Lucca-Firenze: è sempre un derby…

Lucca-Firenze: è sempre un derby…

Commenta per primo!

Turno infrasettimanale per l’Arcanthea che giovedì sera alle 20.30 ospiterà l’Enegan Firenze per la seconda sfida casalinga consecutiva che coincide anche con la seconda partita dell’era Mecacci. Una sfida che ha il sapore del derby e che quest’anno si è già giocata due volte durante il precampionato con un pareggio nella prima gara che si è giocata a Firenze e ha visto prevalere i fiorentini nel ritorno che si è disputato al Palatagliate.

E aldilà delle rivalità di campanile, sono tanti i temi attorno al quale si giocherà questo incontro, a partire dalla sfida tutta americana tra Deloach e Wood, le due guardie che hanno iniziato in crescendo la stagione, e poi ancora i duelli in area pitturata tra Banti e Valenti opposti a Pazzi e Conti.

L’Enegan – che viene da tre sconfitte consecutive – si è presentata ai nastri di partenza dell’Adecco Silver con una squadra competitiva allestita in estate dopo aver accettato il ripescaggio. La guida tecnica è rimasta Gabriele Giordani. Al tecnico marchigiano è stata affidata una squadra completa. Unico confermato il fiorentino Cosimo Fontani. La prima scelta è stata quella di puntare su playmaker e pivot italiani. Così ecco Alex Simoncelli e Marco Pazzi, compagni lo scorso anno a Castelletto Ticino. Nel quintetto titolare, accanto a Pazzi è stato inserito l’atletico Riccardo Castelli. Come Lucca, anche Firenze ha scelto di utilizzare subito i due visti, ingaggiando guardia ed ala piccola americani. Parliamo di Brandon Wood e Kyle Swanston, entrambi reduci dal campionato ungherese. Oltre a Fontani, dalla panchina l’Affrico fa alzare l’esperto lungo Francesco Conti, il playmaker Marco Cucco (’94), l’esterno Giovanni Severini (’93) e l’ala Luca Schiano (’92).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy