere protagonisti in questa stagione. Aspettiamo solo il match di apertura di Domenica, 6 Ottobre, contro Recanati al PalaTricalle di Chieti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy