Mantova a Chieti per continuare il periodo positivo

Mantova a Chieti per continuare il periodo positivo

Sei vittorie nelle ultime sette gare per la Dinamica di Martelossi che affronterà la Proger Chieti reduce dall’upset contro Brescia

Commenta per primo!

La larga vittoria di Matera (la più ampia dell’annata biancorossa, 92-60) ha concluso nel migliore dei modi quella che coach Martelossi ha definito la “seconda parte” della stagione. Sebbene il coach friulano abbia diviso idealmente il campionato in tre parti, ognuna costituita da dieci giornate, si potrebbe suddividere in quattro quarti la “partita della stagione” della Dinamica. Tra il primo e il secondo quarto è stato il momento più duro con tre sconfitte consecutive che hanno fatto tremare le certezze di staff tecnico e dirigenza biancorossa, improvvisamente spazzate via dalle batoste di Verona e Ferrara e l’inizio molto incerto contro Brescia. Gli Stings sono comunque usciti da quella situazione difficile ormai da tempo, conquistando anche in maniera quasi insperata l’accesso alla Coppa Italia. Il ruolino di marcia di Mantova delle ultime partite di questo secondo quarto parla chiaro e rappresenta una seria minaccia per tutte le future avversarie: 6 vittorie nelle ultime 7 partite (solo Trieste è riuscita a stoppare i virgiliani nella rocambolesca partita del terribile parziale di 21-0). Prima di arrivare all’ultimo quarto, ovvero il rush finale dei playoff, occorrerà però partire nel migliore dei modi nel terzo periodo contro Chieti. La Proger sarà la prima di tre avversarie impegnative che gli Stings si ritroveranno ad affrontare in 7 giorni, oltre a Treviglio e Jesi.

Domenica scorsa, se da una parte Mantova ha vinto come da pronostico contro Matera, dall’altra Chieti ha mandato all’aria i piani di vetta solitaria di Brescia, sorpresa per 77-92 dalla formazione abruzzese sul terreno di casa. Il quintetto di Galli sarà quindi tutt’altro che un avversario materasso per la Dinamica, avendo vinto tre delle ultime cinque partite contro Jesi (71-76), Treviglio (79-69) e, per l’appunto, Brescia (77-92), ma dopo aver messo comunque in difficoltà Imola (69-72 al PalaTricalle) e perso contro una coriacea Ferrara (78-65 al PalaHilton Pharma). Chi pensava che l’addio di Abbott (che fu protagonista dell’andata al PalaBam con 32 punti) a Chieti potesse indebolirne la capacità offensiva si è sbagliato di grosso, visto che la Proger può contare su un più che prolifico bulgaro dalla mano educata, Ivan Lilov, andato sempre in doppia cifra in questo campionato (season high di 24 punti contro Brescia). A rappresentare una minaccia sotto i tabelloni sarà poi il lunghissimo e atletico Isaiah Armwood, autore di otto doppie doppie in stagione.

La Dinamica potrà comunque sfruttare la bassa pericolosità degli avversari a cronometro fermo (Chieti è ultima nelle realizzazioni di tiri liberi, solo 66%) e la poca tenacia a rimbalzo offensivo (penultima in questa speciale classifica con solo 7.9 carambole a partita). Proprio a rimbalzo i biancorossi potranno contare su un Kenneth Simms in splendida forma (ne sono una dimostrazione i 21 rimbalzi catturati contro Matera, di cui 10 solo in attacco). Offensivamente parlando, Chieti dovrà tenere a bada i due uomini chiave delle ultime partite dei biancorossi, ossia Justin Hurtt e Alessandro Amici. Il primo ha inanellato una serie di ottime prestazioni nell’ultimo mese (si segnalano i 35 punti di Recanati, i 25 contro Bologna e i 18 di Matera) oltre ad un atletismo incredibilmente elevato per gli standard della categoria. Il secondo, visti anche alcuni problemi fisici del titolare Riccardo Moraschini, è sempre partito nello starting-five nelle ultime tre partite, ripagando molto bene la fiducia di Martelossi (16 punti con Legnano, 17 con Roseto e 15 con Matera). E poi si aggiunga una nota di colore: l’esperto play della Dinamica Fabio Di Bella, proprio dopo la gara con Matera, è diventato papà e molto probabilmente ci terrà a fare bene e a dedicare i due punti alla sua piccola Teodora.

Quella di Chieti non sarà certo una partita semplice per il quintetto virgiliano, ma è chiaro che giocando come nelle ultime gare i due punti non saranno impossibili da conquistare per iniziare il terzo quarto del campionato con una vittoria e col primo posto della classifica nel mirino.

Le parole di coach Martelossi intervenuto a Speak & Roll, il programma radiofonico di www.radio5punto9.it dedicato agli Stings: “Ognuna delle tre partite che affronteremo la prossima settimana, contro Chieti, Treviglio e Jesi, avrà una sua pericolosità. Chieti ha un tasso di talento elevato, giocatori sul perimetro pericolosi, un gioco fluido offensivo e molto tatticismo difensivo, una situazione quest’ultima che abbiamo sofferto alcune volte. Treviglio ha un assetto consolidato con giocatori e coach e ha avuto dei picchi notevoli in stagione. La gara con Jesi sarà delicata per via della posizione di classifica che vede i marchigiani lottare per la salvezza. Tornando a Chieti, già all’inizio del campionato l’avevo individuata insieme a Roseto come possibile sorpresa della stagione. Lilov ha sostituito molto bene Abbott, mentre Monaldi è un giocatore da potenziali 20 punti a partita con ottime capacità di playmaking. Inoltre, dovremo tenere in considerazione l’atipicità dei lunghi, ossia Armwood e Allegretti che possono aprire il campo. Dovremo essere molto bravi a tenere le situazioni di 1 vs 1. Mi attendo una gara difficile, speriamo di riuscire a metterla dalla nostra parte sin da subito. Sarà importante l’atteggiamento e la determinazione, prima ancora che l’aspetto fisico e tattico. Chieti si presenterà, probabilmente, gasata dalla vittoria di Brescia. Dovremo affrontare con lucidità e senza perdere secondi preziosi gli aspetti tattici che ci presenterà Chieti“.

Precedenti (solo partite UFFICIALI):

DNA 2012-13 (Regular Season)

Chieti  – Mirandola 75-69 (rit. 56-80)

 Playout

Mirandola – Chieti 2-3 (77-62; 70-63; 65-80; 63-88; 79-85)

DNA Silver 2013-14 (Regular Season)

Chieti – Mantova 54-72

Shaw 15, Glover 13/ Jefferson 24+10, Alibegovic 14

Mantova – Chieti  79-61

Nardi 21, Pignatti 11/ Soloperto 14, Di Emidio 10

Quarti di Finale Playoff

Mantova – Chieti 3-0 (92-72; 90-72; 81-52)

(Alibegovic 20, Ranuzzi 19/ Deloach 23, Shaw 22) (Losi 24, Nardi 23/ Raschi 15, Soloperto 12+11) (Deloach 12, Soloperto 6+11/ Nardi 16, Jefferson 15+13)

TOTALE: Mantova 8 – Chieti 4

Andata:

Dinamica Generale Mantova – Proger Chieti 80-72

Di Bella 16/Moraschini 16 – Abbott 32/Allegretti 18

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy